Concorso pubblico 2023: l’Agenzia delle Entrate assume 3.900 persone a tempo indeterminato

Arrivano novità sui concorsi pubblici nel 2023: l’Agenzia delle Entrate sta per assumere 3.900 lavoratori a tempo indeterminato, ma prima è previsto un tirocinio retribuito.

concorso-pubblico-agenzia-entrate-tempo-indeterminato

Arrivano dei nuovi concorsi pubblici per ottenere il posto di lavoro! Questa volta ad autorizzare il nuovo iter di reclutamento delle risorse è stata l’Agenzia delle Entrate che intende aprire ben 3.900 nuovi posti di lavoro per le assunzioni del personale come funzionari a tempo indeterminato.

È questo quanto emerge all’interno del testo bolinato della nuova Legge di Bilancio per il prossimo anno, che è stato inviato alla Camera nella giornata del 29 novembre 2022.

In questo modo l’Agenzia delle Entrate ha ottenuto l’autorizzazione ad avviare la procedura di potenziamento dell’Amministrazione finanziaria con l’assunzione di 3.900 unità di personale, entro la fine dell’anno 2024.

Ma attenzione: come accade per la maggior parte dei concorsi pubblici, al fine di poter ottenere il posto di lavoro presso l’Agenzia delle Entrate, è necessario che i candidati provvedano a presentare correttamente la domanda per il concorso e a rispettare una serie di requisiti.

Concorso dell’Agenzia delle Entrate: le figure ricercate

Secondo quanto emerge all’interno del testo inviato poche settimane fa alla Camera, sui concorsi pubblici del prossimo anno che saranno avviati dall’Agenzia delle Entrate, è possibile identificare già a grandi linee quali saranno le principali figure professionali ricercate.

A questo proposito, le assunzioni attraverso la partecipazione al concorso pubblico prenderanno avvio in particolare per la copertura dei posti di lavoro presso l’area dei funzionari.

Nello specifico, i partecipanti al concorso pubblico dell’Agenzia delle Entrate che otterranno il posto di lavoro, potranno lavorare presso il comparto funzioni centrali, recentemente introdotto dal nuovo Contratto collettivo nazionale dei lavoratori.

Tuttavia, bisognerà attendere la pubblicazione ufficiale del bando di concorso pubblico da parte dell’Agenzia delle Entrate per saperne di più in merito alle figure professionali ricercate.

Secondo quanto emerge dalle prime indicazioni contenute nel testo consegnato alla Camera durante la giornate del 29 novembre, tuttavia, saranno circa 3.900 i posti dei lavoro per le assunzioni del personale nel reparto funzionari.

Concorso Agenzia delle Entrate: come si svolge

I nuovi concorsi pubblici che saranno pubblicati ed avviati nel corso del prossimo anno da parte dell’Agenzia delle Entrate si svolgeranno attraverso una procedura ben precisa.

Si tratta della procedura di selezione che fa riferimento a quanto già stabilito in precedenza all’interno del Regolamento di amministrazione dell’ente.

Per questo motivo, salve diverse indicazioni sui nuovi bandi di concorso pubblico o eventuali variazioni che potrebbero essere introdotte con la nuova Manovra finanziaria a partire dal prossimo gennaio 2023, al momento si conosce già la modalità di svolgimento del concorso pubblico dell’Agenzia delle entrate.

A questo proposito, si tratta di una selezione per esami. Ciò significa che tutti i candidati che vorrebbero riuscire ad ottenere il posto di lavoro presso l’Agenzia delle Entrate saranno tenuti a svolgere una serie di prove selettive volte a comprendere l’effettiva conoscenza dei potenziali lavoratori.

La fase iniziale di selezione è volta all’identificazione dei candidati che avranno l’opportunità di ottenere il posto di lavoro come tirocinanti per una durata complessiva di 6 mesi. Soltanto dopo aver completato il tirocinio, i partecipanti saranno chiamati a sostenere un’ulteriore prova.

Qualora dovessero superare tale prova finale, potranno quindi ottenere l’assunzione con un contratto a tempo indeterminato. 

Per quanto riguarda le tempistiche, entro la data del mese di gennaio del 2024, l’Agenzia delle Entrate dovrebbe aver terminato l’attribuzione dei posti di lavoro. Occorre, tuttavia, attendere la pubblicazione del bando di concorso pubblico ufficiale dell’ente, al fine di avere maggiori informazioni in merito alle date di scadenza entro cui è necessario presentare la domanda.

Concorso dell’Agenzia delle Entrate: il tirocinio

Una prima parte delle prove per i concorsi pubblici presso l’Agenzia delle Entrate prevede delle cosiddette prove selettive. Una volta superate, il candidato avrà diritto ad accedere ad un vero e proprio tirocinio. 

Stiamo parlando di un tirocinio retribuito che preparerà il candidato non soltanto dal punto di vista teorico ma anche pratico per l’effettivo svolgimento delle mansioni che dovrà poi eseguire in sede di lavoro. Tale tirocinio potrebbe cominciare già a partire dal mese di maggio 2023 e dovrebbe avere una durata di circa 6 mesi.

Il numero effettivo delle persone che potrebbero ottenere la possibilità di svolgere il tirocinio retribuito presso l’Agenzia delle entrate non è ancora noto, in quanto sarà previsto e chiarito all’interno di ciascun bando di concorso pubblico che sarà indetto da parte dell’ente dal prossimo anno.