I rigori in Serie A, come in qualunque campionato, sono delle ghiotte occasioni che spesso possono determinare l'esito di una partita. Il 2022 non è stato un anno però in cui chi si è presentato sul dischetto è stato particolarmente lucido e le statistiche confermano questo dato.

Rigori in Serie A 2022

Con l'avvento del VAR c'è stata una crescita anche nel numero di rigori assegnati in Serie A, ma con l'aumento numerico crescono anche gli errori dal dischetto.

Il campionato 2022 è molto incerto e la palla pesa sempre di più, ogni penalty sbagliato può gravare su un'intera stagione e ci vuole personalità e freddezza per presentarsi dagli undici metri arrivati a questa punto.

La percentuale di errore abbiamo detto che è aumentata con il passare degli anni, e infatti basta analizzare i dati relativi alle scorse stagioni paragonandoli con quella in corso.

Nel 2018-2019 sono stati sbagliati il 20.48 per cento dei rigori tirati mentre nel 2020-2021 solamente il 15.33 per cento.

Nel 2021-2022, invece, in netta controtendenza in confronto alla passata stagione c'è stato un aumento di errori e infatti la percentuale è fino ad ora del 21.43 per cento.

Il totale dei calci di rigore assegnati fino alle 35esima giornata è di 126, un numero molto alto che ci dice che più di un calcio dagli undici metri su cinque è stato sbagliato.

Rigori per Atalanta, Bologna, Cagliari ed Empoli

Analizziamo il numero di calci di rigori assegnati, calciati e segnati dalle prime squadre in ordine alfabetico di questa Serie A 2022.

Partiamo con l'Atalanta che ha potuto battere 6 calci di rigore sbagliandone uno solo con Ilicic nella partita contro l'Empoli.

Bottino pieno invece per Zapata che ne segna 3 e per Muriel che ne segna 2 portando così a 5 le reti totali della squadra di Gasperini dagli undici metri.

Il Bologna, nel corso di questa stagione, ha ricevuto solamente 4 rigori a favore e di questi ne ha segnati 3: 2 con Arnautovic e uno con Orsolini. Sempre dell'attaccante austriaco invece è l'errore nella partita contro l'Empoli.

Anche il Cagliari presenta la stessa identica statistica, 4 rigori assegnati in suo favore di cui 3 segnati, sia quelli concretizzati che quello sprecato arrivano da Joao Pedro.

L'Empoli invece è un cecchino infallibile dagli undici metri, molto bravo a procurarsi i calci di rigore e poi anche a trasformarli.

I penalty per la squadra toscana sono ben 7 tutti segnati da Pinamonti e da Bajrami che portano così la percentuale di riuscita al 100 per cento.

Rigori per Fiorentina, Genoa, Inter e Juventus

La Fiorentina è stata molto brava a procurarsi i calci di rigore in questa Serie A 2022, e infatti ne ha potuti battere ben 9.

Purtroppo però ne ha sbagliati 3 segnandone "solo" 6, gli errori sono arrivati da Vlahovic, Biraghi e Piatek.

Il Genoa ne ha conquistati 6 segnandone 5 purtroppo però l'errore è di quelli veramente pesanti, il capitano Domenico Criscito ha sbagliato il penalty decisivo nel derby contro la Sampdoria al minuto 96 nella sfida per la salvezza.

L'Inter è riuscito a procurarsene ben 11 ma si dimostra molto fallibile dato che ne ha trasformati solamente 7 sbagliandone 4, gli errori sono di Dimarco e di Lautaro che ne sbaglia ben 3.

La Juventus ne ha battuti ben 5 in meno dei rivali Nerazzurri e su 6 calciati ne ha sbagliato solamente 1, quello di Dybala contro la Salernitana.

Rigori per Lazio, Milan Napoli e Roma

Quando si parla di rigori in casa Lazio viene in mente subito un nome: Ciro Immobile, rigorista per eccellenza degli Aquilotti. In questa Serie A ne ha battuti 9 segnandone 7, i 2 sbagliati sono arrivati contro lo Spezia e ancora contro l'Empoli.

Il Milan invece ne ha avuti a disposizione 8 e di questi ne ha messi a segno 5 sbagliandone 3 contro la Lazio, la Roma e lo Spezia.

Il Napoli è stato bravissimo a procurarsi ben 12 tiri dal dischetto di questi però 3 li ha sbagliati, tutti e 3 gli errori sono arrivati da capitan Insigne contro Venezia, Fiorentina e Torino.

Con la Roma ritorniamo a una cifra sola grazie ai 7 penalty conquistati, di questi 5 li ha trasformati e 2 sbagliati entrambi contro la Juventus.

Rigori per Salernitana, Sampdoria, Sassuolo e Spezia

Nei paragrafi precedenti abbiamo potuto assistere a un buon numero di rigori conquistati per squadra in questa Serie A 2022, questo però non è il caso della Salernitana.

I Granata ne hanno battuti solamente 3 e li ha insaccati tutti grazie alle reti di Bonazzoli e Djuric contro Bologna e Verona e Venezia.

Alla Sampdoria non è andata molto meglio con i 2 penalty trasformati sui 4 a disposizione, a sbagliare sono Candreva e Caputo contro Juventus e Verona.

Il Sassuolo riempie bene l'area e punta spesso l'uomo, ecco perché è riuscito a conquistare 7 tiri dal dischetto e di questi non ne ha sbagliato nemmeno uno, 6 reti di Domenico Berardi e una di Scamacca.

A concludere il paragrafo incontriamo lo Spezia che ne conquista solamente 4 e di questi ne sbaglia uno con Verde contro il Cagliari, squadra contro cui lotta ora per conquistare la tanto sperata salvezza.

Rigori per Torino, Udinese, Venezia e Verona

Il Torino è una delle squadre più fredde dal dischetto e lo dimostrano i 6 rigori trasformati su 6 conquistati, Belotti e Lukic non hanno mai sprecano alcuna chance nel corso di questa stagione.

Anche l'Udinese ha una percentuale del cento per cento sui tiri dagli undici metri solamente che ne ha battuti 3, trasformandoli tutti quanti.

Anche il Venezia ne batte solamente 3 solo che uno di questi, calciato da Aramu, viene parato dal portiere del Sassuolo.

Infine troviamo il Verona ne sbaglia solamente uno su gli 8 conquistati, l'errore arriva da Simeone che colpisce il palo contro l'Empoli.

LEGGI ANCHE: Allenatori esonerati in Serie A nel 2022: eccoli tutti!

Quale squadra ne ha sbagliati di più?

Alla luce dei dati riportati nei paragrafi precedenti possiamo notare come alcune squadre abbiano sbagliato molto più di altre.

L'Inter è la prima di questa triste classifica con 4 rigori sbagliati, la seguono a ruota la Fiorentina, il Milan e il Napoli con 3 rigori sbagliati.

Con 2 rigori sbagliati troviamo poi la Lazio, la Roma e la Sampdoria tutte le altre ne hanno fallito uno oppure nessuno.

Se pensiamo alla percentuale di errore possiamo dire che questo non è stato sicuramente un anno preciso, parte dei meriti ovviamente va data ai portieri che sono riusciti a neutralizzare i tiri dal dischetto.

Ecco chi non sbaglia mai

Se alcune squadre hanno malamente sprecato alcune occasioni arrivate grazie all'assegnazione dei calci di rigore ce ne sono altre che sono state infallibili.

Parliamo dell'Empoli e del Sassuolo che hanno fatto 7 su 7, ma anche del Torino che ha fatto 6 su 6.

Menzione d'onore anche per Verona e Salernitana che hanno fatto 3 su 3 e 2 su 2, riuscendo a ottimizzare i pochi calci di rigore avuti a disposizione.

In una stagione incerta come questa, arrivati a questo punto del campionato, siamo sicuri che ogni penalty sbagliato peserà come un macigno, staremo a vedere se le squadre appena citate riusciranno a mantenere il loro bilancio perfetto.

Critiche al VAR

Con l'introduzione del VAR si pensava che gran parte delle polemiche potesse definitivamente terminare ma purtroppo così non è stato.

La discrezionalità negli episodi dubbi, alcune situazioni controverse e momenti di partita parecchio concitati hanno destato più di qualche perplessità tra i tifosi ma anche dagli addetti ai lavori.

Una delle critiche che più spesso viene rivolta al VAR è che molti rigori senza di esso non sarebbero stati fischiati, e che questo rischia di rovinare il gioco.

Senza ombra di dubbio il numero dei tiri dal dischetto è aumentato poiché ora gli arbitri hanno la possibilità di rivedere alcuni episodi, e questo è un dato innegabile.

È però altrettanto vero che, con l'avvento di questa nuova tecnologia, si può sperare di vedere un calcio sempre più pulito cercando di limitare al minimo gli errori sugli episodi.