Si prospetta un'altra serata di grande calcio con Roma e Leicester che sono pronte a darsi battaglia nella semifinale di ritorno di Conference League. I tifosi non vorranno sicuramente perdersela e dunque andiamo a scoprire dove vederla in TV questa sera oltre che ad approfondire tutto quello che c'è da sapere.

Roma-Leicester, dove vederla in TV

Questa sera alle ore 21.00 allo Stadio Olimpico si gioca la semifinale di ritorno di Conference League, Roma-Leicester.

Data la suddivisione dei diritti TV non è sempre chiaro dove si possono vedere le partite in TV e dunque è il caso di fare chiarezza anche su questa tematica.

Roma-Leicester sarà possibile vederla in chiaro su Tv 8, in abbonamento su Sky Sport Uno e Sky Sport 252 e in diretta streaming su Now, su Sky GO e su DAZN.

Saranno dunque molte le possibilità di poter assistere al big match della serata con uno Stadio Olimpico che per l'occasione si riempirà di tifosi.

L'appello di Mourinho è stato colto e assecondato e gli spalti potrebbero trasformarsi in una bolgia, anche perché la Roma è mancata all'appuntamento con partite così importanti per anni.

Le probabili formazioni

Roma-Leicester è una partita molto importante anche perché chi si aggiudica la vittoria finale della competizione entra di diritto nella fase a gironi di Europa League, e la squadra capitolina non è ancora certa del suo piazzamento in Serie A.

Per questo motivo, e anche per portare un titolo continentale nella capitale, Mourinho non ha alcuna intenzione di fare turnover, a riprova di quanto tenga a portare a casa il trofeo.

I Giallorossi dunque potrebbero schierarsi con un 3-4-2-1 con Rui Patricio in porta, Mancini, Smalling e Ibanez in difesa, Karsdorp e Zalewski sugli esterni, Cristante e Sergio Oliveira in mezzo al campo, Pellegrini sulla trequarti assieme a Zaniolo e in attacco Abraham.

Il Leicester invece dovrebbe schierarsi con un 4-1-4-1 con Schmeichel in porta Ricardo Pereira, Evans, Fofana e Justin in difesa, Tielemans a fare da schermo, Lookman, Maddison, Dewsbur-Hall e Barnes in centrocampo e con Vardy una punta.

Si prospetta una partita ricca di spettacolo e colpi di scena anche perché si riparte dal risultato di 1-1, e chi vuole passare il turno deve necessariamente vincere.

La partita di andata

Giocare in Inghilterra non è mai semplice e lo ha ampiamente dimostrato la partita d'andata che è stata estremamente dura per i Giallorossi.

Guardando le statistiche possiamo notare come la Roma abbia avuto solamente il 32 per cento di possesso palla e che abbia calciato solamente 4 volte, di cui due in porta, mettendo a segno il gol di Pellegrini che aveva regalato il momentaneo vantaggio alla squadra di Mourinho.

Lo sfortunato autogol di Mancini, arrivato al minuto 67, ha portato il risultato in parità e questa sera dunque sarà una partita decisiva.

La Roma dovrà fare qualcosa in più per riuscire a passare il turno e affrontare la tanto ambita finale, e questa sera siamo sicuri che la squadra ce la metterà tutta.

Qual è l'altra semifinale?

Dopo aver descritto Roma-Leicester e aver capito dove vederla in TV è il momento di analizzare l'altra importante semifinale che vede coinvolto il Feyenoord e l'Olympique Marsiglia.

Alla luce di quanto abbiamo visto nella partita di andata, che si è conclusa con il risultato di 3-2 in favore degli olandesi, possiamo dire che la sfida è molto equilibrata e che ogni risultato ci appare possibile.

Una settimana fa la squadra l'olandese ha mantenuto molto meno il possesso palla e il dominio del campo ma, nonostante questo, è stata più efficace in zona offensiva in confronto ai rivali.

A dire la verità le due difese sono sembrate tutt'altro che impenetrabili e questo non potrà fare altro che aumentare le emozioni nella sfida di questa sera.

La squadra francese deve recuperare il gol di svantaggio e nel farlo potrebbe lasciare spazi da attaccare ai giocatori del Feyenoord.

Quest'ultimi sono molto abili proprio in questo, sfruttare gli spazi a disposizione contrattaccando velocemente e verticalizzando.

Olympique Marsiglia-Feyenoord: le probabili formazioni

Alla luce dell'incerto risultato maturato nella semifinale d'andata nessuna delle due squadre è intenzionata a fare esperimenti né tanto meno turnover.

Il Marsiglia potrebbe partire con un 4-3-3 composto da Mandanda in porta, Rongier, Saliba, Caleta-Car e Luan Peres in difesa, in mezzo al campo spazio a Guendozi, Kamara e Gerson, davanti invece dovrebbero giocare Under, Milik e Payet.

Il Feyenoord dovrebbe partire con un 4-2-3-1 con Marciano in porta, dietro spazio a geertruida, Trauner, Senesi e Malacia, in mezzo dovrebbe partire Aursnes e Kokcu, i tre trequartisti dovrebbero essere Nelson, Til e Sinisterra, in attacco spazio a Dessers.

Una sfida veramente imprevedibile con due squadre che giocano un calcio divertente e propositivo, i 5 gol dell'andata potrebbero essere solo il preludio a una semifinale di ritorno da fuochi d'artificio.

Finale Conference League: dove si gioca e quando

Questa sera andranno in scena le due semifinali con Roma-Leicester e Olympique Marsiglia-Feyenoord che si preannunciano due sfide spettacolari.

Le due squadre che riusciranno a passar il turno si sfideranno nella tanto attesa finale, ma dove si gioca? Quando andrà in scena?

La finale si svolgerà a Tirana, in Albania, al National Arena e la corsa ai biglietti è già iniziata per quello che ci si aspetta essere un grande spettacolo.

La data che ha fissato la UEFA è il 25 maggio alle ore 21.00 e in quel giorno ci saranno due prime volte: la prima finale che si gioca in Albania e la prima della Conference League dato che il torneo è fresco d'introduzione.

Chi si qualifica alla Conference League

A determinare quale sarà la squadra che nella prossima stagione sarà impegnata in Conference League sarà la posizione in classifica in Serie A.

Infatti, la squadra italiana che si qualifica come settima prende parte a questa nuova competizione, ma c'è un'eccezione.

Se la Roma quest'anno riuscisse a vincere il trofeo e allo stesso tempo arrivasse settima in classifica, allora nessuna squadra parteciperebbe a questa competizione ma ci sarebbero 3 squadre italiane in Europa League.

Infatti, chi arriva al quinto e al sesto posto ha diritto a entrare nella seconda competizione europea ma anche chi vince la Conference ce l'ha.

In questo momento i Giallorossi occupano il quinto posto nella classifica di Serie A e di conseguenza, che vinca o non vinca la Conference League, se dovesse mantenere questa posizione guadagnerebbe l'Europa League.

A contendersi il settimo posto, per il momento, sono Fiorentina e Atalanta che sono appaiate a pari punti con l'Hellas Verona che le insegue.

Cosa vince chi si aggiudica la Conference League

Il bottino della Conference League non è il più ricco tra le competizione europee, come è ovvio che sia, ma comunque regala un bel gruzzoletto spendibile per il calciomercato o per sanare il proprio bilancio.

Si parla di circa 20 milioni di euro da destinare alla vincente e di circa 15 milioni a chi raggiunge la semifinale, insomma, qualche milione che può fare molto comodo in previsione della prossima stagione.

Inoltre, come abbiamo detto in precedenza, chi si aggiudica il trofeo entra di diritto nella fase a gironi di Europa League, e questo indipendentemente dall'aver raggiunto o meno l'obiettivo di classifica.

A tutto ciò bisogna poi aggiungere i soldi che si incassano dall'entrata allo stadio, dai diritti TV e dagli sponsor che aumentano nuovamente il valore di quanto si va a ricevere.

Semifinali Conference League: i pronostici

Una cosa è certa a proposito di questa competizione, che nessun risultato è minimamente prevedibile o scontato.

Le semifinali hanno dimostrato un totale equilibrio tra le quattro squadre partecipanti che ora, arrivate a questo punto, ambisco ad andare in finale.

L'Olimpique Marsiglia potrebbe ribaltare il risultato dell'andata spinta dai suoi tifosi, mentre la Roma spinta dall'Olimpico potrebbe vincere contro il temibile Leicester.

Per avere il responso definitivo sarà necessario attendere la fine di questa serata, nella quale prevarrà su tutto il resto il grande spettacolo di Conference League.