Quasi 2.000€ di multa e 1 punto in meno sulla patente per chi lo trasporta in auto

Si rischia quasi 2.000 euro di multa e la decurtazione di un punto dalla patente di guida se lo si trasporta in auto. Il Codice della Strada parla chiaro.

quasi 2000 euro di multa

Conoscere il Codice della Strada è il primo passo per evitare multe salate, talvolta accompagnate dalla decurtazione di punti sulla patente.

Le regole da rispettare non sono poche, esattamente come le situazioni che richiedono un’attenzione in più per evitare le sanzioni, soprattutto tenendo conto delle diverse modifiche che il Codice della Strada ha subito negli anni.

Non tutti lo sanno, ma c’è un caso in particolare in cui si rischia di dover pagare quasi 2.000 euro di multa, nonché vedersi togliere un punto dalla patente. Vediamo di cosa si tratta e cosa fare per evitare spiacevoli sorprese.

Quasi 2.000 euro di multa e 1 punto in meno sulla patente per chi lo trasporta in auto

Così come esistono regole rigide da rispettare per garantire la sicurezza dei più piccoli, ne esistono anche per il trasporto di cani in auto o di altri animali domestici.

D’altra parte, cani o gatti vengono spesso considerati dai propri padroni proprio come dei figli e le occasioni di portarli con sé in auto non mancano, da brevi tratti a lunghi viaggi.

In entrambi i casi è bene tenere a mente le regole del Codice della Strada. Nel dettaglio, sono due gli articoli da prendere in considerazione: l’articolo 169 e l’articolo 170. Il primo, infatti, stabilisce le norme per il trasporto di persone, animali e oggetti su veicoli a motori, mentre il secondo è dedicato alle regole per il trasporto di persone e oggetti sui veicoli a motore a due ruote.

Vediamo, dunque, quali sono le norme stabilite dal Codice della Strada in merito al trasporto di animali domestici in auto: non conoscerle o sottovalutarle può portare al pagamento di una multa di quasi 2.000 euro e alla perdita di un punto dalla patente.

Come funziona il trasporto cani e gatti in auto

Il primo articolo che interessa i padroni di cani, gatti o altri pet e il loro trasporto in auto è l’art. 169 del Codice della Strada in cui viene fatto divieto di trasportare animali domestici:

in numero superiore a uno e comunque in condizioni da costituire impedimento o pericolo per la guida.

In sostanza, non esiste uno specifico punto nell’abitacolo destinato al trasporto dell’animale, ma è fondamentale che questi non intralci la vista o rechi disturbo al guidatore, con il rischio di causare un incidente.

È ragionevole pensare, quindi, che non sia conveniente lasciare completamente libero il cane o il gatto di muoversi nell’abitacolo. Sconsigliato è anche tenere l’animale, anche qualora si tratti di un cane di piccola taglia, sulle gambe del passeggero e ancor meno su quelle del guidatore.

Leggi anche: Codice della strada 2022, cambiano multe e sanzioni

Cosa fare in caso di trasporto cani e gatti in numero superiore a uno

Quanto abbiamo detto vale per il trasporto di massimo un animale domestico in auto, ma quali sono le norme da seguire se si intende portare con sé due o più animali?

In questo caso, l’articolo 169 del Codice della Strada chiarisce che è consentito portare due o più animali in auto, ma:

purché custoditi in apposita gabbia o contenitore o nel vano posteriore al posto di guida appositamente diviso da rete od altro analogo mezzo idoneo […]

Quindi, se nel caso di un solo animale domestico è necessario fare attenzione che il guidatore non venga disturbato, nel caso di più cani o gatti è obbligatorio tenerli in gabbiette o contenitori. Questo, però, può valere per animali domestici di piccola taglia. Cani di medie o grandi dimensioni, per esempio, possono essere invece trasportati sul sedile posteriore, ma è necessario installare una rete divisoria, in modo da evitare che l’animale possa disturbare l’automobilista alla guida.

Ed è proprio su questo punto che è importante porre molta attenzione. Come vedremo a breve, infatti, chi non rispetta le norme del Codice della Strada rischia la multa, ma in alcuni casi può essere davvero salata.

Trasporto animali domestici in auto: a quanto ammonta la multa e perché può aumentare fino a quasi 2.000 euro

L’articolo 169 del Codice della Strada stabilisce anche l’ammontare della multa per coloro che violano le disposizioni.

Nel caso del trasporto di animali domestici in auto, chi non rispetta la legge rischia di dover pagare una sanzione amministrativa da 87 euro a 344 euro. Oltre a dover pagare la multa, però, al conducente viene anche decurtato un punto dalla patente.

Ma chi è che invece rischia di dover pagare quasi 2.000 euro allora?

Ebbene, in questo caso bisogna tornare a quanto detto nel precedente paragrafo, quando abbiamo parlato del trasporto cani di taglia grande in auto. A questo proposito, abbiamo visto che l’animale può stare sul sedile posteriore, ma che deve essere installata una rete divisoria.

Se si ha intenzione di installare una rete divisoria fissa, però, è necessario fare apposita richiesta di autorizzazione all’ufficio competente della Motorizzazione Civile.

Se questo passaggio non viene effettuato, infatti, il proprietario rischia di dover pagare un’ulteriore multa che, in questo caso, è anche molto più salata: si va, infatti, dai 430 ai 1.731 euro.

Leggi anche: Ricevere le multe a casa costerà di più: automobilisti nel mirino del caro prezzi