Insegnanti assunti senza concorso nel 2023? Spunta l'ipotesi per velocizzare le assunzioni

La procedura delle nuove assunzioni docenti è al vaglio della commissione europea, e se l'Unione dovesse dare il via libera alcuni insegnanti saranno assunti senza concorso: ecco come funzionerà.

Classe insegnante

Tra gli obiettivi del PNRR troviamo anche l'assunzione di molti docenti, e per sveltire la procedura di reclutamento, le assunzioni insegnanti del 2023 potrebbero avvenire senza concorso.

Tuttavia non tutti i docenti verranno assunti secondo questa particolare procedura, anche se la maggior parte potrebbe beneficiarne.

Vediamo quindi quali sono i motivi per i quali il ministro dell'istruzione e del merito ha inviato la proposta alla Commissione Europea e in che modo sarà possibile assumere gli insegnanti senza concorso nel 2023.

Insegnanti assunti senza concorso: i requisiti

La proposta del ministro Valditara ha come scopo principale quello di raggiungere 70.000 nuove assunzioni nel corpo docenti nel 2023.

Il numero di nuove assunzioni a tempo indeterminato è stato fissato nel PNRR, ma appare evidente come non si possa procedere in tempi rapidi col sistema attuale. Questo, infatti, comporterebbe tempi di assunzione troppo lunghi, poiché legato alle procedure di reclutamento tramite concorsi pubblici.

Il piano che il ministro ha presentato alla Commissione Europea, prevede di assumere i docenti che:

  • Abbiano minimo 3 anni di servizio;

  • Siano iscritti nelle Graduatorie Provinciali d'Istituto GPS;

  • Siano in possesso dei 24 CFU.

Come funzionerà la procedura di assunzione

La fase sarà transitoria e durerà un anno, poi interverranno in definitiva le modifiche sul sistema d'assunzione docenti, volute dal presidente Draghi e attuabili in questo lasso di tempo.

Secondo il ministro dell'istruzione e del merito, i docenti con i requisiti appena indicati dovranno svolgere una prova scritta e un orale.

In seguito verranno assunti con contratto di lavoro a tempo determinato, e per un anno saranno in prova.

Quali insegnanti saranno assunti senza concorso

I docenti ai quali la procedura si rivolge sono i precari, dunque quelli non in ruolo, e assunti con contratto a tempo determinato.

Gli unici docenti ammessi sono quelli che insegnano, o hanno insegnato per almeno tre anni, alle scuole superiori e medie.

Se la Commissione dovesse promuovere la proposta del ministro, la norma sarà approvata durante la prima settimana del mese di febbraio.

In questo periodo del 2023, infatti, sarà emanato il nuovo decreto PNRR, e durante i prossimi giorni si avranno nuove notizie in merito.

Leggi anche: Bonus 500€ per insegnanti precari: buone notizie! In arrivo anche gli arretrati