È caccia ai biglietti di Roma-Feyenoord, partita valevole per la vittoria della Conference League che si disputerà a Tirana il 25 maggio. I tifosi Giallorossi non vogliono perdersi l'occasione di supportare i loro beniamini in una delle sfide più importanti della loro storia recente.

Roma-Feyenoord: dove e quando acquistare i biglietti

La decisione della Uefa di non riservare corsie preferenziali ai tifosi delle due squadre impegnate nella finale di Conference League ha fatto storcere il naso alle due società, e i motivi sono abbastanza ovvi.

I tagliandi a disposizione già di base sarebbero stati pochi, considerando il fatto che lo stadio di Tirana ospiterà massimo 19.000 persone, i tifosi di Roma e Feyenoord però, non avendo la priorità sull'acquisto dei biglietti, saranno ancor meno presenti.

Ormai la decisione è stata presa e di conseguenza è necessario adeguarsi, e soprattutto affrettarsi nell'acquisto di un tagliando che garantisca un posto allo stadio.

Oggi alle ore 12.00, attraverso il sito ufficiale della Uefa, sarà possibile procedere all'acquisto e ci aspettiamo un grande traffico d'utenti. È probabile che in poche ore i biglietti vadano sold-out, anche per via delle grandi dimostrazioni d'amore verso la squadra che i tifosi della Roma ci hanno abituato a vedere nel corso degli anni.

Il costo dei bagarini

Se per procedere all'acquisto attraverso il sito ufficiale della Uefa è necessario attendere fino alle 12.00 di oggi, martedì 10 maggio, i bagarini sono già molto attivi.

Alcuni tagliandi sono stati messi a disposizione gratuitamente dalla società Giallorossa per motivi diversi, come ad esempio per la vittoria dell'apposito concorso o per il ringraziamento per aver assistito alla trasferta disastrosa di Bodo.

Alcuni dei fortunati che hanno ricevuto i biglietti omaggio hanno deciso di venderli in rete e le cifre, come ci si poteva immaginare, sono astronomiche.

I tagliandi messi all'asta si aggirano attorno agli 800 euro l'uno ma alcuni di questi sono in vendita a 10.000 euro, non male come cifra, no? Come in ogni occasione c'è sempre qualcuno che si approfitta della situazione, in questo caso c'è anche lo zampino della Uefa che non ha deciso di giocare in uno stadio con grande capienza.

I posti letto a Tirana

Non sono solo i bagarini a far discutere in queste ore per i prezzi dei biglietti di Roma-Feyenoord, ma anche molti albergatori e affittacamere di Tirana.

Alcuni di questi hanno disdetto le prenotazioni ricevute mesi o settimane fa per poi rimettere sul mercato la stessa stanza, aumentandone però vertiginosamente il prezzo.

Si parla anche di maggiorazioni che arrivano a 1000 euro e questo per riuscire a monetizzare il più possibile dalla finale di Conference League. In città c'è grande entusiasmo anche perché è la prima volta che una finale di una competizione Uefa si disputa a Tirana.

Per alcuni la contentezza non deriva però da motivazioni calcistiche ma soprattutto economiche, molti esercenti hanno fiutato l'occasione e vogliono approfittarne al meglio.

Dove vedere la partita in TV

Alla luce dei pochi biglietti disponibili per assistere alla partita dal vivo è importante capire dove vedere Roma-Feyenoord in diretta TV. Fortunatamente ci saranno molti modi per seguire la finale di Conference League, dalla TV in chiaro, a quella in abbonamento per finire con lo streaming.

Sarà possibile assistere alla partita in chiaro su TV8 e in abbonamento su Sky, mentre in streaming su DAZN, NOW TV, Sky GO e Tv8.it. La partita andrà in scena il 25 maggio e l'ora d'inizio è fissata alle 21.00, un appuntamento imperdibile per migliaia di tifosi che, anche se non potranno fare il tifo direttamente allo stadio, sosterranno la squadra da casa.

Come arriva la Roma a questa finale

La Roma arriva alla finale di Conference League contro il Feyenoord al termine di una stagione complicata nella quale in Serie A sta ancora lottando per un piazzamento europeo.

Nella partita di ieri è uscita sconfitta per 2-0 contro la Fiorentina che ora l'ha raggiunta a 59 punti in classifica.

Ora mancano solamente due partite al termine e la situazione dice questo: Lazio 62, Roma, Fiorentina e Atalanta 59 punti. Quattro squadre per due posti in Europa League e uno in Conference League ma i Giallorossi hanno una chance in più, infatti se vincessero la finale di Conference League si assicurerebbero un posto ai gironi nella seconda competizione europea.

Il 14 maggio dovrà affrontare il Venezia che non è ancora aritmeticamente retrocesso mentre all'ultima giornata sfiderà il Torino fuori casa. A quel punto i giochi saranno fatti e rimane solo la partita contro il Feyenoord che determinerà se la stagione è stata un successo o un fallimento su tutto la linea.

Incertezze e obiettivi

Arrivati quasi al termine della stagione 2021-2022 possiamo iniziare a fare un bilancio sulla stagione della Roma di Mourinho, valutando gli obiettivi d'inizio anno e i risultati ottenuti.

L'obiettivo numero uno era quello di riuscire a raggiungere l'Europa per la prossima stagione, e ci sono ancora molte probabilità che questo avvenga sia per il calendario di Serie A che per la finale contro il Feyenoord.

C'è però anche la possibilità che i Giallorossi restino a bocca asciutta, e questo può accadere se venissero sorpassati in campionato da Fiorentina e Atalanta e al contempo perdessero la finale di Conference League. Se questa ipotesi dovesse diventare realtà allora la stagione della Roma sarebbe completamente fallimentare e sappiamo che nel calcio ogni episodio può valere un anno di lavoro.

Se invece, al contrario, riuscisse a posizionarsi in una buona posizione di campionato e a uscire vincente dal confronto contro il Feyenoord allora l'annata sarebbe da incorniciare. Bisogna infatti ricordare che le prime quattro squadre classificate hanno una rosa più competitiva per disputare la Champions League, e che l'Atalanta lo scorso anno si è posizionato quarta.

Ci si gioca tutto in poche settimane dunque, e come spesso accade nel calcio l'incertezza è destinata a durare fino alla fine.

Il pronostico della finale

È sempre complicato fare il pronostico di una partita di calcio, a maggior ragione se questa è una finale ed è di una competizione europea.

Se dovessimo analizzare le due squadre potremmo dire tranquillamente che la rosa della Roma ha un valore maggiore, ma questo non basta per potersi esporre. Bisogna infatti considerare l'aspetto mentale, l'esperienza europea, gli infortuni, le squalifiche e molto altro ancora.

Troppe variabili per essere certi del risultato e a queste bisogna aggiungere il tipo di gioco espresso dalle due squadre.

La Roma di Mourinho, come molte squadre di Serie A, non si è dimostrata straripante nel corso di questa stagione, almeno per quanto riguarda l'intensità e il passo che spesso mancano alle squadre italiane in confronto a quelle di altri campionati.

Ha dimostrato però di sapere segnare molto e di saper difendere con molti uomini all'occorrenza, una squadra abile in entrambe le fasi di gioco guidata da un allenatore molto esperto.

La mentalità di Mourinho potrebbe essere il fattore che sposta l'ago della bilancia verso la squadra italiana, ma bisogna ancora aspettare prima di tirare le somme.

Le quote

A darci il pronostico sono direttamente le quote e i bookmaker che danno come squadra favorita la Roma di Mourinho.

La quota della vittoria della Roma si aggira attorno al 2, con la migliore che al momento è data a 2.3 mentre la vittoria del Feyenoord supera il 3.

Insomma, gli scommettitori hanno scelto la squadra che può ambire più facilmente alla vittoria ma se il calcio ha insegnato qualcosa è che i pronostici sono fatti per essere ribaltati.

La squadra olandese è forte, più di quello che si pensa, e il doppio confronto contro l'Olympique Marsiglia ne è stata la prova lampante.