Qatar 2022, le caratteristiche dello stadio Al Bayt

Lo stadio Al Bayt sarà uno degli otto impianti dell'attesissima manifestazione dei Mondiali di Qatar 2022: diamo uno sguardo alle sue caratteristiche principali.

Image

Il giorno tanto atteso è ormai sempre più vicino. Il 20 novembre prenderanno ufficialmente il via i Mondiali di Qatar 2022, i primi della storia ad essere disputati nel periodo invernale. La manifestazione in assoluto più importante del calcio, dalla quale sarà purtroppo assente per la seconda volta di fila l'Italia dopo la dolorosa sconfitta negli spareggi contro la Macedonia del Nord costata l'eliminazione, sta dunque per tornare, con le stelle varie nazionali pronte più che mai a darsi battaglia nella caccia alla coppa tanto ambita. L'attesa riguarda però anche l'organizzazione del Paese ospitante, con gli occhi di molti che saranno puntati in particolare sugli stadi in cui avranno luogo le partite.

Qatar 2022, sguardo alle caratteristiche dello stadio Al Bayt

Degli otto stadi che ospiteranno le partite dei Mondiali di Qatar 2022, uno dei più importanti è sicuramente l'Al Bayt, ovvero il secondo della lista in termini di capienza con oltre 60mila posti. L'impianto avrà inoltre l'onore di fungere da teatro della partita inaugurale del torneo, quella tra i padroni di casa del Qatar e dell'Ecuador in programma per il Gruppo A domenica 20 alle ore 17:00. Le caratteristiche e le curiosità legate ad esso sono numerose e allo stesso tempo interessanti.

Lo stadio Al Bayt si ispira apertamente alle tradizionali tende utilizzate dai beduini, ma nonostante ciò risulta allo stesso tempo anche incredibilmente moderno per quanto riguarda la propria struttura interna. Per quanto concerne alcune informazioni puramente tecniche, la sua costruzione ha avuto luogo nel 2014 nell'area di Al-Khor, una città a circa 60 km di distanza da Doha, mentre la sua inaugurazione è avvenuta nel 2020.

Come detto poco sopra, si tratta di un impianto estremamente legato alla tradizione, e ciò è ampiamente testimoniato già dal suo nome. Al Bayt deriva infatti da bayt al sha'ar, ovvero le summenzionate tende che venivano abitudinariamente usate dai nomadi nella regione del Golfo e in Qatar. Il design dell'intera struttura, che si estende per circa 320 metri in lunghezza e 280 metri in larghezza, vuole dunque rendere omaggio non solo al presente ma anche al passato del Paese, come mostrato in maniera evidente anche dai motivi che decorano gli spalti.

Trovandosi a ben 60 km da Doha, si tratta dello stadio maggiormente isolato degli otto, ma l'impianto può comunque essere facilmente raggiungibile tramite i mezzi pubblici da parte di tutti quei tifosi che si trovano in Qatar per andare ad assistere alle partite. Le temperature, motivo per cui i Mondiali di Qatar 2022 vengono disputati in inverno, toccheranno nel periodo del torneo i 25-30 gradi, ma l'Al Bayt è largamente attrezzato anche per questo grazie al sistema della climatizzazione meccanica e al cambio dell'iniziale colore nero della facciata, il che contribuisce ad abbassare la temperatura di circa cinque gradi.

Tra le caratteristiche maggiormente all'avanguardia dell'intero stadio vi è sicuramente quella della copertura mobile, con il tetto trasparente della larghezza di 100 metri e della lunghezza di 160 metri che è in grado grazie a dei complessi meccanismi di aprirsi e di chiudersi verso il centro del campo nel giro di soli venti minuti e di consentire anche un'illuminazione largamente migliore del manto erboso se spostato totalmente verso nord.

Degni di nota sono poi anche gli interni, con degli elegantissimi spogliatoi che fanno quasi sembrare l'Al Bayt una sorta di hotel a cinque stelle. Spostandoci infine all'area circostante lo stadio, l'intero impianto è stato costruito al centro di un'apposita area dalla superficie di circa 200mila metri quadrati, con quest'ultima che include al suo interno vastissimi spazi verdi oltre che piste per ciclismo, equitazione e corsa. 

Il calendario delle gare che si terranno allo stadio Al Bayt

Dopo aver descritto le innumerevoli caratteristiche che rendono lo stadio Al Bayt più unico che raro, si passa a questo punto alle partite di Qatar 2022 che questo impianto ospiterà. Si parte come detto dalla gara inaugurale fino ad arrivare ad una delle due semifinali. Questo il programma:

20 novembre: Qatar-Ecuador (Gruppo A)

23 novembre: Marocco-Senegal (Gruppo F)

25 novembre: Inghilterra-USA (Gruppo B)

27 novembre: Spagna-Germania (Gruppo E)

29 novembre: Olanda-Qatar (Gruppo A)

1 dicembre: Costa Rica-Germania (Gruppo E)

4 dicembre: Prima Gruppo B-Seconda Gruppo A (ottavi di finale)

10 dicembre: W51-W52 (quarti di finale)

14 dicembre: W59-W60 (semifinale)

Leggi Anche

milan-slavia-praga-biglietti

Redazione Trend-online.com

23 feb 2024