Meloni: "Se vinciamo non ho ragione di credere che Mattarella farà scelte diverse da me"

Giorgia Meloni parla dello scenario in caso di vittoria del centrodestra con affermazione di Fratelli d'Italia: ”Se vinciamo non ho ragione di credere che Mattarella farà scelte diverse da me”. Tutte le sue parole nell'articolo.

Image

Giorgia Meloni, leader di Fratelli d'Italia, ha preso parte al dibattito organizzato da Affaritaliani a Ceglie Messapica. E dal palco ha parlato anche di possibili scenari futuri in caso di successo del centrodestra con affermazione di Fratelli d'Italia. Ha detto di aspettarsi una chiamata in quel caso da parte del presidente Sergio Mattarella. Ecco le sue parole.

Elezioni 2022, Giorgia Meloni: "I governi si fanno nelle urne e non nel Palazzo"

"Sappiamo - ha detto Meloni - che per il nostro ordinamento la scelta di chi guiderà l'Italia spetta al presidente della Repubblica. Io però che credo nel valore della democrazia: a me piace combattere le battaglie prima di dichiararle vinte, sembra che abbiamo già vinto per i sondaggi ma la campagna elettorale è lunga e complessa. Sto combattendo e poi alla fine si tirano le somme".

Ma - afferma Meloni  - se il centrodestra vincesse le elezioni e - per quelle che sono le nostre regole - Fratelli d'Italia fosse il primo partito l'indicazione degli italiani sarebbe chiara. E io che ho sempre pensato che i Governi si fanno nelle urne e non nel palazzo penso che quelle indicazioni vadano seguite.

"Noi non siamo una nazione sovrana? - si chiede Meloni -. Se si vota in Francia e Germania qualcuno dice ma Europa lo consentirà? Nessuno consente ragionamenti del genere, tranne qui da noi. Noi purtroppo abbiamo rinunciato a qualcosa di fondamentale che è la nostra sovranità nazionale. Io non credo che questa nazione debba rinunciare alla sua sovranità. Avere un Governo scelto dai cittadini è anche l'unico modo per avere un Governo che faccia l'interesse dei cittadini. Mentre quando tu hai un Governo che ti fai calare dall'alto si rischia che non faccia l'interesse dei cittadini". 

Elezioni 2022, Meloni: "Non ho ragione di credere che in caso di vittoria del centrodestra con affermazione di Fratelli d'Italia il presidente della Repubblica farebbe una scelta diversa da me"

"Che sia Giorgia Meloni che sia il mostro di Loch Ness - spiega la leader di Fratelli d'Italia - in democrazia contano le urne. Io non ho ragione di credere che in caso di una vittoria del centrodestra e di affermazione di Fratelli d'Italia il presidente della Repubblica farebbe una scelta diversa. Non avrebbe ragione di farlo francamente".

Anche perchè noi abbiamo visto diversi governi frutto di compromesso di palazzo e le cose non sono andate bene.  Io faccio politica da 30 anni, ho fatto tutta la trafila, ho cercato di portare avanti nel migliore dei modi tutti gli incarichi assegnati. Ritengo di essere pronta per questo compito altrimenti non mi sarei candidata. Nessuno si può mettere di fronte a un incarico del genere senza che gli tremino i polsi. Quando hai sulle tue spalle la vita degli altri, non lo fai con leggerezza.

Elezoni 2022, Meloni: "Pronti a dare un sostegno concreto alle famiglie"

Fratelli d’Italia propone un cambio di paradigma nel sistema fiscale che tenga conto della composizione e delle caratteristiche delle famiglie: il cosiddetto “quoziente familiare”. È un nostro obiettivo di legislatura - afferma Meloni - ma faremo qualcosa di grande impatto da subito: aumenteremo l’assegno unico universale del 50%, che in questo modo arriverà a un massimo di 260 euro mensili per figlio. Perché i bambini sono il nostro futuro e la famiglia è il nucleo essenziale della nostra Nazione, spiega Meloni.

Elezioni 2022, Meloni: "Indegno Di Maio che scredita Italia"

Giorgia Meloni ha attaccato il ministro degli Esteri e esponente di Impegno Civico Luigi Di Maio:

"Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, lo stesso delle interminabili gaffe internazionali a scapito dell'Italia, oggi racconta alla stampa che con un governo di centrodestra ci sarà una "vera e propria guerra economica". Credo che un ministro pagato dai cittadini per screditare e rendere debole la propria Nazione agli occhi degli Stati esteri, soprattutto in una fase delicata come questa, sia semplicemente indegno".

"Il tutto solo per attaccare e diffondere menzogne contro i suoi avversari politici".

Elezioni 2022, Silvio Berlusconi allo stadio per Monza-Udinese: "Le elezioni dobbiamo vincerle noi"

Rimanendo in ambito centrodestra in serata ha rilasciato dichiarazioni anche Silvio Berlusconi prima della partita che ha visto il suo Monza perdere in casa contro l'Udinese. Berlusconi ha parlato di calcio ma anche di politica:

"Le elezioni dobbiamo vincerle noi, ma non vincerle soltanto, vincerle con Forza Italia che sarà il partito trainante. Auspico che si ripeta il miracolo che si è vericato qualche anno fa di quando cominciammo la campagna con l'11% e finimmo al 21%.

Interpellato su Calenda ha detto "Preferisco parlare di cose serie".

Sull'ipotesi di una patrimoniale, Berlusconi afferma:

Questi signori sono al di là del bene e del male. Il Partito Democratico entra in campagna elettorale annunciando la patrimoniale, è il contrario di ciò che serve all'Italia.

Ai giovani Berlusconi ricorda: "Siamo noi che abbiamo abolito il servizio militare obbligatorio che gli ha regalato un anno di libertà per lavorare e studiare. Siamo noi che abbiamo detassato i contratti di primo impiego. Noi siamo uomini del fare. Sono un imprenditore. Siamo distanti dagli altri partiti. Concepisco il programma con impegni precisi, gli altri hanno solo parole, sono dei parolai e basta".