Risparmiare tempo per pulire casa: il metodo che sta spopolando sul web

Trattiamo spesso argomenti inerenti al risparmio e, in questi ultimi tempi, soprattutto per quanto riguarda i consumi di luce e gas. Ma c’è un aspetto che non è trascurabile all’interno di una casa e di una famiglia e riguarda risparmiare tempo, per ciò che concerne pulizie ed organizzazione del menage familiare. Ecco il metodo che sta spopolando sul web.

Image

Trattiamo spesso argomenti inerenti al risparmio e, in questi ultimi tempi, soprattutto per quanto riguarda i consumi di luce e gas. Ma c’è un aspetto che non è trascurabile all’interno di una casa e di una famiglia e riguarda risparmiare tempo, per ciò che concerne pulizie ed organizzazione del menage familiare.

Chi lavora, chi ha figli e altri mille impegni da affrontare durante la giornata sa bene che trovare il tempo per sbrigare le faccende domestiche è sempre più arduo.

Partiamo da una base che dovrebbe essere comune a tutti. In famiglia la collaborazione è dovuta da parte di ogni componente e il contributo deve essere generale, ognuno rapportandosi al ruolo e all’età che ha.

Chi aiuta non lo fa perché aiuta “la mamma”, dal momento che tutti abitano la stessa casa, quindi con pari doveri e diritti.

La casa è una comunità e al suo interno tutti devono darsi da fare, ognuno perciò che può e che gli compete.

Questo precisato, è sempre utile venire a conoscenza di qualche dritta in grado di farci risparmiare tempo e denaro. I giapponesi lo chiamano il metodo delle 5S e noi vi spieghiamo cos’è.

Cos’è il metodo giapponese delle 5S

Veniamo dunque a quelle che sono le cinque fasi del noto metodo giapponese, che sta spopolando sul web.

Seiri ovvero fare decluttering

Il primo passo, per avere una casa in ordine e pulita, inizia sempre con il fatto di liberarsi da tutto ciò che è superfluo, inutile o inservibile.

Può sembrare scontato ma è una scommessa vinta, se vi garantiamo che, sacco nero alla mano, si riempirà nel tour da fare nei vari ambienti della casa.

Basti pensare agli armadietti del bagno, ai cassetti della cucina, alla libreria o ai giocattoli dei bambini.

Seiton ovvero Montessori docet

Sapete qual è una delle regole fondamentali che il metodo Montessori insegna ai bambini? Ogni cosa al suo posto. Un posto per ogni cosa. 

Ebbene, infatti non è sufficiente esortare tutti i membri della famiglia a “mettere a posto”. Deve essere ben definito quale sia il posto dove riporre ad esempio i caricabatterie, le chiavi della macchina, i giubbini e le scarpe al rientro a casa, gli zaini di scuola altrimenti lasciati per terra all’ingresso e via di seguito.

Seiso ovvero sistematicità

La fase di pulizia inizia da qui, dalla sistematicità nel compiere gesti quotidiani che permettono di non accumulare sporcizia e risparmiare tempo. 

Perché la regola è: prima ancora che a pulire, pensiamo a non fare entrare lo sporco in casa!

Basti pensare a quanto sono intransigenti i giapponesi nel lasciare le scarpe sulla soglia di casa.

Così vale per il tappeto da aspirare ogni giorno, i piatti da non lasciare mai nel lavello, le macchie accidentali sul pavimento da pulire all’istante.

Seiketsu ovvero standardizzare

Anche questa fase fa parte del riordinare ma non come Seiso che prevede una cernita iniziale. Seiketsu significa procedere col riordino nel quotidiano, piccoli gesti “in automatico” che però contribuiscono a mantenere la casa in ordine e sistemata.

L’abitudine che tutti i componenti della famiglia è bene che acquisiscano è di riporre ogni cosa al suo posto. Così la giacca non va lasciata sulla sedia o sul divano, le scarpe vanno al loro posto e gli effetti personali di ognuno devono essere riposti sistematicamente, così come i giocattoli prima di cena e libri e quaderni per l’indomani a scuola.

Pulizie di casa veloci e tutti i giorni per risparmiare tempo: l’ultima fase del metodo 5S

Come in tutto ciò che facciamo nella vita, solo costanza e impegno premiano alla lunga, anche se il primo passo può risultare faticoso, a lungo andare.

Senza contare che dare l’esempio è fondamentale per i più piccoli di casa. 

È questo il prezioso insegnamento dell’ultima fase del metodo giapponese 5S che è 

Shitsuke ovvero disciplina.

Quindi, bando all’indolenza e bisogna imporsi di occuparsi delle faccende di casa tutti i santi giorni, senza “abbandonarla” a se stessa o cedere alla tentazione del “non mi va”.

Così ad esempio per la spazzatura da gettare, il bagno da igienizzare quotidianamente, i letti da rifare al mattino, i piatti da non lasciare mai sporchi nel lavello.

Prima o poi bisogna prendere in mano la situazione e farsi venire la voglia di pulire casa. Meglio sacrificare un intero weekend che trascinare le cose e avere il pensiero fisso delle mille incombenze ancora da sbrigare.

Se dunque la decisione è presa, seguire questo metodo permette di:

  • non perdere tempo inutile
  • non dimenticare nulla
  • avere a portata di mano tutto ciò che occorre.

Prima di iniziare, è bene munirsi di tutto ciò che è utile sia per pulire che riordinare. 

Una lista della spesa aiuta sia per ciò che riguarda detersivi e affini, sia per non dimenticare sacchi della spazzatura di varie dimensioni e tipologia e magari di acquistare contenitori per riporre oggetti e indumenti in soffitta o in ordine negli armadi.

Risparmiare tempo nelle pulizie di casa: come pulire casa in 1 ora

Le grandi imprese si compiono sempre un passo alla volta! Quindi il metodo giapponese delle 5S, per risparmiare tempo nelle pulizie di casa, ci insegna innanzitutto a prenderci cura ogni giorno dell’ambiente in cui viviamo.

Ci sono poi periodi in cui le pulizie “straordinarie” diventano inevitabili, come ad esempio ai cambi di stagione.

Un calendario perfettamente organizzato delle pulizie di casa prevede anche delle cadenze mensili da rispettare, come ad esempio la pulizia sugli armadi, lampadari da spolverare e via di seguito.

Ma se qualcuno sta venendo a farci visita all’ultimo minuto o il weekend è pieno di impegni e non abbiamo la possibilità di dedicarci come vorremmo alle pulizie di casa?

Ecco qualche dritta per sistemare e far brillare tutto in meno di un’ora e fare una bella figura.

Iniziate subito con l’aspirapolvere in ogni stanza e, man mano che procedete, spalancate le finestre e sistemate tutto alla meno peggio, raccogliendo indumenti e oggetti, sistemando il divano e rifacendo velocemente i letti. 

Un trucco infallibile è quello di utilizzare il famoso “vetril” ovunque. Panno di microfibra alla mano, rende brillanti i sanitari e il piano cucina, lucida gli specchi, toglie le impronte dalle porte, oltre a lasciare un gradevole profumo nell’aria.

Infine, passate velocemente il piumino sui mobili più in vista, per eliminare la polvere.

Segui altri consigli per risparmiare tempo e denaro, con un utilizzo consapevole della lavatrice.