Bonus TV 2022 senza ISEE!

C'è un modo per averlo senza dover presentare la tanto amata attestazione ISEE, quella che segnala la tua situazione economica reddituale e immobiliare.

Oltre al citato bonus il Ministero dello Sviluppo Economico ha disposto da agosto 2022 un altro buono acquisto per un nuovo televisore di ultima generazione: il bonus Rottamazione TV.

Come dice il titolo stesso, potrai richiedere questo bonus, del valore di 100 euro, solo se provvedi a rottamare il precedente dispositivo secondo quanto descritto sul sito ufficiale.

Questa misura nasce con l'intento di ridurre per le casse dello Stato la spesa pubblica relativa al ritiro per lo smaltimento dei rifiuti, cioè direttamente dall'uscita di casa fino all'isola ecologica più vicina. 

Inoltre, in pieno switch off, molti hanno problemi a trovare un nuovo televisore che sia compatibile non solo alle nuove frequenze del Digitale Terrestre, ma anche al proprio portafoglio.

Grazie all'inflazione e all'aumento dei prezzi delle materie prime (in particolare la componentistica informatica), i televisori hanno ora un costo decisamente superiore a quello di un anno fa.

Per saperne di più ti suggerisco il video di Redazione The Wam, disponibile su Youtube e sul loro canale.

Inoltre si segnalano le nuove scadenze per lo switch-off, purtroppo in accelerazione per via della necessità di queste frequenze per il comparto telefonico.

In questo articolo faremo il punto della situazione, e vedremo come procedere con lo smaltimento del televisore.

Come avere il bonus TV 2022?

Per avere il bonus TV 2022 basta presentarsi da un rivenditore e richiedere lo sconto per l'acquisto, portando moduli e documentazioni disponibili sul sito del Ministero dello Sviluppo Economico.

Però in questo caso avrai due scelte:

  • optare per il bonus TV Decoder, per avere come alternativa anche un decoder nuovo;
  • optare per il bonus Rottamazione TV, per avere solo il televisore nuovo.

Sono due bonus che sono molto simili tra loro, ma hanno importi e requisiti d'accesso totalmente diversi.

Se cerchi il solo bonus TV 2022, potrai avere accesso ad uno sconto di 50 euro per acquistare un televisore o decoder nuovo, e dovrai consegnare oltre al modulo disposto dal MISE anche l'attestazione ISEE in corso di validità, relativo alla situazione economica del tuo nucleo familiare.

Questo è un bonus nato nel 2019, grazie ad un decreto del Ministero dell'Economia e delle Finanze. E' stato introdotto solo come incentivo agli acquisti tecnologici, non aveva una componente ecologica come quello senza ISEE, cioè il bonus Rottamazione TV.

Per questo, oltre a garantire uno sconto di 100 euro (seppur solo per comprare un televisore nuovo), non servirà presentare l'attestazione ISEE, ma altri documenti.

Come richiedere il bonus rottamazione tv?

Per richiedere il bonus Rottamazione TV, dovrai provvedere prima di tutto allo smaltimento del tuo vecchio televisore, così da poter presentare in sede di richiesta l'attestato di avvenuto smaltimento del precedente televisore.

Questo attestato può essere richiesto solo a due soggetti specifici:

  • l'addetto del centro di raccolta RAEE,
  • il tuo rivenditore.

L'addetto in questione è impiegato nella raccolta di tutti i Rifiuti di apparecchiature elettriche ed elettroniche, prezzo il centro adibito (comunemente chiamata "isola ecologica"). Dovresti avere sicuramente un centro all'interno della tua provincia, a volte anche il tuo comune di residenza può avere la sua isola ecologica.

Presso loro dovrai portare il tuo televisore vecchio. Una volta confermata l'obsolescenza del televisore, otterrai dall'addetto un documento in cui viene attestato lo smaltimento.

Ripetiamo comunque che potrai provvedere allo smaltimento anche presso il tuo rivenditore, se autorizzato al ritiro del materiale usato.

C'è da dire che non tutti i televisori possono risultare obsoleti, o idonei allo smaltimento. Questo può diventare un rischio, se stai puntando a questo bonus.

Come richiedere il bonus TV 100 euro con rottamazione?

Potrai richiedere il bonus TV 2022 con lo smaltimento solo se il tuo dispositivo risulta effettivamente obsoleto, secondo gli standard disposti per questo buono sconto.

Hai la sicurezza di poter provvedere allo smaltimento del televisore se questi risulta all'interno della lista dei televisori idonei allo smaltimento, disponibile sul sito ufficiale del MISE.

Come alternativa c'è il principio per cui, se il televisore è stato acquistato prima del 24 dicembre 2018, andrebbe smaltito, perché i televisori prodotti e venduti oltre quella data garantirebbero la ricezione e la codifica delle frequenze del Nuovo Digitale Terrestre.

Nel caso in cui il tuo televisore non rientri nella lista MISE, puoi fare questo semplice test per capire se è garantita comunque la ricezione delle nuove frequenze.

Il test richiede solo di sintonizzarsi sui canali 100 e 200, in cui sono visibili i canali nazionali RAI e Mediaset. Se riesci a vederli, o trovi scritto “Test HEVC Main10” significa che il televisore non è da rottamare, e quindi che non c'è bisogno del bonus in sé.

Altrimenti dovrai provvedere allo smaltimento.

Come richiedere il bonus TV 100 euro con rottamazione?

Per poter richiedere il bonus TV rottamazione, una volta provveduto allo smaltimento, basterà presentare al rivenditore l'attestato, e contemporaneamente anche i seguenti documenti:

  • il codice fiscale e gli estremi del documento di identità;
  • i dati identificativi dell’apparecchio;
  • il prezzo finale di vendita, comprensivo dell’Iva.

Per ultimo dovrai presentare anche l'autodichiarazione in cui attesti di essere in regola col pagamento del Canone RAI, cioè il canone annuo che dal 2015 trovi già disponibile sulla tua bolletta della luce, secondo le modifiche disposte dall'allora Governo Renzi.

Potrai esentarti da questa autodichiarazione solo se hai più di 75 anni e detieni un reddito annuo inferiore a 8.000 euro.

In questo caso dovrai presentare allora l'attestazione ISEE, ma allora converrebbe richiedere in contemporanea anche il bonus.

Entrambi i bonus sono cumulabili, e ti permettono di avere un super-sconto di 130 euro, presentando le documentazioni e i moduli di entrambi i bonus insieme. Se però ti interessa solo il decoder, la situazione è diversa.

Bonus TV 2022: come ricevere il decoder gratis?

Si può richiedere uno sconto da 50 euro col solo bonus TV 2022, e in questo caso potresti avere praticamente il decoder gratis, così come attraverso l'accumulo col Bonus Rottamazione TV.

Altrimenti c'è la possibilità, se hai più di 70 anni, di avere un decoder pressoché gratis grazie all'offerta di Poste Italiane, già descritta da Laura Pellegrini, per tutti coloro che hanno domiciliato la propria pensione presso Banco Posta.

Potrai richiedere anche ulteriore assistenza per l'installazione tramite il servizio telefonico adibito, che ti seguirà per tutta la procedura.

Ricordiamo che per richiedere questi bonus c'è tempo fino al 31 dicembre 2022, termine oltre il quale non solo non potrai avere più il bonus, ma non potrai più vedere nulla sul tuo televisore obsoleto.

Bonus TV 2022: scadenza switch-off vicina per molte Regioni!

Questi due bonus sono diventati importanti per tutti coloro che, con un televisore obsoleto, rischiano di non vedere più nulla alla televisione, in particolare per chi a breve avranno il passaggio alle nuove frequenze del Digitale Terrestre (da qui il termine "switch-off").

Attualmente diverse Regioni del Nord Italia, quali Lombardia, Piemonte e Veneto, più la Sardegna, hanno subìto o switch off.

Si prevede entro il 31 dicembre 2022 il passaggio totale.

E questo per le trasmissioni locali o regionali. Già dal 18 ottobre 2021 tutte le principali trasmissioni nazionali (es. RAI e Mediaset) hanno già provveduto al passaggio. Da qui anche il sopracitato test.