Sondaggi politici: quali sono i risultati 100 giorni prima delle elezioni europee

L'incredibile rimonta di un partito del centrodestra e i risultati stabili della sinistra. Ecco i sondaggi politici prima delle elezioni europee.

I risultati dei sondaggi politici prima delle elezioni europee sono stati realizzati da Dire-Tecné e mostrano molte novità, alcune incredibili, soprattutto tra i partiti afferenti all’ala del centrodestra. L’opposizione continua ad essere stabile nonostante qualche calo.

Sondaggi politici, quali sono i risultati 100 giorni prima delle elezioni europee: Fratelli d’italia, Partito Democratico, Movimento 5 Stelle

Mancano 100 giorni circa alle elezioni europee che interessano tutti i Paesi dell’Unione e in Italia, salvo qualche eccezione, sembra che tutto sia rimasto invariato delle ultime elezioni politiche. Al primo posto troviamo in maniera ben radicata il partito guidato da Giorgia Meloni: Fratelli d’Italia (FdI). Rispetto all’ultima settimana, FdI, ha perso solo lo 0,1% dei consensi nelle intenzioni di voto e oggi si trova al 28,3%.

A distanza dell’8,1% troviamo invece il Partito Demcoratico (PD), guidato da Elly Schlein. I dem avanzano lentamente e si avvicinano a FdI, ma il sorpasso, almeno in vista delle europee, è impensabile. I democratici hanno perso, così come FdI, lo 0,1% rispetto alla scorsa settimana e ora sono al 19,9%.

Al terzo posto, dopo un periodo di totale stabilità, si trova il Movimento 5 Stelle (M5S). Dopo alcune settimane in fase di stallo, i pentastellati guidati da Giuseppe Conte guadagnano uno 0,1% nelle intenzioni di voto degli italiani e volano al 16,1%, accorciando le distanze con il PD.

Forza Italia sorpassa clamorosamente la Lega

La sorpresa dell’ultimo rilevamento delle intenzioni di voto è stata la crescita di Forza Italia (FI). Gli azzurri, orfani di Berlusconi e guidati oggi da Tajani, hanno sorpassato gli alleati della Lega. FI ha guadagnato, nell’ultima settimana, uno 0,2%, volando al 9,4%. A breve, gli azzurri, potrebbero raggiungere la doppia cifra e conquistare un po’ di seggi a Strasburgo.

Come abbiamo già anticipato, la Lega di Matteo Salvini perde terreno. Il Carroccio resta fermo all’8,2% e nell’ultima settimana non ha né perso né guadagnato consensi nelle intenzioni di voto degli italiani.

Gli altri partiti: da Azione a +Europa

Gli altri partiti, o meglio i partiti che non raggiungono la soglia di sbarramento del 4%, sono: Azione, l’alleanza Verdi/Sinistra Italiana, Italia Viva e + Europa.

Azione, partito guidato da Carlo Calenda, si trova al 3,9% secondo l’ultimo rilevamento Dire-Tecné e dunque non raggiunge la soglia minima per accedere al Parlamento Europeo. Nella stessa situazione, dunque al 3,9%, si trova anche l’alleanza Verdi/Sinistra Italiana.

Cresce leggermente Italia Viva. I renziani, sebbene ancora lontani dalla soglia di sbarramento, potrebbero raggiugnere il 4% entro giugno. Oggi sono fermi al 3,1% dei consensi nelle intenzioni di voto degli italiani.

Non arriva nemmeno al 3%, invece, +Europa. Il partito che ha come leader Emma Bonino, una veterana dell’europeismo, rischia non conquistare seggi a Strasburgo in quanto, per ora, resta bloccato al 2,4%.

Leggi anche: Cariche della polizia: la Procura avvierà le indagini. Arriva la risposta di Piantedosi

Felice Emmanuele Paolo de Chiara
Felice Emmanuele Paolo de Chiara
Redattore, classe 1994. Sono nato a Napoli ma ho vissuto un po’ in Toscana dove mi sono laureato in Scienze politiche e relazioni internazionali presso l’Università degli Studi di Siena e un po’ a Milano dove mi sono specializzato in Cooperazione Internazionale presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Sono appassionato di politica, attualità, sport (grande tifoso del Napoli), cinema e libri. Nel tempo libero mi dedico alla scrittura di racconti e quando ho tempo viaggio.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
769FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate