Chiara Ferragni vieta la parola beneficenza: cosa non si può scrivere sul canale Telegram

Chiara Ferragni vieta la parola beneficenza sul suo canale Telegram e fa scoppiare una polemica. Ecco cosa è successo e cos'altro non si può scrivere.

Chiara Ferragni è ancora una volta al centro di una polemica sui social. Il 15 marzo 2024, l’influencer ha aperto il suo primo canale Telegram, “Chiara’s most loyal”, dedicato ai suoi fan più affezionati.

Sul canale è possibile lasciare commenti e rispondere ai post pubblicati da Chiara. Tuttavia, l’influencer ha il pieno controllo sui messaggi lasciati dai suoi follower e può decidere di oscurarli o cancellarli a suo piacimento.

La polemica che la vede coinvolta questa volta ha a che fare proprio con i commenti negativi: Chiara Ferragni ha vietato la parola beneficenza e alcune altre sul suo canale, che non possono essere pubblicate. Quindi, non è possibile lasciare un commento contenete uno di questi termini, perché viene immediatamente cancellato in automatico dalla piattaforma. Ecco cosa è successo e quali sono le parole bandite.

Chiara Ferragni vieta la parola beneficenza su Telegram: ecco cosa è successo

Il 15 marzo, Chiara Ferragni ha aperto il suo primo canale Telegram e l’ha chiamato “Chiara’s most loyal”, dedicandolo ai suoi followers più attivi e affezionati.

Lo scopo del canale, ha spiegato l’influencer, è quello di comunicare più direttamente con i suoi fan. Infatti, Chiara aveva già un canale broadcast molto simile su Instagram, il suo social prediletto, ma lì le interazioni sono molto limitate. Su Telegram, a differenza degli altri social, gli iscritti ai canali come quello di Chiara Ferragni possono lasciare non solo reazioni, ma anche commenti. Ecco, quindi, il perché di questa scelta.

Il canale è partito abbastanza bene, raggiungendo i 20.000 iscritti in poche ore. Tuttavia, si è presto fermato sotto i 60.000. Un numero molto modesto, se si pensa che il canale di Chiara su Instagram conta 380.000 membri.

Per quanto riguarda i contenuti, dopo un breve audio di benvenuto per i suoi follower, Chiara Ferragni si è limitata a postare alcuni selfie e qualche foto degli outfit del giorno e a chiedere ai fan come fosse andata la loro giornata.

In realtà, questo esperimento sembra non aver convinto nemmeno l’influencer, che non ha più parlato nelle sue storie dopo il lancio e che ha smesso di pubblicare sul canale dal 20 marzo. Non è possibile dire se tornerà attiva o se lascerà che il progetto si areni.

Nel frattempo, però, il nuovo canale è già al centro di una polemica sui social. Infatti, in molti hanno subito notato che non si può scrivere proprio tutto sul canale Telegram di Chiara Ferragni. L’influencer ha bloccato alcune parole che non possono essere commentate, tra cui addirittura il termine beneficenza.

Come è facile immaginare, le parole vietate hanno a che fare con il caso di truffa aggravata per cui l’influencer è indagata da dicembre 2023. Sembra, infatti, che Chiara Ferragni non voglia dare spazio all’argomento sul suo canale e che non voglia dare modo alle persone di inondare i post dedicati ai suoi fan con commenti negativi e pieni di odio.

La lista delle parole che non si possono scrivere nei commenti

Chiara Ferragni ha vietato la parola beneficenza sul suo canale Telegram, ma non solo. In realtà, non si tratta di nulla di strano. Infatti, bloccare alcuni termini è una delle prime impostazioni di cui si occupano i moderatori degli spazi pubblici online, come i canali su Telegram. Chiara e il suo team non sono stati da meno, stroncando sul nascere commenti spiacevoli e conversazioni sgradite.

Le parole vietate sono diverse e non è difficile immaginare quali siano. Infatti, sono tutte riconducibili al caso Balocco che da dicembre 2023 vede Chiara Ferragni nel mezzo di un’indagine per truffa aggravata. Non sono bloccati, invece, tutti i termini che hanno a che fare con la fine del matrimonio dei Ferragnez, come separazione, divorzio o il nome di Fedez. Le parole che non si possono scrivere nei commenti di “Chiara’s most loyal” sono:

  • beneficenza

  • pandoro

  • truffa

  • Balocco

  • uova di Pasqua

  • Oreo

I commenti che contengono queste parole sono automaticamente cancellati dal sistema al momento della pubblicazione e non compaiono sul canale Telegram di Chiara Ferragni. Per quanto riguarda chi li scrive, l’unica conseguenza è il fatto che dopo un certo numero di tentativi di commenti contenenti le parole proibite, la piattaforma impedirà di pubblicare qualsiasi messaggio.

Tuttavia, è possibile aggirare questo blocco in un modo molto semplice: storpiando le parole vietate. Infatti, basta cambiare una lettera o sostituirla con un numero perché il commento sfugga alla cancellazione immediata. Al momento, Chiara Ferragni non ha aggiunto alla lista dei termini vietati gli errori grammaticali (come “beneficienza”) o le storpiature più comuni delle parole che ha bloccato ma non è da escludere che lo faccia in futuro.

Bianca Papasodero
Bianca Papasodero
Redattrice, classe 1999. Creativa, determinata e curiosa, ho tante passioni: dai libri di tutti i generi al beauty, dall'astrologia alla musica, dall'arte allo spettacolo. Sono da sempre affascinata dal mondo della comunicazione e per questo mi sono laureata in Comunicazione, media e pubblicità all'università IULM di Milano. La passione per la materia mi ha spinto a continuare gli studi e mi sono iscritta al corso magistrale di Editoria, culture della comunicazione e della moda dell'Università degli Studi di Milano. Sono un'avida lettrice e un'appassionata di storie da che ho memoria. Per me scrivere è sempre stato un conforto e il mio sogno nel cassetto, fin da bambina, è farne una professione. Il mio motto è speak your mind
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate