Cosa cambia su WhatsApp dall’11 aprile: arrivano 2 grosse novità

Su Whatsapp stanno arrivando due modifiche davvero importanti alle regole: ecco cosa cambia a partire dall'11 aprile 2024.

Novità in arrivo sull’app di messaggistica più amata da giovani e non solo: ecco cosa cambia su WhatsApp a partire dall’11 aprile 2024.

In questo articolo riportiamo le domande e risposte più chieste dalla nostra comunità.

Sommario:

  1. 1.

    WhatsApp, cosa cambia dall’11 aprile? Ecco le due novità

  2. 2.

    Cosa è cambiato con l’ultimo aggiornamento di WhatsApp?

  3. 3.

    Quali sono i telefoni che non avranno più WhatsApp?

WhatsApp, cosa cambia dall’11 aprile? Ecco le due novità

Su Whatsapp stanno per evolversi un paio di cosette non da poco. Si tratta di modifiche rilevanti sul fronte dell’iscrizione e dell’utilizzo dell’applicazione, in fase di trasformazione per via dei regolamenti europei e di un generale adeguamento alle norme di ogni paese.

Per la precisione, ci saranno due modifiche rilevanti a partire dall’11 aprile: vediamo in dettaglio cosa cambia, con quali tempistiche, e come adeguarsi se necessario.

1. Cala parecchio l’età minima per usare Whatsapp

Per prima cosa arriva un ingente cambiamento sul fronte dell’utilizzo di Whatsapp. Per la precisione, parliamo dell’età minima consentita dalla piattaforma per poter usare lecitamente l’applicazione.

Fino a pochi giorni fa, l’età minima riportata nelle regole per usare Whatsapp era pari a 16 anni. Questo, però, strideva con le regole di alcuni paesi, che avevano un’età più bassa. Da qui arriva la modifica.

Adesso l’età minima per registrarsi e utilizzare Whatsapp secondo le regole della piattaforma sarà pari a 13 anni, vale a dire la stessa età adoperata negli Stati Uniti. Ma ci saranno comunque delle eccezioni.

Se un paese richiede per legge un’età superiore, allora l’età minima per usarla non sarà 13, bensì si adeguerà a quella del paese di riferimento. Un esempio è proprio l’Italia, dove per usare Whatsapp serve l’autorizzazione dei genitori se si è sotto i 16 anni.

Secondo le regole di Whatsapp, inoltre, iscriversi con informazioni false sull’età minima o registrarsi per conto di chi non avrebbe l’età minima sono delle violazioni dei termini di servizio. In questi casi si può incorrere nella disattivazione dell’account Whatsapp iscritto in violazione.

2. Whatsapp farà chattare con altre app di messaggistica

L’altra novità è forse la più sorprendente e attesa. Whatsapp si è infatti dovuta adeguare al Digital Market Act (DMA), un nuovo regolamento dell’Unione Europea che impone – tra le altre cose – regole ferree sulla concorrenza digitale.

Tra i punti fondamentali del DMA c’è quello di garantire l’interoperabilità ogni volta che è necessaria agli utenti. Questa parola così lunga significa semplicemente che le applicazioni devono poter comunicare tra loro, senza alcun blocco o problema dovuto alla loro diversa origine.

Insomma, gli utenti devono avere la possibilità di usare le applicazioni (come quelle di messaggistica) in modo incrociato e comunicante. Gli sviluppatori non devono bloccare questa comunicazione, e non possono costringere una persona a installare una certa app per parlare con qualcun altro, cioè per inviargli o ricevere da lui messaggi.

Ecco perché, a partire dall’11 aprile, Whatsapp diventerà aperto e consentirà di chattare tra piattaforme diverse. Dentro l’app sarà una nuova sezione chiamata “Chat di terze parti”, che consentirà di chattare con altre applicazioni. Sì, ma quali?

Il Regolamento impone che comunichino tra loro i servizi più grossi (chiamati Gatekeeper); tra questi, attualmente, ci sono solo Whatsapp e Messenger, che saranno quindi i primi a incrociarsi (e sono dello stesso proprietario). In aggiunta, se qualche altro servizio ne fa richiesta, bisogna adeguarsi anche a lui; ci aspettiamo perciò di vedere una veloce comunicazione anche con Telegram.

Chiariamo che l’11 aprile è sì la data “calda”, ma non tutto funzionerà da subito. Potrebbero volerci alcuni mesi per rendere tutto funzionante, in quanto ogni azienda richiede a quelle con cui si incrocia alcuni requisiti di sicurezza.

Cosa è cambiato con l’ultimo aggiornamento di WhatsApp?

L’aggiornamento più recente di Whatsapp, dello scorso inverno, ha mutato principalmente la grafica dell’applicazione su Android. Ora è più simile a quella di iOS e con le icone dei menu posizionate in basso, invece che in alto.

All’inizio dell’anno abbiamo ricevuto anche delle nuove emoji di Whatsapp del 2024, puramente decorative; per i prossimi mesi è invece atteso il nuovo pulsante Whatsapp con l’Intelligenza Artificiale.

Quali sono i telefoni che non avranno più WhatsApp?

Come regolarmente accade, purtroppo alcuni smartphone più datati non possono più supportare WhatsApp.

L’ultima serie di esclusioni è avvenuta molto di recente: dal 29 febbraio questi cellulari restano senza Whatsapp, una lunga serie contenente dei vecchi Samsung Galaxy, Huawei Ascend, LG Optimus e iPhone ormai obsoleti.

Ivan Cunzolo
Ivan Cunzolo
Copywriter e SEO Web Writer freelance, classe 1993. Sono nato e vivo a Napoli, amando la mia città. Sin da piccolo ho sempre scritto senza fermarmi mai, prima sulla carta, poi al computer. Al desiderio di diventare giornalista ho unito il nascente interesse per marketing e tecnologie. Mentre iniziavo con tonnellate di articoli in progetti sul web di pura passione, mi sono laureato in Culture Digitali e della Comunicazione alla Facoltà di Sociologia dell'Università Federico II. Da 6 anni sono Copywriter e Web Writer freelance, specializzato nella scrittura SEO.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate