Non è un periodo facile per molti italiani a causa dell'inflazione che ha fatto aumentare il prezzo dei mutui, dell'affitto, dei biglietti del trasporto pubblico e anche dei generi alimentari più consumati. Per fortuna esistono sconti, agevolazioni e bonus per le famiglie a basso reddito. Tra questi c’è da segnalare sicuramente la tregua sulla TARI, la tassa sui rifiuti, che alcuni fortunati cittadini potranno pagare in misura drasticamente ridotta.

Attenzione però, per avere lo sconto serve iscriversi ad un bando e allegare il proprio ISEE. Questa iniziativa è stata promossa per i fortunati abitanti di un Comune italiano che ha deciso di aiutare chi è in difficoltà economica.

Una tregua sulla TARI per le famiglie a basso reddito: scopri se possiedi i requisiti per richiederla

Chi versa in situazioni di disagio economico, ha perso il lavoro, è percettore di Reddito di cittadinanza o, semplicemente, fa fatica ad arrivare a fine mese, può giovare di una tregua sull’imposizione fiscale. Un Comune italiano ha deciso di ridurre la TARI. I beneficiari della misura dovranno pagare soltanto un terzo del prezzo originario. Si tratta di Fermo, nelle Marche, dove il sindaco Paolo Calcinaro ha deciso di confermare la misura agevolativa introdotta lo scorso anno, considerando il generale rincaro dei prezzi. Queste le sue parole:

“In questo momento, questa misura costituisce un passo piuttosto importante più delle altre volte, una possibilità concreta per tante famiglie di andare a decurtare un tributo fisso. L’invito è di partecipare al bando, non appena sarà pubblico, per ottenere questa agevolazione".

Come abbiamo anticipato, per richiedere la tregua sulla tassa sui rifiuti serve partecipare ad uno specifico bando e consegnare l’indicatore economico ISEE. Di seguito tutte le istruzioni dettagliate.

Leggi anche: Riforma fiscale, flat tax, IRPEF: che succede dopo le elezioni?

Come richiedere lo sconto sulla TARI

Qualcuno potrebbe chiamarlo bonus TARI, si tratta in realtà di uno sconto notevole (pari ad un terzo del totale) per le famiglie con reddito basso, specialmente quelle con figli a carico (piccoli e studenti universitari fuori sede). In particolare l’Amministrazione di Fermo ha deciso di destinare la misura a chi ha un solo requisito: l’ISEE inferiore a 19.000 euro. Chi volesse partecipare deve affrettarsi a richiedere al CAF questo importantissimo documento, con il quale ottenere altri sconti e agevolazioni.

A breve l’Amministrazione comunale pubblicherà il bando approvato dalla Giunta dove ci saranno modi, tempi e scadenze per partecipare. Manca poco, perché la misura si riferisce alla tassa comunale in scadenza il prossimo 23 dicembre e sarà valida per tutto il 2023.