Una storia d'amore che ha subito solo una breve e brusca interruzione e che sta incredibilmente per proseguire, pronta ad arricchirsi di nuovi ed entusiasmanti capitoli. L'Inter e Romelu Lukaku sono ormai più che pronti a tornare insieme dopo il doloroso e allo stesso tempo necessario addio dell'estate scorsa, con la società nerazzurra che dopo aver assistito al clamoroso concretizzarsi di quella che fino a un mese sembrava solo una suggestione sembrerebbe aver trovato l'accordo con il Chelsea per quanto riguarda le cifre dell'affare

Un doloroso addio: il saluto di Lukaku all'Inter per approdare al Chelsea

Romelu Lukaku, nei suoi per ora unici due anni all'Inter, è stato in grado di lasciare un segno indelebile nella storia della società nerazzurra e nel cuore di tutti i tifosi interisti. Nell'estate del 2019 il club mette a segno un grandissimo colpo prelevando il belga dal Manchester United per la cifra di 65 milioni di euro più 10 circa di bonus. In sintesi, il trasferimento più costoso della storia interista.

È un periodo, quello, ancora caratterizzato dal predominio della Juventus, che arriva a vincere in quella stagione il suo nono scudetto di fila. L'impatto di Lukaku sul mondo Inter, alla ricerca di un giocatore in grado di riportarla alla vittoria tra i confini italici, è però devastante, anche se i 23 gol in Serie A e i 34 totali dell'annata, conclusa con la sfortunata sconfitta nella finale di Europa League contro il Sivigilia, non bastano per portare a casa trofei.

Le cose cambiano totalmente nella stagione 2020-2021. Il belga si dimostra in assoluto il giocatore più determinante del campionato italiano, formando con Lautaro Martinez una coppia micidiale. I gol in Serie A sono questa volta 24, un bottino che serve a regalare all'Inter la gioia dello scudetto numero 19 dopo ben undici anni di digiuno e a spodestare finalmente dal suo trono la Juventus. Un trionfo che rappresenta però il preludio al triste addio.

L'esperienza di Lukaku in Inghilterra, tra luci (poche) e ombre (tante)

L'estate del 2021, nonostante la vittoria del tricolore, si rivela per l'Inter molto complicata. Dopo l'addio di Antonio Conte e l'arrivo sulla panchina di Simone Inzaghi, per ragioni di bilancio e di sostenibilità economica il club è costretto a vendere i due pezzi pregiati della propria rosa, ovvero Hakimi e appunto Lukaku. Il belga fa ritorno al Chelsea il 12 agosto per la cifra monstre di 115 milioni di euro, un'offerta cui le casse interiste non possono assolutamente rinunciare.

La seconda esperienza con la maglia dei Blues si rivela però quasi fin da subito enormemente deludente. Il forte centravanti, pur risultando decisivo nella vittoria del Mondiale per club, non riesce praticamente mai a trovare il giusto feeling con il tecnico Tuchel, finendo spesso escluso dalla formazione titolare. L'annata termina alla fine con soli 8 gol in Premier League, con il desiderio di fare ritorno a Milano già espresso nel corso della stagione e sempre più vivo nella testa del giocatore. 

Lukaku-Inter parte 2: le cifre

Nel corso della poco fortunata annata al Chelsea, Lukaku aveva infatti espresso chiaramente il desiderio di tornare un giorno all'Inter. Un pensiero fisso ma che sembrava, almeno per l'immediato, di impossibile realizzazione. Con la fine dell'ultima stagione, che ha visto i nerazzurri perdere lo scudetto a favore del Milan, quella che sembrava un'idea da puro e semplice fantacalcio ha iniziato però a diventare man mano sempre più concreta.

Le voci del ritorno del belga alla Pinetina hanno iniziato a circolare fin da subito, ma con Marotta in forte pressing già su Dybala l'operazione sembrava tutto tranne che percorribile. Col passare delle settimane il tentativo da parte del diretto interessato di convincere il club inglese a lasciarlo partire ha incredibilmente dato i suoi frutti, con l'accordo ufficiale tra l'Inter e i Blues che sarebbe ormai in dirittura d'arrivo.

Se nelle scorse giornate il Chelsea sembrava voler spingere per l'inserimento nella trattativa di una contropartita come Skriniar o Dumfries, l'intesa di massima, come riportato anche da Sky Sport, sarebbe ora stata trovata sulla base di un prestito intorno ai 10 milioni più 2 circa di bonus legati ad eventuali risultati di squadra come ad esempio lo scudetto, con un ingaggio per l'attaccante da circa 9 milioni netti. Il via libera dall'Inghilterra sarebbe in pratica arrivato, con i due club che dovrebbero arrivare all'ufficialità in questi giorni.

Dalle parti di Milano si sta insomma già pensando ai preparativi per riaccogliere l'uomo del diciannovesimo scudetto, con Inzaghi che attende ora anche Dybala per poter dare vita ad un tridente da sogno con Lautaro Martinez e per dare così l'assalto al titolo della seconda stella.