Il Ministero per lo Sviluppo Economico ha pubblicato il decreto direttoriale del bonus decoder 2022, quell’agevolazione che consente a tutti i cittadini, che hanno compiuto almeno 70 anni di età, di ottenere un decoder gratis direttamente a casa propria.

Seppur con un certo ritardo, i decoder gratis di Poste Italiane arriveranno per tutti coloro che ne hanno diritto e che presenteranno l’apposita richiesta: nel frattempo, è bene conoscere le novità in vigore dall’8 marzo 2022.

La procedura di consegna dei decoder sarà piuttosto lunga e macchinosa: se hai 70 o più anni e possiedi un reddito complessivo sotto i 20 mila euro, preparati a ricevere una lettera da Poste Italiane, che ti inviterà a richiedere il bonus decoder 2022 per ottenere un dispositivo gratuito direttamente a casa. Non solo: ti verrà garantita assistenza telefonica in sede di installazione e sintonizzazione dei canali.

Oltre a questo, esistono anche altri due bonus televisione: il bonus TV e decoder fino a 30 euro, e il bonus rottamazione TV fino a 100 euro senza ISEE.

Ecco una guida completa al bonus decoder 2022 per gli anziani over 70: a chi spetta, come funziona, come si può richiedere e quando verrà consegnato. Tutto quello che dovete sapere.

Bonus decoder 2022: il MISE sblocca la procedura!

Si è sbloccato il primo tassello del bonus decoder 2022, quell’agevolazione inserita nell’ultima Legge di Bilancio che permette di ottenere un decoder gratis direttamente a casa, grazie al servizio offerto da Poste Italiane.

Con il decreto direttoriale del 2 marzo scorso, infatti, sono state dettate le prime linee guida per l’invio dei decoder direttamente al domicilio dei diretti interessati. Ricordiamo che sono gli anziani i beneficiari del bonus decoder 2022, che permette di ottenere un dispositivo – dal valore massimo di 30 euro – gratuitamente e direttamente a casa propria.

Purtroppo, però, l’iter è solo all’inizio: seguirà poi uno scambio di dati tra INPS, Agenzia delle Entrate, Ministero dello Sviluppo Economico e Poste Italiane. Solo dopo l’arrivo a casa della lettera che invita a richiedere il bonus decoder 2022 si potranno iniziare a presentare le domande scritte. Infine, pianificando la data e l’orario per la consegna si potrà ottenere il decoder direttamente a casa propria.

Dall’8 marzo 2022, però, inizia il primo cambiamento verso il nuovo digitale terrestre: alcuni canali passano dalla codifica Mpeg-2 alla codifica Mpeg-4: ciò significa che gli anziani sprovvisti di un decoder o di un televisore di ultima generazione non potranno vedere alcuni dei canali in alta definizione e dovranno attendere la burocrazia statale per l’avvio del bonus decoder 2022. 

Per tutti gli altri, invece, basterà risintonizzare il televisore per continuare a vedere tutti i programmi preferiti.

Bonus decoder 2022: chi può riceverlo gratis da Poste Italiane?

Chi sono i fortunati che potranno ricevere un decoder gratis direttamente a casa grazie al servizio di Poste Italiane? Il bonus decoder 2022 spetta a tutti gli anziani di oltre 70 anni che si trovano in difficoltà economica e che non hanno la possibilità di acquistare un decoder per poter vedere la televisione in vista dell’arrivo del nuovo digitale terrestre.

Accanto quindi ai due bonus TV – il bonus tv e decoder da 30 euro per le famiglie con un ISEE inferiore a 20 mila euro, e il bonus rottamazione tv fino a 100 euro senza ISEE – gli anziani che hanno compiuto almeno 70 anni possono ricevere direttamente a casa propria un decoder, dal valore massimo di 30 euro, gratuitamente.

L’identificazione dei beneficiari di questo bonus decoder 2022 avverrà grazie a uno scambio di dati tra istituti: anzitutto l’INPS identificherà tutti i soggetti che – alla data di entrata in vigore del decreto direttoriale del MISE – abbiano compiuto almeno 70 anni di età, e possiedano un trattamento pensionistico non superiore a 20 mila euro.

La lista passerà poi al vaglio dell’Agenzia delle Entrate, che dovrà verificare la regolarità dei pagamenti del Canone Rai di tutti coloro che sono stati inseriti nella lista dell’INPS. A questo punto, la lista scremata passa ulteriormente al Ministero per lo Sviluppo Economico.

Il MISE provvederà a trasmettere l’elenco dei potenziali beneficiari del decoder gratuito a Poste Italiane: i destinatari riceveranno quindi un invito (sottoforma di lettera delle Poste) a richiedere il proprio bonus decoder 2022. La procedura si conclude con la richiesta scritta da parte dei diretti interessati, che dovranno poi stabilire il giorno e l’orario per la consegna dei decoder.

Bonus decoder 2022 per gli anziani: i requisiti

Sono 68 milioni di euro le risorse a diposizione per il bonus decoder 2022, che possiede una platea di beneficiari ben definita nel decreto attuativo. I dettagli sono riportati nel decreto direttoriale del Mise del 2 marzo scorso.

Tutti gli interessati al bonus decoder 2022 dovranno possedere i seguenti requisiti:

  • avere un’età pari o superiore a 70 anni;
  • possedere un trattamento pensionistico non superiore a 20 mila euro;
  • essere in regola con il pagamento del Canone Rai, oppure esserne esenti.

Tutti i soggetti che soddisferanno le condizioni sopra elencate verranno contattati direttamente a casa propria, oppure telefonicamente da Poste Italiane per fissare l’appuntamento per la consegna dei decoder.

I tempi si fanno però piuttosto lunghi. Considerando che già dall’8 marzo 2022 alcuni canali non si riusciranno a vedere senza decoder o televisione di ultima generazione, moltissimi anziani non ancora pronti alla transizione potrebbero essere costretti ad accontentarsi dei pochi canali rimasti sul vecchio televisore con codifica Mpeg-2.

Decoder gratis agli anziani: come ottenerlo?

Sarà Poste Italiane a gestire la consegna a casa dei decoder a tutti gli anziani che ne hanno diritto e che ne faranno appositamente richiesta. Lo scambio dati tra INPS, Agenzia delle Entrate e MISE non è ce il primo passo per completare il bonus decoder 2022.

Solo quando Poste Italiane riceverà l’elenco dei potenziali interessati al bonus decoder 2022 si potranno cominciare a recapitare le comunicazioni per posta direttamente a casa degli over 70. A quel punto potranno essere inoltrate anche le richieste dei diretti interessati.

Poste Italiane contatterà telefonicamente i beneficiari che hanno richiesto il decoder per fissare un appuntamento per la consegna. In qualsiasi caso, verrà offerto a tutti gli anziani un servizio di assistenza gratuita per facilitare l’installazione e la sintonizzazione dei nuovi canali.

Le modalità di presentazione delle richieste sono ancora in fase di definizione: sarà la lettera inoltrata da Poste Italiane agli anziani over 70 a fare chiarezza su diversi punti.

Decoder gratis agli anziani: tempi e modalità di spedizione

Non è chiaro entro quando arriveranno i decoder gratuiti di Poste Italiane: il procedimento potrebbe essere più lungo e macchinoso del previsto.

Considerando la pubblicazione del decreto direttoriale e l’inizio dello scambio di dati tra diversi istituti, si possono ipotizzare lunghe settimane di lavoro. Se non alcuni mesi. Ma non finirà qui. Terminato lo scambio di informazioni tra INPS, Agenzia delle Entrate e Ministero per lo Sviluppo Economico, sarà la volta delle Poste.

Poste Italiane dovrà consegnare a TUTTI gli over 70 in lista la lettera di comunicazione del bonus decoder 2022: da quel momento si potranno presentare le richieste scritte per ottenere i decoder. Ma la consegna potrebbe slittare ulteriormente.

Conviene davvero attendere la consegna del decoder gratis da Poste Italiane, oppure è meglio sfruttare uno degli altri bonus televisione 2022? Vediamo a chi spettano e che cosa prevedono.

Bonus televisione 2022: 30 euro di sconto alle famiglie

Una comunicazione del MISE avverte i cittadini dell’imminente passaggio alla codifica Mpeg-4:

Dall’8 marzo tutti i canali televisivi delle emittenti nazionali sono visibili in alta qualità e i cittadini devono risintonizzare la propria Tv o il decoder per continuare a guardare i programmi preferiti.

Per non rimanere con lo schermo spento, verifica se il tuo televisore è compatibile con il nuovo digitale terrestre e inizia a pianificare un nuovo acquisto. Se la tua televisione è stata acquistata prima del 2018, è tempo di cambiarla sfruttando il bonus tv e decoder 2022.

Fino al completo esaurimento delle risorse hai a disposizione uno sconto di 30 euro sull’acquisto di un decoder o di un nuovo televisore, ma solo se il tuo ISEE è inferiore a 20 mila euro. Attenzione: è importante anche essere in regola con i pagamenti del Canone Rai.

Se soddisfi tutte queste condizioni, corri in negozio e richiedi subito il tuo bonus tv: compila il modulo, consegnalo al venditore per ottenere lo sconto e inizia a guardare la televisione in alta definizione!

Bonus rottamazione TV: 100 euro per tutti e senza ISEE

Se il tuo reddito è troppo elevato per poter ottenere il bonus tv e decoder, non disperare! A partire da agosto 2021 e fino al 31 dicembre 2022 – o fino a quando ci saranno risorse a disposizione – è disponibile ottenere un altro bonus rottamazione tv senza ISEE.

Questa ulteriore agevolazione si rivolge davvero a tutti coloro che hanno intenzione di rottamare il vecchio televisore per acquistarne uno nuovo: su quest’ultimo verrà applicato uno sconto del 20%, fino a un massimo di 100 euro. 

Attenzione: per richiedere il bonus rottamazione TV dovrai consegnare il tuo vecchio televisore in negozio, oppure procedere alla rottamazione presso un’isola ecologica e ottenere l’apposito certificato di smaltimento. Una volta eseguita la rottamazione, avrai bisogno di compilare un modulo, nel quale dovrai dichiarare di essere in regola con i pagamenti del canone Rai.

A questo punto potrai scegliere il televisore che preferisci e procedere all’acquisto ottenendo uno sconto fino a un massimo di 100 euro.

E se possiedi i requisiti del bonus TV e decoder, e anche del bonus rottamazione TV, hai diritto a un doppio sconto per risparmiare fino a 130 euro. Corri subito a comprare un nuovo televisore per non rimanere al buio!