Draghi conferma un nuovo bonus casa per l’estate fino a 60.000 euro senza ISEE per tutti. Se stai effettuando lavori di ristrutturazione in casa, oltre ai numerosi bonus edilizi, hai a disposizione una nuova detrazione fiscale fino al 50% su una spesa massima di 60.000 euro. Di che cosa si tratta?

Dopo aver bocciato il Superbonus 110% (per i costi e la difficoltà nel reperire i materiali), nonostante la proroga confermata a settembre per l’effettuazione del 30% dei lavori sulle villette, il premier Mario Draghi ha confermato altri bonus casa da sfruttare entro il 31 dicembre 2022. Tra questi anche l’agevolazione che ti permette di effettuare schermature solari e installare tende da sole a metà prezzo.

Per poter ottenere la detrazione fiscale, però, occorre soddisfare alcuni requisiti e determinate caratteristiche: quali?

Scopriamo subito come funziona il bonus casa fino a 60.000 euro senza ISEE e come si possono sfruttare le detrazioni per installare tende da sole per l’estate o per l’autunno a metà prezzo. Ultime notizie e novità sui bonus edilizi.

Bonus casa fino a 60.000 euro senza ISEE: come funziona?

Come funziona il bonus casa fino a 60.000 euro senza ISEE per tutti e di cosa si tratta?

Si avvicina l’estate, il caldo, le temperature sopra la media: come difendersi? Il bonus condizionatore è un’alternativa, ma i limiti imposti da Draghi per la guerra sono stringenti e il margine è molto sottile. Le temperature non potranno scendere al di sotto dei 25 gradi, con un margine di due gradi di tolleranza. Dunque l’utilizzo dei climatizzatori – anche negli uffici pubblici – sarà davvero limitato allo stretto necessario. 

Per proteggersi dal calore estivo, ma anche dal vento e dalle piogge, è utile installare delle tende da sole per esterno, soprattutto se si può godere di un giardino. Grazie al bonus casa o tende da sole, si possono ottenere detrazioni fino al 50% per l’acquisto e l’installazione di schermature solari.

Il limite di spesa che si può effettuare per ciascun immobile sul quale si intendono eseguire i lavori è apri a 60.000 euro, ovvero un margine di detrazione massima fino a 30.000 euro.

È bene chiarire che il bonus tende da sole comprende anche tutti gli interventi di schermature solari, sostituzione di tapparelle oppure altre coperture interne o esterne all’abitazione. In questo articolo ci occupiamo in particolare delle tende da sole.

Bonus casa fino a 60.000 euro senza ISEE: detrazione fiscale al 50% o al 110%?

Dal punto di vista fiscale, invece, la detrazione del bonus casa è fruibile in diversi modi (come previsto per le altre agevolazioni per la casa 2022):

  • Detrazione fiscale da inserire nella dichiarazione dei redditi e da recuperare a rate di ugual importo per dieci anni;
  • Sconto diretto in fattura applicato dalla ditta che ha effettuato i lavori;
  • Cessione del credito a terzi, intermediari o istituto di credito (dal 1° maggio al via la quarta cessione del credito, ma attenzione ai limiti).

Sfruttando il bonus casa per le schermature solari, la detrazione prevista per l’installazione di tende da sole è pari al 50%, mentre sfruttando le agevolazioni del Superbonus si possono effettuare lavori a costo zero, godendo di una detrazione fino al 110%. In questo caso, però, occorre affiancare all’installazione di tende da sole (lavoro trainato) almeno un intervento trainante, oltre a garantire il miglioramento di due classi energetiche dell’immobile.

Le tende da sole installabili con il bonus casa fino a 60.000 euro devono rispettare alcune caratteristiche: quali? Vediamo nel dettaglio nei prossimi paragrafi.

Bonus casa fino a 60.000 euro per installare tende da sole: quali sono le spese ammesse?

Quali sono le spese ammesse nel bonus casa per l’installazione delle tende da sole? Quali caratteristiche occorre soddisfare per ottenere una detrazione del 50% o del 110% su una spesa massima di 60.000 euro?

Anzitutto, esistono svariate tipologie di tende da sole, ognuna con le proprie caratteristiche e i propri prezzi. Per scegliere la migliore alternativa occorre considerare anche l’esposizione della casa, lo spazio che si intende coprire e la tecnologia utile per l’apertura e la chiusura della tenda.

Nel bonus casa fino a 60.000 euro senza ISEE rientrano le tende alla veneziana, quelle verticali, quelle a rullo, le tende sterne a braccia pieghevoli o rotanti, e le tende oscuranti per lucernari o similari.

Non solo: per poter ottenere la detrazione fino a 30.000 euro relativa al bonus tende da sole, il prodotto deve soddisfare anche altrettanti requisiti:

  • possedere il marchio CE, garanzia di sicurezza e affidabilità;
  • installazione della tenda all’esterno dell’edificio;
  • prodotto mobile e non fisso;
  • garantire un risparmio a livello energetico.

Le schermature, infine, possono essere installate con orientamenti a sud, est, ovest, sud-est, sud-ovest; mentre per l’installazione di tapparelle è possibile sfruttare anche l’esposizione verso nord.

Bonus casa per installare tende da sole: paghi solo la metà!

Senza il bonus casa per installare tende da sole, quindi, i costi relativi all’effettuazione del lavoro potrebbero essere onerosi. Considerando al conferma dell’agevolazione fino a fine 2022, è ancora possibile godere di una detrazione al 50% o al 110%, nel rispetto dei limiti sopra riportati.

Non solo: tra le spese che potrebbero gravare sulla famiglia, ci sono anche altre voci che rientrano tra gli interventi agevolabili con il bonus tende da sole.

Per esempio, la sostituzione, lo smontaggio, la dismissione delle opere precedenti; oltre alla fornitura e posa in opera delle nuove schermature; ed eventuali prestazioni professionali.

Grazia al bonus tende da sole, l’installazione delle schermature e la difesa dal calore o dal vento sono vantaggiosi per tutti: i costi si riducono del 50%, considerando che si possono recuperare la metà dei soldi spesi sottoforma di detrazione fiscale, sconto in fattura, oppure cessione del credito.

Bonus casa fino a 60.000 euro per le tende da sole: i requisiti

Chi può richiedere il bonus casa o tende da sole fino a 60.000 euro senza ISEE? 

La richiesta deve essere effettuata entro il 31 dicembre 2022, data di scadenza per ottenere le detrazioni relative al bonus tende da sole. Possono richiedere l’agevolazione sia i proprietari di un immobile (come anche coniuge o pareti fino al terzo grado), sia i proprietari di parti comuni di edifici (per esempio per quanto riguarda i condomini).

Il bonus tende da sole spetta, infine, anche a coloro che godono di un diritto reale o di godimento su un immobile o su una delle unità immobiliari che lo compongono.

Il limite di spesa da non superare per quanto riguarda l’installazione di tende da sole è pari a 60.000 euro, ma esiste anche un ulteriore limite di spesa da tenere presente. Si tratta del costo massimo per ogni metro quadrato di tenda, che non deve essere superiore a 230 euro.

Il bonus tende da sole, o bonus casa, è un’agevolazione da richiedere anche senza ISEE: non ha importanza, in altre parole, la disponibilità economica, patrimoniale o reddituale della famiglia. Tutti lo possono richiedere nel limite delle caratteristiche e dei requisiti appena riportati. 

Bonus casa fino a 60.000 euro per le tende da sole: come richiederlo?

Per ottenere il bonus casa o tende da sole fino a 60.000 euro senza ISEE è necessario inviare la propria domanda direttamente sul portale ENEA, entro e non oltre i 90 giorni successivi al termine dei lavori effettuati.

È poi necessario allegare alla domanda tutta la documentazione richiesta per poter ottenere le detrazioni fiscali. Maggiori informazioni sul portale ENEA.