Questi 10 elettrodomestici ti fanno consumare meno energia e ti aiutano nelle bollette

Nel caso di un razionamento della luce, affidati a questi 10 elettrodomestici che consumano meno e ti fanno risparmiare sulle bollette. Ecco quali

Con l’attuale caro energia tutti noi dovremmo stare attenti quando accenderemo uno o più elettrodomestici. Negli ultimi giorni la UE sta valutando di introdurre dei nuovi limiti al consumo energetico domestico, e questo potrebbe diventare un problema per chi è solito tenere accessi uno o più dispositivi.

Perché, se dovesse venire approvata tale proposta, molti elettrodomestici potrebbero cominciare a funzionare meno, e male. Però non disperiamoci, anche nel peggiore dei casi solo gli elettrodomestici vampiri potrebbero darti qualche problema.

Di contro, ci sono un sacco di elettrodomestici che consumano meno rispetto ad un qualsiasi dispositivo domestico, e che ti permetteranno di non ritrovarti senza corrente all’improvviso, oltre a farti avere una bolletta più leggera.

Addirittura, alcuni di questi addirittura posso essere usati anche come alternativa alla rispettiva controparte energivora. Ma vediamo meglio di cosa si tratta.

Questi 10 elettrodomestici ti fanno consumare meno energia e ti aiutano nelle bollette

Oggi la stragrande maggioranza dei dispositivi ha programmi o impostazioni che garantiscono il massimo dell’efficienza col minor consumo di energia elettrica. Infatti rimarrai stupito dalla lista di questi 10 elettrodomestici che consumano meno:

  • lavatrice,
  • lavastoviglie,
  • frigorifero,
  • condizionatore,
  • piani di cottura,
  • aspirapolvere,
  • asciugatrice,
  • phon,
  • ferro da stiro,
  • forno elettrico.

L’ordine va dagli elettrodomestici che consumano meno a quelli dal consumo medio, sempre se fai attenzione ad alcuni piccoli accorgimenti.

Ovviamente anche gli elettrodomestici che consumano meno, se lasciati in funzione per ore, diventano energivori, anche nel caso della lavatrice e della lavastoviglie, che coi programmi Eco e Smart arrivano a consumare dai 0,3 ai 0,4 kWh. Se invece le imposti per un lavaggio ad alte temperature (es. 60-90 C) e dalla lunga durata (es. 2-4 ore), il costo energetico esplode.

Il frigorifero e il condizionatore possono essere una gran fonte di risparmio se appartengono a classi energetiche alte, come l’A+++, e consumare a malapena 0,1 kWh di energia.

Altrimenti, più bassa è la classe, più l’elettrodomestico consuma più energia, e arrivare anche a 0,4 kWh, meno ovviamente di un condizionatore, che arriva ad un massimo di 0,7 kWh.

I piani di cottura migliori sono quelli elettrici, perché ti fanno consumare un massimo di 1,2 kW, praticamente la metà rispetto ad uno radiante.

Nel caso dell’aspirapolvere, dal 2017 sono disponibili solo modelli con massimo 0,9 KW di potenza, mentre per il phon puoi accedere sia a modelli a basso consumo, sia a modelli che possono arrivare anche a 2 KW.

Ad oggi, grazie alla tecnologia a risparmio energetico, forni elettrici e ferri da stiro non superano in media 1 KW di potenza, ma questo dipende anche dalle dimensioni e dal tipo di programma selezionato.

Leggi anche: Pignoramento, nemmeno gli elettrodomestici sono al sicuro: ecco quelli ti possono portare via

Fai attenzione a questi elettrodomestici vampiri

Nel caso di razionamenti o di limitazione delle utenze domestiche, dovrai fare attenzione a questi elettrodomestici che consumano di più rispetto a quelli che abbiamo accennato sopra:

  • stufa elettrica,
  • friggitrice ad aria,
  • piano di cottura,
  • bollitore,
  • asciugacapelli,
  • piastra per capelli,
  • radiatori elettrici.

Sono tutti elettrodomestici vampiri, che consumano un sacco di energia e che, in caso di limitazione, possono farti saltare la corrente.

Solo la stufa elettrica può arrivare a consumare fino a 2 KWh, anche nelle migliori condizioni. A sua volta la friggitrice d’aria non ti permette assolutamente di risparmiare energia, perché necessita di una grande quantità di energia per friggere dei cibi con poco olio. Per questo il consumo medio si aggira sui 1,5 KWh.

E si parla di 0,1 KWh in meno rispetto al bollitore, che deve produrre un sacco di energia durante la fase di riscaldamento, e che lo porta a dover consumare almeno 1,6 kWh. E sempre per via del pre-riscaldamento, la piastra per capelli consuma in media 1,3 kWh.

Come abbiamo visto prima, il piano di cottura di tipo elettrico è tra gli elettrodomestici che consumano meno, ma se è di tipo radiante può arrivare a consumare 2,2 kWh.

Anche l’asciugacapelli è tra quelli che consumano meno, ma solo se si comprano modelli a basso consumo, sennò arriva anche a 1,6 kWh, cioè quanto un bollitore.

E per ultimo c’è il radiatore elettrico. In questo caso la differenza sta nel modo in cui viene usato, perché di per sé il consumo può essere anche contenuto, ma se si tiene acceso per ore e si utilizza quasi tutti i giorni, è inevitabile ritrovarsi a fine mese con una bolletta astronomica.

Quali sono gli elettrodomestici che consumano meno da usare come alternativa

Anche se non tutti gli elettrodomestici sono facilmente intercambiabili (si pensi alla piastra per capelli), in generale puoi usare alcuni elettrodomestici che consumano di meno al posto di quelli energivori per la stessa mansione.

E’ il caso del piano di cottura, il cui consumo cambia radicalmente se passi all’elettrico, consumando solo 1,2 kWh invece di 2,2 kWh del piano di tipo radiante.

Altra alternativa è quella del forno elettrico al posto della friggitrice ad aria, anche se significa fare a meno del fritto. Al peggio tocca friggere alla vecchia maniera, ma consumeresti un sacco di olio.

E al posto della stufa elettrica consigliamo di passare a stufe o a sistemi di riscaldamento più efficienti e con un consumo energetico più contenuto, come il riscaldamento a pellet.

Per il resto, l’essenziale è affidarsi a dispositivi che appartengono a classi energetiche alte. Costano di più, ma nel lungo periodo risparmi un sacco nelle bollette energetiche.

Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
778FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate