Condizionatori senza unità esterna: come funzionano, quanto consumano e quando sceglierli

In caso di carenza di spazio esterno è possibile valutare l'acquisto dei condizionatori senza unità esterna: come funzionano? Convengono? Scopriamolo.

Con la stagione calda che si avvicina, in molti si stanno già domandando quale condizionatore acquistare e quali modelli permettono di risparmiare. Non tutte le case, purtroppo, permettono però l’installazione del classico climatizzatore. Per motivi di spazio, a volte, o per questioni condominiali, non è possibile installare questo dispositivo. In tali casi, i condizionatori senza unità esterna rappresentano la soluzione ideale.

Questa tipologia di dispositivo permette infatti di evitare di modificare la superficie esterna dell’immobile, la cosiddetta facciata. Inoltre, è possibile installarlo comodamente anche in mancanza di balconi o spazi esterni adeguati.

I condizionatori senza unità esterna funzionano grazie ad un motore che viene integrato dentro lo split. In questo modo, l’unità esterna non serve.

I dispositivi vengono collegati in maniera diretta verso l’esterno tramite delle bocchette, che possono scaricare o in grondaie, o in una classica vaschetta, così come avviene con la condensa prodotta dai classici climatizzatori.

Cosa serve per installare un condizionatore senza unità esterna?

Per poter installare un condizionatore senza unità esterna, serve solamente un collegamento alla rete idrica. Infatti, tale dispositivo va collegato alla rete, che deve rispettare due parametri fondamentali: una temperatura non più bassa di 7° e un minimo range di pressione in entrata.

Questo è tutto ciò che serve per installare un dispositivo del genere. Tra le altre cose, l’installazione dei condizionatori senza unità esterna è molto più agevole rispetto a quella prevista per i classici dispositivi.

Ovviamente, questo modello ha i suoi limiti: si tratta di prodotti abbastanza rumorosi. Inoltre, e questo è un fattore che va considerato, rispetto ad un classico climatizzatore è meno potente.

Per coloro che ci tengono al risparmio e temono i costi in bolletta apportati dai condizionatori senza unità esterna, invece, abbiamo una buona notizia. Questi modelli consumano infatti quanto un classico climatizzatore.

Abbiamo dedicato un approfondimento a questo argomento: per sapere quanto consuma un condizionatore, invitiamo gli interessati alla lettura.

Come mettere un condizionatore se non hai balcone?

Ma come funzionano, con esattezza, i condizionatori senza unità esterna?

I dispositivi sono dotati di un piccolo condensante, che ha dimensioni davvero ridotte. In questo modo, non è necessario porre il motore al di fuori dell’abitazione, ma è possibile posizionare ogni parte del dispositivo all’interno.

Si tratta quindi di una soluzione ottimale per chi, per esempio, non possiede alcun balcone in casa.

L’unico dettaglio di cui assicurarsi preventivamente riguarda la parete dove il prodotto verrà installato. Abbiamo detto infatti che il dispositivo è collegato verso l’esterno tramite bocchette che servono per smaltire la condensa. Dunque, la parete dove verranno installati i condizionatori senza unità esterna deve necessariamente essere perimetrale.

Qual è il miglior condizionatore senza unità esterna?

Scegliere il miglior condizionatore senza unità esterna non è semplice: sul mercato, esistono diverse alternative.

Uno dei prodotti più consigliati, soprattutto per la sua tecnologia inverte, è Argo Apollo 12 HP. Con una potenza di 12.000 BTU, possiede anche diverse funzionalità accessorie.

Può infatti non solo rinfrescare, ma anche riscaldare, umidificare e ventilare.

Tra i migliori condizionatori senza unità esterna abbiamo anche l’Olimpia Splendid Unico Inverter 12 HP. Anche questo prodotto può essere utilizzato sia in estate che in inverno, in quanto funge anche da pompa di calore.

Leggi anche: Bollette, 130 euro in meno per chi ritorna al Mercato Tutelato: come avere lo sconto?

Quanto costa il climatizzatore senza unità esterna?

Ora che sappiamo come funzionano i condizionatori senza unità esterna e quali sono i migliori, cerchiamo di capire quanto costano prodotti e installazione.

I prezzi, chiaramente, possono variare. Oltre ai modelli appena analizzati, sul mercato esistono diverse opzioni adatte a tutte le tasche.

In media, comunque, un climatizzatore senza unità esterna può costare da 250 fino a più di mille euro.

In ogni caso, i potenziali interessati potranno risparmiare sui costi di installazione. Quelli necessari sono nettamente più economici rispetto ai costi richiesti per installare un prodotto con motore esterno.

Alessia Seminara
Alessia Seminara
Copywriter, classe 1991. Versatile, multipotenziale, laureata in Scienze e Tecniche Psicologiche presso l'Università degli Studi di Catania, con una seconda laurea in Logopedia, ho una passione per la scrittura e il web copywriting. Entrambe mi hanno portato a concludere la canonica formazione accademica e ad intraprendere un ulteriore percorso di formazione in Seo e Copy Persuasivo. Grazie a vari corsi di formazione ho approfondito le mie conoscenze in ambito Digital Martketing. Negli anni ho stretto diverse collaborazioni come copywriter freelance per seguire variegati progetti.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate