Pagamenti INPS del Reddito di Cittadinanza in dirittura d’arrivo. E per il mese di febbraio 2022 la ricarica alla card RdC sarà doppia per effetto dell’erogazione dell’ultima quota dell’Assegno Unico temporaneo, prima dell’entrata in scena del nuovo Assegno da marzo.

Maggiori informazioni sulle date dei pagamenti INPS di febbraio le trovate nel video YouTube di Mr LUL lepaghediale.

Innanzitutto, va detto che già a partire da gennaio 2022 è stata aperta la finestra temporale per l’inoltro delle domande da presentare per ottenere il riconoscimento dei pagamenti INPS riferiti al nuovo Assegno Unico Universale, anche se le erogazioni partiranno da marzo 2022.

Proprio per evitare che alle famiglie venisse a mancare un supporto economico nei primi due mesi del nuovo anno, il Governo Draghi si è espresso a favore di una proroga dell’Assegno Unico temporaneo fino a febbraio 2022.

Tutto ciò si ripercuote positivamente sul percettori del Reddito di Cittadinanza che potranno beneficiare di due pagamenti INPS del RdC nel mese in corso, per effetto dell’erogazione dell’ultima quota dell’Assegno Unico temporaneo voluta dall’Esecutivo.

In altre parole, i percettori del Reddito di Cittadinanza, alla data stabilita, riceveranno una ricarica bis sulla card specifica del sussidio, come risultato della somma tra il pagamento della classica quota mensile di RdC e i pagamenti INPS dell’Assegno Unico temporaneo di febbraio.

Ma vediamo subito in cosa come si articola il doppio accredito sulla card del Reddito di Cittadinanza e quali sono le date dei pagamenti delle prestazioni ufficializzate dall’INPS.

Reddito di Cittadinanza: niente ricarica bis se non si rispettano i nuovi requisiti di febbraio 2022. Quali?

Prima ancora di soffermarci sui pagamenti INPS doppi per i beneficiari del Reddito di Cittadinanza, va ricordato che dal 1°febbraio 2022 sono scattate le nuove regole imposte dal Governo Draghi per continuare a fruire del RdC.

I nuovi requisiti e le condizioni da soddisfare sono strettamente legati all’andamento della pandemia da Covid-19 sul territorio italiano. 

Senza troppi giri di parole, per non interrompere il flusso dei pagamenti INPS legati al Reddito di Cittadinanza da febbraio 2022, e per i mesi a seguire, sarà necessario essere in possesso del Green pass base rilasciato a seguito di un tampone negativo (antigenico o molecolare), in caso di guarigione dal Covid-19 o dopo la vaccinazione.

In realtà, la necessità di disporre della certificazione verde regola l’accesso ai Centri per l’Impiego presso i quali, stando alle ultime novità 2022 introdotte dal Governo italiano, i percettori del Reddito di Cittadinanza devono recarsi mensilmente per frequentare dei percorsi formativi o per prendere visione di eventuali offerte di lavoro.

Le modifiche adottate dall’Esecutivo, però, non si esauriscono qui.

Le ultime novità introdotte assestano un duro colpo ai percettori del Reddito di Cittadinanza attraverso l’interruzione dei pagamenti INPS se gli stessi rifiutano più di due offerte di lavoro provenienti dal Centro per l’Impiego o dalle agenzie private.

In altre parole, chi già da febbraio 2022 bypasserà più di due opportunità di lavoro per motivi non giustificatidecadrà dal beneficio perdendo il diritto a ricevere la ricarica del RdC.

Attenzione, però, a non fare confusione sulla necessità di possedere il Green Pass.

L’imposizione di disporre del certificato verde vale per l’accesso ai centri per l’impiego (al pari di altri uffici pubblici), ma non è da intendere come una sorta di obbligo a ricorrere alla vaccinazione.

INPS, pagamenti bis febbraio 2022: quando arriva la ricarica del Reddito di Cittadinanza. Ecco le date

Come di consueto, sono due le date da cerchiare in rosso sul calendario per il Reddito di Cittadinanza. L’appuntamento con la ricarica alla card è doppio da fin dall’entrata in vigore del RdC.

Per quanto concerne i pagamenti INPS di febbraio 2022, sono due le date da non perdere di vista. In un certo, i beneficiari del Reddito di Cittadinanza ottengono mensilmente una “ricarica bis”.

I primi accrediti alla card partono intorno al 15 di ogni mese per i “nuovi” beneficiari RdC, cioè per coloro che ricevono la prima quota in assoluto dei pagamenti INPS spettanti per il sussidio. 

La stessa data viene osservata per chi ha richiesto il rinnovo del contributo alla scadenza dei 18 mesi. Il 27 di ogni mese tocca, invece, partono i pagamenti INPS classici, quelli indirizzati ai già percettori del Reddito di Cittadinanza.

Detto questo, passiamo alle erogazioni di questo mese.

Il 15 febbraio 2022 arriverà la ricarica alla card per i novelli beneficiari del contributo e per coloro che ne hanno chiesto il rinnovo, mentre i pagamenti INPS per i vecchi beneficiari arriveranno in anticipo, prima del 27 febbraio.

Non c’è da allarmarsi sulla seconda delle due date. L’INPS non ha apportato alcuna modifica al tradizionale calendario dei pagamenti.

Essendo il giorno 27 febbraio domenica, per forza di cosa il pagamento andava anticipato di qualche giorno: il 25 febbraio 2022.

INPS, pagamenti febbraio 2022: ricarica bis RdC per effetto dell’Assegno Unico. Le ultime sulle date

Abbiamo più volte ribadito nel corso dell’artico che nel mese di febbraio 2022 i percettori del Reddito di Cittadinanza potranno godere di una ricarica bis, per effetto dei pagamenti INPS dovuti per l’Assegno Unico nella versione ponte, attivo da luglio scorso.

Attenzione a non confondere Assegno Unico temporaneo e Assegno Unico Universale! Da gennaio sono aperti i termini per presentare domanda per il secondo dei sussidi i cui pagamenti INPS inizieranno ad essere accreditati ai beneficiari a partire dal marzo 2022.

Insomma, l’Assegno Unico nella versione temporanea verrà erogato alle famiglie beneficiarie solo per i primi due mesi del 2022, in attesa dell’ingresso in scena di quello Universale.

Compresa la ragione per cui i pagamenti INPS dell’Assegno Unico ponte ci saranno anche a febbraio 2022, vediamo subito a partire da quale data verranno elargiti gli importi spettanti.

Verso fino mese, presumibilmente intorno al 25 febbraio 2022, partiranno i pagamenti dell’Assegno Unico temporaneo, anche per i beneficiari del Reddito di Cittadinanza che riceveranno una ricarica bis.

In tal caso, i percettori non dovranno presentare alcuna domanda, poiché l’accredito degli importi scatterà automaticamente.

Va fatta, però, una premessa. Abbiamo già detto che per il nuovo sussidio sono già aperti i termini di presentazione delle istanze INPS.

Tuttavia, c’è ancora tempo per inoltrare le domande, accolte fino al 30 giugno del 2022.

Ma per l’Assegno Unico Universale quale date vanno segnate sul calendario? Presumibilmente, i primi pagamenti INPS del sussidio arriveranno dal 15 al 28 marzo.

Si tratta comunque di date non ancora ufficializzate. Non appena si avranno informazioni specifiche non tarderemo a comunicarvele.

Reddito di Cittadinanza: niente pagamenti INPS da febbraio 2022 se non rinnovi l’ISEE. Cosa cambia?

I pagamenti INPS riferiti alla mensilità di gennaio sono stati gli ultimi elargiti sulla base dell’ISEE 2021.

Da febbraio 2022 si potrà continuare a ricevere la ricarica della card RdC solo se si presenta il nuovo ISEE, quello 2022.

In caso contrario, si perde il diritto a ricevere il Reddito di Cittadinanza per tutte le mensilità a seguire. I già percettori che invece aggiornano la propria situazione potranno notare dei cambiamenti nell’importo mensile, in aumento o in diminuzione.

Ricordiamo che per continuare a beneficiare dei pagamenti INPS riferiti al Reddito di Cittadinanza, già da febbraio 2022, il nuovo ISEE andava presentato entro e non oltre la data del 31 gennaio scorso.

Solo in questo caso, il diritto al sussidio sul reddito non verrà interrotto.