Il bonus 200 euro arriverà anche nel mese di agosto? La risposta è sì, ma non per tutti. In questo breve articolo andremo a scoprire chi saranno i soggetti fortunati a cui l’Inps provvederà ad erogare il Bonus 200 euro il prossimo mese. 

 Bonus 200 euro anche nel mese di agosto? Sì, ma solo per queste persone! Ecco i fortunati

Il bonus 200 euro è già stato pagato dall’Inps ai pensionati italiani, sia a coloro che ricevono i trattamenti pensionistici sul proprio conto corrente, sia a coloro che si recano fisicamente agli ATM o negli uffici di Poste Italiane per la riscossione. 

Per i percettori della Nuova Assicurazione Sociale per l’Impiego, invece, i tempi sono un po’ più dilatati: la prestazione economica targata Draghi verrà versata solamente nel mese di ottobre e, nello stesso mese, arriveranno i pagamenti anche per tutti gli ex percettori delle Indennità Una Tantum Covid-19

Stiamo parlando dei lavoratori stagionali del turismo, degli stabilimenti, oltre che i lavoratori intermittenti, gli incaricati delle vendite a domicilio, i Co.co.co. e i lavoratori del settore dello spettacolo. Per costoro, l’Istituto Inps verserà il Bonus 200 euro solo su domanda, che dovrà essere inoltrata per via telematica, accedendo sul sito ufficiale dell’Istituto, selezionando l’Indennità Una tantum 200 euro e completando tutti i campi. 

Sempre ad ottobre – si pensa – arriverà il Bonus 200 euro per le Partite Iva che attendono un decreto attuativo che tarda ad arrivare. E non di poco! Il decreto per le P. Iva, infatti, doveva essere pubblicato entro 30 giorni dalla data di entrata in vigore del decreto-aiuti del 17 maggio 2022, entrato in vigore il 18 maggio. Ma ancora oggi, dopo un mese e mezzo, tutto tace. 

Per approfondire l’argomento vi consiglio la lettura di questo articolo della collega Francesca Ciani: Partite IVA: qualcosa non va! L’attesa dei 200€ non é finita! I nuovi problemi

Per i lavoratori dipendenti pubblici, gli accrediti arriveranno direttamente in busta paga di luglio, grazie ai dati incrociati di Inps e Ministero dell’Economia e delle Finanze MEF, mentre per i lavoratori dipendenti del settore privato verrà versato solo dopo che il lavoratore consegnerà un’autodichiarazione in cui attesta di non avere già percepito il Bonus 200 euro (né lui, né altri membri del nucleo) e di avere redditi entro 35 mila €

Ma allora a chi arriverà ad agosto? Semplice, ad alcuni percettori della misura a cinque stelle: il Reddito di Cittadinanza. Scopriamo di più insieme. 

Reddito di Cittadinanza e Bonus 200 euro ad agosto: per chi

Come abbiamo detto poc’anzi, per alcuni percettori di Reddito di Cittadinanza l’accredito del bonus 200 euro arriverà solamente con il mese di agosto. Di chi stiamo parlando? Delle persone o delle famiglie che hanno percepito il RdC per 18 mensilità consecutive fino a giugno 2022 e che hanno richiesto il rinnovo nel mese di luglio

Ricordiamo, infatti, che il Reddito di Cittadinanza può essere percepito per 18 mesi consecutivi e può essere richiesto nuovamente all’INPS se:

  • il cittadino o nucleo familiare rispetta tutti i requisiti necessari ad ottenere la prestazione, come i requisiti di cittadinanza, reddituali e patrimoniali; 

  • il cittadino attende un mese di stop, in cui non percepisce il sostegno economico pentastellato.

Solamente per questi cittadini il sostegno arriverà con un mese di ritardo, molto probabilmente nella data del 15 agosto (o con qualche giorno di anticipo dato che il 15 agosto è festa nazionale). Anzi, è probabile che la platea dei cittadini beneficiari del Bonus 200 euro ad agosto si possa allargare. Perché? 

Alcune persone che hanno richiesto la prima prestazione in assoluto o il rinnovo del RdC nel mese di maggio, ancora non hanno ricevuto la prima ricarica (in assoluto e di rinnovo) nel mese di luglio. Pare che Inps sia in ritardo di due mesi e che, anche per questi soggetti, l’accredito del Bonus 200 euro arriverà ad agosto. 

Cosa fare se non è arrivato il RdC?

Per chi ha chiesto il rinnovo a luglio non resta altro da fare che attendere la ricarica Inps del reddito ad agosto, comprensivo del Bonus 200 euro. Per chi, invece, attende l’esito e la prima ricarica – in assoluto o di rinnovo – di maggio non c’è molto da fare. 

Quello che possiamo consigliarvi è di chiamare il numero verde Inps (803.164 da telefono fisso o 06.164.164 da cellulare) chiedendo spiegazioni sullo stato della vostra richiesta, oppure procedere a inviare un messaggio ai canali social di Inps, ovvero “Inps per la Famiglia”.

Il bonus 200 euro strutturale?

Il bonus 200 euro diventerà strutturale? La risposta è no. Con il nuovo decreto-aiuti II il Governo ha in mente nuovi sostegni per le famiglie e i cittadini, ma per ora pare non esserci l’ipotesi di un bonus 200 euro bis. Dall’altro lato, l’esecutivo sta studiando un piano per aumentare il netto dei lavoratori in busta paga, mediante un taglio del cuneo fiscale di 4 punti percentuali

Per ulteriori informazioni, leggi: Riforma fiscale, nuovo aumento in busta paga a lavoratori! Più soldi e meno tasse dal 1/09