+71%. Questo è il dato dell’ecommerce ottenuto a seguito della pandemia da Covid-19 secondo un sondaggio condotto da Salesforce

Inoltre, secondo Osservatorio Innovative Payments della School of Management del Politecnico di Milano, i pagamenti elettronici nel 2020 hanno superato i 5,2 miliardi di euro. 

Tuttavia, anche a causa della crisi pandemica sono aumentate le richieste di pagamenti rateizzati. Ovviamente, la soluzione che più aggrada i consumatori è quella caratterizzata da piccole rate senza interessi. 

In risposta a questa esigenza si è presentato ai consumatori Scalapay. Si tratta di una fintech italiana fondata nel 2019 da Simone Mancini e Johnny Mitrevski

L’idea del brand è stata spiegata dal CEO Simone Mancini: 

Volevamo creare un servizio in grado di dilazionare il pagamento, alleggerendo l’impatto della spesa sul budget mensile del consumatore finale.

Molti sono stati gli ecommerce che si sono avvalsi dei servizi offerti da Scalapay all’interno del proprio carrello.

Ma vediamo più nel dettaglio come funziona Scalapay e come poterne usufruire. 

Prima di capire come funziona, cos’è Scalapay?

Partiamo dal principio, prima di vedere come funziona Scalapay definiamo cos’è. Si tratta di un metodo di pagamento innovativo che si rifà al principio "Buy now, pay later”.

Scalapay è una startup italiana con sede a Milano, creata da Simone Mancini e Johnny Mitrevski. Il successo è stato enorme. Questo perché la piattaforma ha presentato una modalità di pagamento estremamente vantaggiosa sia per il compratore che per il venditore. 

Infatti, attraverso Scalapay, l’utente potrà acquistare ciò che desidera e riceverlo subito a casa. Invece, per quanto riguarda il pagamento, esso avverrà in tre comode rate senza interessi. Infatti, il servizio non presenta costi aggiuntivi. 

Ovviamente, ci saranno costi aggiuntivi qualora le rate non dovessero essere pagate alla loro scadenza.

Ma come funzionano le rate di Scalapay? Al momento dell’acquisto verrà addebitata la prima rata. Successivamente, le altre due rate verranno pagate con scadenza mensile.

Dunque la seconda rata verrà detratta dopo un mese dal giorno dell’acquisto e la terza rata dopo due mesi.

Scalapay è disponibile, ad oggi, in Italia, Francia, Irlanda, Australia e Germania.

Come funziona Scalapay?

Iniziamo col dire che i negozi che hanno voluto aderire all’offerta di Scalapay sono stati tantissimi. Infatti, potrete trovare questo metodo di dilazione di pagamento in diversi settori, dalla moda alle farmacie. 

Capire come funziona Scalapay è molto semplice. Infatti, pensiamo di dover pagare un importo di 300 euro. I primi 100 euro verranno pagati al momento dell’acquisto. I restanti 200 euro saranno suddivisi in egual misura nei due mesi successivi. Tutto senza interessi.

Ovviamente, qualora il cliente dovesse tardare con i pagamenti, si applicheranno dei costi aggiuntivi.

Inoltre, il venditore beneficia dell’intero importo della transazione, meno una commissione di servizio applicata da Scalapay. Questa commissione è stata imposta in quanto Scalapay si assume tutti i rischi causati da possibili frodi o pagamenti insoluti.

Sono molti i negozi online che utilizzano il servizio di pagamento con Scalapay. Sul sito ufficiale della piattaforma è disponibile anche una lista di tutti i negozi affiliati. 

Attenzione: Scalapay non è solo negli ecommerce. Infatti, da settembre 2020 può essere utilizzato anche all’interno di negozi fisici convenzionati. Il cliente non dovrà fare altro che sbarrare la casella “in store” sul sito. Da qui verrà generato un codice a barre da presentare al momento del pagamento in negozio. 

Dopo aver capito come funziona Scalapay, ricordiamo che per iniziare ad usufruire del servizio offerto dalla piattaforma, sarà necessario registrarsi al sito ufficiale di Scalapay. Un altro metodo è quello di cliccare direttamente sul bottone “Paga con Scalapay” sul sito dell’ecommerce su cui stiamo acquistando.

Dopo aver inserito i dati richiesti, la piattaforma eroga da subito il prestito. In questo modo la merce risulterà pagata ed arriverà a casa del cliente nei tempi previsti dall’ecommerce. 

Ricorda: quando si acquista per la prima volta tramite Scalapay, l’importo massimo sarà di 300 euro.

Come funziona Scalapay: i vantaggi 

Ora che abbiamo capito come funziona Scalapay sono abbastanza evidenti anche i vantaggi offerti da questo servizio. 

Infatti, il vantaggio principale dal lato del venditore è quello di ricevere l’importo della transazione in modo istantaneo. In questo modo, si registra anche un aumento della spesa media sull’ecommerce che utilizza il servizio di Scalapay. 

Infatti, lo stesso sito evidenzia un aumento del 48% del carrello medio ed un +11% di tasso di conversione.

Secondo i dati ottenuti dall’Osservatorio ecommerce B2C la motivazione principale per la quale le persone abbandonano il carrello è che l’importo totale risulta essere troppo alto.

Ovviamente, viene trattenuta da Scalapay una percentuale dell’importo totale del venditore. Questo avviene perché la piattaforma si assume qualsiasi rischio connesso all’insolvenza del compratore ed alle frodi.

Per quanto riguarda invece i vantaggi dal lato cliente, è importante evidenziare l’assenza degli interessi. Inoltre, caratteristiche importanti che hanno fatto innamorare gli utenti di Scalapay sono l’immediatezza e la facilità di accesso. In questo modo le persone hanno la possibilità di comprare qualcosa senza gravare interamente sul budget mensile.

Scalapay: come funziona se non si riesce a pagare in tempo?

Ma se qualcuno non paga? Come funziona Scalapay se non si riesce a pagare in tempo? Il servizio è gratuito, ma bisogna prestare attenzione alle scadenze. Infatti, qualora si verifichi un ritardo nei pagamenti, verrà addebitata una maggiorazione ad essi

Il valore della maggiorazione addebitata dipenderà direttamente dai giorni di ritardo che si verificheranno.

Ad esempio, se il pagamento subisce un ritardo superiore ad un giorno, la rata verrà maggiorata di 6 euro. Se il ritardo supera i 9 giorni, la rata aumenterà di ulteriori 6 euro. Questo fino ad arrivare ad un massimo di 12 euro aggiuntivi per rata.

Ma se hai paura di dimenticarti non preoccuparti! Infatti, Scalapay avvisa tramite SMS o email qualche giorno prima della scadenza della rata.

Inoltre, sul sito di Scalapay è presente una nota riguardante i ritardi nei pagamenti. Essa afferma che per tutti coloro che non dovessero riuscire a pagare la loro rata in tempo e che presentano delle circostanze attenuanti, è disponibile un servizio di assistenza

Scalapay chiede dunque a queste persone di contattare direttamente la piattaforma per trovare insieme la soluzione migliore. In questo modo, la piattaforma viene direttamente incontro ad i suoi clienti. 

Come funziona Scalapay per i venditori?

Ora che abbiamo capito come funziona Scalapay per i clienti, vediamo come sfruttarla dal lato venditore. 

Scalapay permette di diminuire il tasso di abbandono del carrello. Infatti, spesso le persone arrivano al momento del check-out e decidono di abbandonare il carrello a causa dei costi elevati. 

Tuttavia, offrendo ai clienti la possibilità di rateizzare il pagamento, il tasso di abbandono del cartello diminuisce. 

Tutto ciò porta ad un aumento dei tassi di conversione ed anche un aumento del valore totale delle vendite. Infatti, alcune persone, potendo dilazionare i loro pagamenti, decidono di acquistare una quantità maggiore di prodotti su un ecommerce. 

Infine, secondo quanto affermato dal sito di Scalapay, il 64% degli utenti riacquista entro tre mesi sullo stesso sito utilizzando la piattaforma.

Se possiedi un ecommerce ed hai intenzione di attivare il servizio offerto da Scalapay gli step da seguire saranno molto semplici.

Ricorda: per policy aziendale il servizio di Scalapay non può essere integrato sui siti in costruzione. Infatti, sarà necessario attendere 6 mesi prima di fare una richiesta di integrazione con Scalapay.

Dunque, se il tuo ecommerce è già stato avviato, dovrai seguire dei semplici step. Per prima cosa dovrai comunicare il tuo interesse ad usufruire del servizio tramite il sito di Scalapay. È infatti presente un modulo dedicato per l’integrazione.

Successivamente, uno dei membri del team di Scalapay ti contatterà entro pochi giorni per definire la vostra futura collaborazione. 

In questa occasione potrai domandare all’operatore tutto ciò che non ti è chiaro sul servizio.

Ovviamente, come ogni altro metodo di pagamento, anche Scalapay richiede una commissione al venditore. Tuttavia, se si confronta con la maggiore possibilità di guadagno offerta, essa appare irrisoria.

Dopo aver visto come funziona Scalapay vediamo i competitor

Ovviamente, nessuna grande idea non ha dei competitor. Dopo aver visto come funziona Scalapay vediamo anche chi sono e come si muovono i suoi competitor.

Un servizio simile a quello erogato da Scalapay è rappresentato da Klarna. Si tratta di un portale svedese fondato nel 2005. L’app si è da subito concentrata sulle catene di abbigliamento in tutto il mondo. Infatti, presenta una rete di negozi estremamente ampia. 

Anche in questo caso, l’importo totale può essere suddiviso in tre rate mensili senza interessi.

Per capire come funziona Klarna con i ritardi nel pagamento, ritorniamo a Scalapay. Infatti, anche Klarna applica delle maggiorazioni in caso di ritardo nei pagamenti.

Esse presentano degli importi differenti in base all’importo da pagare:

  • 3 euro se il valore dell’ordine non supera i 100 euro;
  • 5 euro se il valore dell’ordine non supera i 199 euro;
  • 8 euro per coloro che hanno effettuato un acquisto superiore ai 200 euro.

Un altro servizio simile a Scalapay è rappresentato da Pagantis. Si tratta di una società spagnola che consente di pagare a rate senza interessi. 

Oppure, esiste anche Soisy che permette di pagare a rate sfruttando tassi di interesse convenienti. Tuttavia, in questo caso parliamo di una modalità differente. Infatti, parliamo di peer to peer lending. Ciò significa che la piattaforma non presta direttamente il denaro, ma mette in contatto domanda e offerta di finanziamento. 

Infine, parliamo del colosso dell’ecommerce per eccellenza: Amazon

Anche tramite Amazon è possibile pagare i prodotti in 5 rate mensili senza interessi. Tuttavia, la peculiarità risiede nel fatto che questa modalità di pagamento non è garantita per tutti gli utenti. Inoltre, la dilazione dei pagamenti si applica solo per i prodotti a marchio Amazon.