Case Green e mutuo, ecco i consigli da seguire

Ma cosa sono esattamente i mutui green e a chi spettano? In questo articolo, illustriamo come funzionano i mutui green, perché sono vantaggiosi e come fare per richiederli in banca.

mutuo green

I mutui Green sono un nuovo prodotto finanziario sviluppato dalle banche per incoraggiare gli investimenti nell'edilizia verde e sostenibile. Questi mutui sono concepiti per incoraggiare l'acquisto, la costruzione e la ristrutturazione di edifici efficienti dal punto di vista energetico e rispettosi dell'ambiente.

Le tipologie di mutui green

In particolare, esistono tre tipi di mutui Green:

  • Il primo è per l'acquisto di una casa green già esistente. Il primo mutuo è destinato all'acquisto di un'abitazione verde già esistente. In questo caso, il mutuo è destinato a finanziare l'acquisto di un'abitazione di classe energetica A o B. L'abitazione è alimentata da un sistema di riscaldamento basato su fonti energetiche alternative, che non disperde calore, non emette grandi quantità di CO2 ed è alimentato da un sistema obsoleto o non conforme,

  • Il secondo riguarda la costruzione di case ecologiche. Quando si richiede un prestito per la costruzione di una casa, è necessario presentare un progetto definitivo per verificare i criteri di consegna, che include miglioramenti dell'efficienza energetica,

  • Il terzo riguarda la ristrutturazione di edifici esistenti per renderli più ecologici. Per la ristrutturazione verde di abitazioni esistenti valgono le stesse regole dei mutui verdi per la costruzione di abitazioni verdi. Per ottenere l'approvazione della banca, i piani di costruzione devono essere presentati in conformità alle normative ambientali applicabili. Sono consentite misure come l'installazione di pannelli solari e fotovoltaici e l'isolamento, oltre a impianti di riscaldamento ed elettrici efficienti e apparecchi di illuminazione per evitare la dispersione di calore verso l'esterno e ridurre gli sprechi energetici.

In tutti questi casi, le banche offrono tassi d'interesse vantaggiosi e condizioni contrattuali favorevoli a chi dimostra il proprio impegno per l'ambiente e sceglie di acquistare o ristrutturare la propria casa tenendo conto dell'efficienza energetica. Tra i vantaggi dei mutui verdi vi è la riduzione delle bollette di luce e gas, in quanto l'efficienza energetica riduce i costi di riscaldamento e raffreddamento.

Ecco perché conviene aprire un mutuo green

Oltre ai vantaggi ambientali, i mutui Green hanno spesso tassi di interesse più bassi rispetto ai mutui convenzionali, grazie alle campagne bancarie dedicate a questo tipo di utilizzo. Va notato che le case ad alta efficienza energetica (classe A o B) hanno un valore intrinseco più elevato in termini di rivendita e di affitto.

Per questo motivo le banche offrono condizioni favorevoli per i mutui Green, in modo che i mutuatari abbiano il doppio vantaggio di avere tassi di interesse più bassi e allo stesso tempo di acquistare una casa di maggior valore. Inoltre, l'efficienza energetica si traduce in bollette più basse, il che rappresenta un ulteriore vantaggio per i proprietari di casa.

Ecco cosa serve per ottenere un mutuo green

Per ottenere un mutuo Green, l'edificio che si intende acquistare o ristrutturare deve essere efficiente dal punto di vista energetico, anche se i requisiti possono variare da banca a banca. Per l'acquisto, l'immobile deve essere classificato in classe energetica A o B.

Per le ristrutturazioni, i lavori devono migliorare l'efficienza energetica dell'edificio di almeno il 30%, il che significa che deve salire di due o più classi energetiche. Pertanto, per qualificarsi per un mutuo verde, l'efficienza energetica dell'immobile deve essere presa in considerazione e valutata per determinare se soddisfa i criteri richiesti dalla banca.

Per richiedere un mutuo ipotecario Green è necessario presentare all'istituto di credito diversi documenti, oltre al certificato dell'immobile da finanziare.

Alcuni dei documenti richiesti sono:

  • Documenti relativi alla persona, come carta d'identità, codice fiscale, struttura familiare, residenza, ecc,

  • Prova di reddito che dimostri la capacità del richiedente di rimborsare il prestito, come ad esempio il CUD o la busta paga per i dipendenti o l'UNICO per i titolari di partita IVA?

  • Infine, sia per gli immobili nuovi che per quelli ristrutturati, è importante fornire un preventivo dei lavori e un preventivo del progetto di efficienza energetica.

In quest'ultimo caso, è consigliabile rivolgersi a uno specialista in ristrutturazioni per elaborare un progetto che soddisfi i requisiti della banca per i mutui green.