Giorgia Meloni ha preso parte a Quarta Repubblica con Nicola Porro su Rete 4. Tantissimi i temi trattati nel suo intervento dalle elezioni di domenica, al fatto se sta già pensando a come fare il premier, alla squadra di Governo e alla Legge di Bilancio. Ecco le sue parole.

Elezioni Politiche 2022, parla Giorgia Meloni: “La riforma base è il presidenzialismo”

Giorgia Meloni nel corso di Quarta Repubblica ha illustrato che la misura base è il presidenzialismo. 

“I sistemi – ha detto Meloni – si tengono se c'è un mandato popolare. Ci sarebbe un rapporto da tenere tra quello che i cittadini scelgono e quello che i partiti fanno anche se negli ultimi anni non è sempre andata così. Il presidenzialismo è una riforma economica. Noi non abbiamo idea di quanto la nostra instabilità sia stata pagata sul piano economico a livello di credibilità internazionale"

A livello internazionale i nostri interlocutori cambiano continuamente, non c'è costruzione di rapporti, non ci sono iniziative di lungo periodo dal punto di vista politico e non c'è una strategia industriale. La politica è debole, i governi stanno sempre sotto scacco delle transumanze parlamentari perchè la politica non ha grande capacità decisionale.

"Io penso che il presidenzialismo sia la madre di tutte le riforme. Capisco anche che il Pd non vuole un sistema presidenzialista, normale per gente che è stata al Governo 10 anni negli ultimi 12 e non ha mai vinto le elezioni”.

Elezioni 2022, Meloni commenta la visita di Letta a Berlino: “Ha ottenuto il tetto al prezzo del gas?”

Porro naturalmente introduce il tema della visita a Berlino di Enrico Letta che ha avuto l'appoggio della Spd. E ha fatto sentire a Meloni anche alcune dichiarazioni di esponenti della commissione europea preoccupati del possibile successo della destra in Italia. Ecco come ha risposto Meloni:

La sinistra italiana sta aizzando queste dichiarazioni. E' la sinistra italiana, lo vediamo da inizio della campagna elettorale. La stampa della sinistra, esponenti del governo italiano che facevano interviste all'estero. Io sono presidente dei conservatori europei, non ho mai fatto interviste negli ultimi anni perchè ero a opposizione e non parlo mai male del Governo italiano all'estero.

"Sono operazioni fatte per screditare l'Italia, dicono che qui arriveranno le cavallette, loro sono disposti a governare sulle macerie pur di  governare ed è una cosa che a me “manda ai matti”.

"Vanno in giro a chiedere protezione, Letta va dai tedeschi e dicono bene se vince Letta. Io il consenso lo chiedo agli italiani, poi se vinco le elezioni parlo con le altre nazioni".

Letta va in Germania, bene, - incalza Meloni - gli chiedo una cosa: ha ottenuto il tetto al prezzo del gas? Noi non ce l'abbiamo perchè la Germania è il paese che si oppone. Ci dice Letta se ha ottenuto il prezzo del gas. O è andato a farsi dire quanto è bravo per ottenere il silenzio agli italiani?”.

"Penso che i mercati – ha aggiunto Meloni - attenderanno di vedere la legge di bilancio, e credo che se vinceremo ci presenteremo con una legge di bilancio seria, e parleremo di crescita".

Elezioni 2022, Giorgia Meloni: “Da Draghi parole non europeiste”

Porro ha fatto ascoltare a Meloni un passaggio in cui Draghi evidenzia un aspetto che ci sono rapporti importanti da salvaguardare come quelli con Francia e Germania. 

“Quella di Draghi – spiega Meloni - non è una dichiarazione europeista. Nell'Unione europea i paesi hanno tecnicamente tutti gli stessi diritti. Attualmente ci sono 27 paesi, se tu dici che sei amico di 2 stati, gli altri 24 come la prendono?"

Questa idea di un'Europa di serie A e di serie B non è proprio europeista. Io ho una lettura dell'Europa che è quella di Giovanni Paolo II, che diceva: 'L'Europa respira con due polmoni, uno a Occidente e uno a Oriente". "L'idea di un'Europa in cui, tipo circolo del tennis, c'è un club di quelli più importanti e gli altri sono un po' secondari, non mi pare molto europeista.

"E aggiunge che l'Italia deve tornare a difendere il suo interesse nazionale come fanno Olanda e Germania sul gas". In Europa si sono abituati che l'Italia a livello internazionale non difende il suo interesse nazionale”. 

Elezioni Politiche: Giorgia Meloni: "Mi preparo a fare il premier? Non improvviso"

Porro ha chiesto a Meloni se si sta già preparando per fare il premier o è ancora immersa nella campagna elettorale in toto:

Metà e metà. Sono una persona puntigliosa, non sono persona alla quale piace improvvisare. Sono in mezzo a una campagna elettorale. Vedo entusiasmo, le battaglie le combatto prima di dichiararle vinte, con ritmi impossibili. Ma negli ultimi 10 anni Fratelli d'Italia ha lavorato per arrivare al Governo della Nazione.

Porro ha cercato di strappare l'identikit del prossimo ministro dell'Economia chiedendo se sarà figura tecnica o politica:

“Non glielo dico, - ha detto Meloni - penso a una figura molto seria capace di tenere in ordine i conti ma avere anche una visione strategica che è quello che all'Italia spesso è mancato. Non abbiamo mai scelto da che parte stare. Servono filoni di sviluppo, ci sono settori sottovalutati come l'economia del mare. E il marchio Made in Italy su cui non si è adeguatamente investito. Il Sud ha mare sole e vento. Sud può diventare hub approvvigionamento energetico di tutta Europa. C'è da concentrarsi su alcune materie, la scelta su dove si vuole  andare”.

Elezioni Politiche 2022, Meloni: “Mai messo in discussione il diritto all'aborto le unioni civili”

"Noi non abbiamo messo in discussione il diritto all'aborto e le unioni civili", ha detto Meloni.

Sulle Marche si dicono falsità, i dati sugli aborti sono in media con le altre regioni. Semmai c'è qualche problema in Emilia-Romagna. Non c'è una persona che non abbia potuto abortire nelle Marche.

Elezioni Politiche 2022, Fratelli d'Italia in un governo più largo se non ci sarà maggioranza di centrodestra? Meloni: "Il tema non si porrà”

Porro ha chiesto a Meloni se i risultati elettorali non daranno una maggioranza centrodestra a Camera e Senato c'è la possibilità che Fratelli d'Italia partecipi a Governi in coalizioni più larghe dell'attuale centrodestra.

No, risponde secca Meloni. Io penso che questo sia un tema che non si porrà, sono abbastanza ottimista che il centrodestra avrà la maggioranza per governare. Fate la domanda agli altri che fanno finta di farsi la guerra ma sono pronti a mettersi insieme.