Il campionato sta volgendo al termine e arrivati alla penultima giornata sono ancora molte le incertezze riguardanti la classifica finale. Lotta scudetto, lotta retrocessione e piazzamenti europei sono ancora tutti in discussione, si prospetta dunque un weekend di grandi emozioni. Analizziamo quindi la 37° giornata di Serie A e capiamo dove vederla in TV.

37° giornata di Serie A, dove vederla in TV

Il campionato italiano quest'anno è uno dei più combattuti, e questo su tutti i fronti. Lo spettacolo che ci sta regalando è senza eguali dato che negli ultimi anni non c'è mai stato questo equilibrio.

I tifosi sono ansiosi di assistere alla 37° giornata di Serie A, scopriamo dunque dove vederla in TV, quali partite andranno in onda su DAZN? Quali su Sky?

Per vedere le partite di Serie A di questo fine settimana, come di consueto, sarà necessario essere in possesso di un abbonamento.

Le partite in onda su Sky saranno: Roma-Venezia, sabato 14 maggio ore 20.45; Bologna-Sassuolo, domenica 15 maggio ore 12.30; Juventus-Lazio, lunedì 16 maggio ore 20.45.

Le stesse partite si potranno seguire anche in diretta streaming su Now TV e su Sky GO, mentre le altre non saranno disponibili alla visione a questo tipo di abbonati.

Queste e tutte le altre partite saranno visibili in streaming su DAZN che dall'inizio di quest'anno si è assicurato i diritti TV di tutta la Serie A.

Le partite di sabato

La 37° giornata di Serie A, ora che è chiaro dove vederla, promette grande spettacolo ai tifosi del nostro campionato che quest'anno è più spettacolare che mai.

Si aprono le danze sabato 14 maggio alle ore 15.00 con l'importantissima sfida tra Empoli e Salernitana.

Se i primi non hanno più molto da richiedere al campionato, i secondi invece stanno compiendo un vero e proprio miracolo sportivo.

Solo fino a qualche settimana fa i Granata sembravano destinati alla Serie B, ma grazie a una catena di risultati utili consecutivi ora sono vicinissimi alla salvezza.

Questa potrebbe già arrivare se la squadra di Nicola vincesse mentre il Cagliari di Agostini perdesse, e alla luce della sfida che attende quest'ultima l'eventualità non è così impossibile.

La seconda partita del sabato andrà in scena alle 18.00 e vederà coinvolte Hellas Verona e Torino.

Nessuna delle due squadre può ambire a raggiungere altri obiettivi ma né Tudor né Juric vogliono perdere, e questo lo hanno già ampiamente dimostrato nelle ultime uscite.

Le altre partite del sabato

Il sabato prosegue e si conclude con altre due partite importanti con tre delle quattro squadre coinvolte che lottano ancora per qualcosa.

Alle ore 18.00 si gioca Udinese-Spezia in una sfida che, se per i primi non è di grande valore, per i secondi lo è eccome.

I friulani sono già salvi e non possono ambire a raggiungere un posizionamento europeo, nonostante questo difficilmente cederanno la partita agli avversari.

I liguri invece non sono ancora tranquilli, i 33 punti conquistati fino a qui li tengono fuori dalla zona retrocessione ma solo vincendo questa sfida potrebbero essere matematicamente salvi, a meno che il Cagliari non perda e a quel punto lo sarebbero lo stesso.

L'ultima sfida del sabato, valevole per la 37° giornata di Serie A abbiamo già avuto modo di capire dove vederla, sia su Sky che su DAZN ed è Roma-Venezia.

I Giallorossi devono fare punti per non perdere l'occasione di giocare l'Europa League nella prossima stagione, dato che al momento si trovano a pari merito con Fiorentina e Atalanta.

I secondi invece si trovano in una situazione disperata, e solo la vittoria unita ai passi falsi delle dirette concorrenti potrebbero fargli sperare in una sorprendente salvezza.

Le partite di domenica

Conclusa la giornata di sabato la 37° giornata di Serie A prosegue domenica e abbiamo anche in questo caso già detto ai nostri lettori dove vederla in TV.

Alle ore 12.30 si inizia con Bologna-Sassuolo, una partita che non ha molto da raccontare ai fini della classifica, ma è proprio per questo che si prospetta molto divertente e ricca di gol.

La squadra di Mihajlovic vuole regalare una gioia ai suoi tifosi e anche allo stesso allenatore che sta lottando come un leone contro la malattia che lo affligge.

Mentre la squadra di Dionisi ci ha abituati a partite con tanti gol, sia fatti che subiti, la libertà mentale delle due squadre potrebbe far scaturire una partita ricca di emozioni.

Si prosegue poi alle ore 15.00 con Napoli-Genoa, i Partenopei vogliono blindare il terzo posto e scacciare le critiche a Luciano Spalletti.

I secondi invece vogliono rimanere aggrappati ancora per una giornata alla Serie A, che con il passare del tempo è sembrata sempre più vicina.

Le altre partite della domenica

Le altre due partite della domenica sono quelle probabilmente più attese della 37° giornata di Serie A e il perché si può presto intuire.

Le quattro squadre che si affronteranno lottano per tre obiettivi diversi: lotta scudetto, lotta salvezza e lotta per l'Europa.

Alle ore 18.00 il Milan capolista affronta in casa l'Atalanta di Gasperini, e la partita si preannuncia più dura che mai in un San Siro che per l'occasione si trasformerà in una bolgia.

Se la squadra di Pioli dovesse vincere e l'Inter invece dovesse perdere il Milan potrebbe finalmente alzare nuovamente uno scudetto, se invece i Rossoneri dovessero perdere rischierebbero di farsi soffiare la vetta della classifica dai cugini interisti.

I bergamaschi si trovano a pari punti con Roma e Fiorentina, in una delle stagioni più deludenti della sua storia recente.

Devono necessariamente fare i tre punti per rimanere aggrappati all'Europa e siamo tutti ben consapevoli del valore della squadra.

La seconda sfida invece si giocherà alle 20.45 e vedrà l'Inter affrontare fuori casa il Cagliari di Agostini, fresco dell'esonero di Mazzarri e che deve obbligatoriamente fare punti per rimanere in Serie A.

Insomma, la domenica si conclude con due big match che sono assolutamente da non perdere, attraverso queste due partite si potrebbe arrivare ad alcuni verdetti.

Le partite del lunedì

La 37° giornata di Serie A si conclude con le partite del Lunedì, anch'esse molto importanti e molto equilibrate.

Alle ore 18.30 la Sampdoria in casa affronterà la temibile Fiorentina, che grazie alla cura chiamata Vincenzo Italiano è in piena corsa per raggiungere l'Europa.

I Blucerchiati invece si trovano a 33 punti, e non sono ancora sicuri della matematica salvezza, ne potrebbe scaturire una partita molto intensa e ricca di colpi di scena.

Nel Monday Night invece, alle ore 20.45, la Juventus di Max Allegri affronterà in casa la Lazio dell'ex Maurizio Sarri in una partita che contiene mille motivazioni.

La Juventus ambisce ancora a superare il Napoli al terzo posto, mentre la Lazio vuole consolidare la quinta posizione che significa Europa League.

Oltre a questo, i Bianconeri arrivano dalla cocente sconfitta nella finale di Coppa Italia persa contro l'Inter e sono alla ricerca di un riscatto immediato.

Sarri invece vuole sconfiggere la sua ex squadra con la quale non si è mai creato un profondo legame, insomma, ci sono tutti i presupposti per vedere una gran partita.

Le probabili formazioni

Sabato 14 maggio, ore 15:00

EMPOLI (4-3-2-1): Vicario; Stojanovic, Viti, Luperto, Parisi; Zurkowski, Asllani, Bandinelli; Bajrami, Henderson; Pinamonti.

Squalificati: nessuno | Indisponibili: Haas, Marchizza, Tonelli

SALERNITANA (3-5-2): Sepe; Gyomber, Radovanovic, Fazio; Mazzocchi, Kastanos, L. Coulibaly, Ederson, Ruggeri; Verdi, Djuric.

Squalificati: Bohinen, Ribéry | Indisponibili: Ranieri

Sabato 14 maggio, ore 18:00

VERONA (3-4-2-1): Montipò; Casale, Günter, Ceccherini; Depaoli, Tameze, Ilic, Lazovic; Barak, Caprari; Simeone.

Squalificati: Faraoni | Indisponibili: Berardi, Coppola, Pandur 

TORINO (3-4-2-1): Berisha; Izzo, Zima, Rodriguez; Aina, Lukic, Ricci, Vojvoda; Praet, Brekalo; Belotti.

Squalificati: Singo | Indisponibili: Bremer, Buongiorno, Edera, Fares, Sanabria, Singo, Warming, Zaza

Sabato 14 maggio, ore 18:00

UDINESE (3-5-2): Silvestri; Perez, Marì, Nuytinck; Molina, Pereyra, Walace, Makengo, Udogie; Pussetto, Deulofeu.

Squalificati: Becao | Indisponibili: Beto, Santurro, Success 

SPEZIA (4-2-3-1): Provedel; Amian, Erlic, Nikolaou, Reca; Maggiore, Kiwior; Verde, Agudelo, Gyasi; Manaj.

Squalificati: Bastoni | Indisponibili: Bastoni, Colley, Hristov, Sena

Sabato 14 maggio, ore 20:45

ROMA (3-4-1-2): Rui Patricio; Kumbulla, Smalling, Ibanez; Karsdorp, Cristante, Sergio Oliveira, Zalewski; Pellegrini; Zaniolo, Abraham.

Squalificati: Mancini | Indisponibili: Mkhitaryan 

VENEZIA (3-4-2-1): Maenpaa; Svoboda, Caldara, Ceccaroni; Mateju, Ampadu, Vacca, Haps; Aramu, Cuisance; Henry.

Squalificati: nessuno | Indisponibili: Lezzerini, Modolo, Romero

Domenica 15 maggio, ore 12:30

BOLOGNA (3-5-2): Skorupski; Soumaoro, Medel, Theate; De Silvestri, Dominguez, Schouten, Soriano, Hickey; Arnautovic, Barrow.

Squalificati: nessuno | Indisponibili: nessuno 

SASSUOLO (4-2-3-1): Consigli; Müldür, Ayhan, Ferrari, Rogério; Frattesi, Lopez; Berardi, Raspadori, Traoré; Scamacca.

Squalificati: Kyriakopoulos | Indisponibili: Harroui, Obiang, Romagna, Toljan

Domenica 15 maggio, ore 15:00

NAPOLI (4-2-3-1): Ospina; Di Lorenzo, Rrahmani, Koulibaly, Mario Rui; Anguissa, Fabian Ruiz; Lozano, Mertens, Insigne; Osimhen.

Squalificati: nessuno | Indisponibili: nessuno 

GENOA (4-2-3-1): Sirigu; Frendrup, Bani, Østigard, Criscito; Badelj, Galdames; Ekuban, Amiri, Portanova; Destro.

Squalificati: nessuno | Indisponibili: Czyborra, Maksimovic, Piccoli, Sturaro, Vanheusden

Domenica 15 maggio, ore 18:00

MILAN (4-2-3-1): Maignan; Calabria, Kalulu, Tomori, Theo Hernandez; Tonali, Bennacer; Saelemaekers, Kessié, Leao; Giroud.

Squalificati: nessuno | Indisponibili: Kjaer, Maldini

ATALANTA (3-4-1-2): Musso; Djimsiti, Demiral, Palomino; Hateboer, de Roon, Freuler, Zappacosta; Koopmeiners; Zapata, Muriel.

Squalificati: nessuno | Indisponibili: Ilicic, Pezzella, Toloi

Domenica 15 maggio, ore 20:45

CAGLIARI (3-5-2): Cragno; Ceppitelli, Lovato, Altare; Bellanova, Marin, Grassi, Rog, Lykogiannis; Joao Pedro, Pavoletti.

Squalificati: Radunovic | Indisponibili: Nandez 

INTER (3-5-2): Handanovic; Skriniar, de Vrij, Bastoni; Dumfries, Barella, Brozovic, Calhanoglu, Perisic; Correa, Lautaro.

Squalificati: nessuno | Indisponibili: Vecino

Lunedì 16 maggio, ore 18:30

SAMPDORIA (4-5-1): Audero; Bereszynski, Ferrari, Colley, Augello; Candreva, Rincon, Vieira, Thorsby, Sabiri; Caputo.

Squalificati: nessuno | Indisponibili: Gabbiadini, Giovinco, Sensi 

FIORENTINA (4-3-3): Terracciano; Venuti, Milenkovic, Igor, Biraghi; Bonaventura, Torreira, Duncan; Ikoné, Cabral, Gonzalez.

Squalificati: Amrabat | Indisponibili: Castrovilli, Sottil

Lunedì 16 maggio, ore 20:45

JUVENTUS (4-2-3-1): Szczesny; De Sciglio, Bonucci, Chiellini, Pellegrini; Zakaria, Miretti; Cuadrado, Dybala, Bernardeschi; Vlahovic.

Squalificati: nessuno | Indisponibili: Chiesa, Kaio Jorge, McKennie

LAZIO (4-3-3): Strakosha; Lazzari, Patric, Acerbi, Marusic; Milinkovic-Savic, Cataldi, Luis Alberto; Felipe Anderson, Immobile, Zaccagni.

Squalificati: nessuno | Indisponibili: Pedro

I tanti verdetti

Fino ad oggi gli unici verdetti che ci ha riservato il campionato sono stati quelli dei posizionamenti valevoli per la Champions League, tutto il resto però è ancora in discussione.

La 37° giornata di Serie A però potrebbe finalmente dichiarare chi vincerà lo scudetto, le prime retrocessioni e e anche chi verrà escluso dall'Europa.

Se così non fosse questo totale equilibrio si protrarrebbe fino alla 38° e ultima giornata di Serie A, che a questo punto diventerebbe una delle più belle di sempre