A Piazza Affari prosegue in netto calo la seduta di Leonardo che dopo tre giornate consecutive in progresso, è colpito dalle vendite oggi.

Leonardo: scattano i sell dopo tre sedute in rialzo

Il titolo, dopo aver chiuso la sessione di ieri con un rally di circa tre punti e mezzo percentuali, oggi cede il passo alle prese di profitto, accusando una delle peggiori performance nel paniere delle blue chip.

Mentre scriviamo, Leonardo si presenta a 9,75 euro, con un ribasso del 3,27% e oltre 3 milioni di azioni passate di mano fino a ora, contro la media degli ultimi 30 giorni pari a circa 3,6 milioni.

Fincantieri: la corsa al rialzo continua

Al di fuori del paniere del Ftse Mib, prosegue invece la festa per Fincantieri che oggi sale per la quarta seduta di fila.

Dopo aver archiviato la giornata di ieri con un vantaggio di oltre due punti percentuali, il titolo propone lo stesso copione oggi, mostrando un rialzo del 2,4% a 0,598 euro con volumi di scambio vivaci, visto che fino a ora sono transitate sul mercato oltre 2,7 milioni di azioni, rispetto alla media mensile pari a circa 1,7 milioni.

Fincantieri e Leonardo: focus su tema polo nazionale della difesa

Fincantieri e Leonardo finiscono nuovamente sotto la lente sulla scia delle indicazioni di stampa.  
Il Sole 24 Ore di oggi torna a focalizzarsi sul tema del polo nazionale della difesa.

Nell’articolo dedicato viene fatto un riassunto delle principali dichiarazioni delle ultime settimane dei soggetti potenzialmente coinvolti sul tema, ossia Governo e CEO delle due società, e viene ribadito che, nell’attuale contesto caratterizzato da un aumento della spesa militare, il dossier è stato ripreso in mano dal Governo che lo sta valutando.

Come già emerso in passato, l’articolo sottolinea che non si valuta solo un merger tra Leonardo e Fincantieri, ma anche la creazione di joint-venture, come nel caso di Orizzonte Sistemi Navali, finalizzate a rafforzare la collaborazione delle due società in specifici segmenti di mercato.

Fincantieri e Leonardo: view e strategia di Equita SIM

Equita SIM evidenzia che negli ultimi mesi, articoli e dichiarazioni da parte di esponenti politici in merito ad una possibile fusione o al rafforzamento di collaborazioni tra Leonardo e Fincantieri si stanno moltiplicando.

Gli esperti ritengono credibile che qualcosa si stia effettivamente muovendo in questa direzione, anche se rimangono da chiarire le sinergie e le modalità di realizzazione.

In attesa di novità gli analisti di Equita SIM mantengono una view bullish su Leonardo, con una raccomandazione "buy" e un prezzo obiettivo a 11 euro, mentre la strategia resta cauta su Fincantieri, con un rating "hold" e un target price a 0,67 euro.