Benvenuto in questo nuovo articolo di Trend Online. L'argomento di oggi è l'Agenzia delle Entrate, un nome che sicuramente sentirai pronunciare con molta frequenza, e spesso anche con qualche brutta esclamazione.

Ebbene sì, l'Agenzia delle Entrate è quell'organizzazione pubblica che svolge un compito molto delicato e che risulta essere letteralmente una patata bollente per la popolazione, ossia la riscossione delle tasse.

In quest'articolo l'obbiettivo principale che mi sono fissato è quello di darti una breve e semplice guida su come orientarti per poterti mettere in contatto con l'Agenzia, nel caso in cui dovessi avere delle eventuali necessità.

Prima di fornirti questa guida ti spiegherò sommariamente come funziona e com'è organizzata l'Agenzia delle Entrate, così tu puoi sapere qualche informazione basilare, che male sicuramente non fa.

Ti avviso che apparentemente il sito di quest'organizzazione sembra particolarmente difficile, ma devi essere comprensivo perché quando si parla di burocrazia è inevitabile che si trovino espressioni complicate e parole quasi incomprensibili.

Detto questo, se vuoi sapere direttamente come contattare il servizio clienti, salta questi primi due paragrafi e passa subito alla guida! (terzo paragrafo)

Prima di andare avanti ti allego il video del canale youtube Insindacabili, che spiega alcuni passaggi importanti sulla prenotazione di un appuntamento.

Agenzia delle Entrate: il "Grande Fratello" fiscale

Se hai mai letto il magnifico romanzo di George Orwell, chiamato 1984, senza dubbio sarai rimasto spaventato e allo stesso tempo affascinato da quella cupa società del futuro, nella quale nessuno è completamente libero e felice e persino i rapporti più intimi sono controllati dalla tirannia del Grande Fratello.

Questo personaggio misterioso non si è mai visto di persona, eppure attraverso tutto il complicatissimo sistema di sorveglianza riesce a far percepire la sua presenza, che ovviamente non rende molto felici i cittadini del mondo fantasioso di Orwell.

Il famoso reality show prende proprio spunto da questa figura, infatti i concorrenti sono costantemente sorvegliati dalle telecamere e chiunque, dalle proprie case può osservare tutti i loro comportamenti.

Ritorniamo a noi. Se questo riferimento letterario ti è familiare, hai già capito come agisce l'Agenzia delle Entrate. Se non lo hai capito non preoccuparti, te lo spiego con chiarezza.

L'Agenzia delle Entrate è in possesso di tutta la banca dati che registra la completa situazione economica e patrimoniale di ogni cittadino italiano

Nel momento in cui il contribuente (cioè il cittadino che paga le imposte) presenta un documento, come una dichiarazione dei redditi, l'Agenzia delle Entrate verifica che quello che è stato dichiarato sia effettivamente vero.

Questo processo viene fatto grazie al possesso preliminare dei dati anagrafici ed economici del cittadino in questione e questo tipo di controllo si chiama controllo automatizzato.

L'Agenzia delle Entrate è molto attenta anche alla questione dei contanti, nel senso che se per caso una persona deposita una somma eccessivamente alta nel proprio conto corrente (parliamo di qualche migliaio di euro), questo probabilmente diventa un campanello d'allarme per l'Agenzia, che potrebbe chiedere al cittadino di dimostrare la provenienza di quel denaro.

L'Agenzia delle Entrate è la grande protagonista nella lotta contro l'evasione fiscale e devi sapere che nel momento in cui si accorge di qualche irregolarità, se non hai prove concrete che dimostrino la tua correttezza, il rischio d'incorrere a delle sanzioni amministrative diventa altissimo.

Supponiamo che nella dichiarazione dei redditi ci sia qualche cosa che non quadri. L'agenzia, dal controllo automatizzato passa al controllo formale, cioè viene mandata una comunicazione scritta al contribuente, in cui è scritto che deve dimostrare la propria "innocenza", altrimenti dovrà pagare una sanzione.

Questo documento si chiama comunicazione d'irregolarità. Se il contribuente è assolutamente certo del fatto che abbia svolto tutte le sue operazioni regolarmente, può avviare la pratica del contenzioso tributario.

Questa parola apparentemente difficile non è altro che una causa legale che viene portata con l'Agenzia delle Entrate, di fronte al giudizio delle Commissioni Tributarie.

Agenzia delle Entrate: il supporto della "psicopolizia"

Cosa succede quando la situazione risulta essere più grave del previsto?

Quando nel romanzo di Orwell, un cittadino commette il "reato" di pensare con la propria testa, diventa un pericolo pubblico e a quel punto interviene un organo paramilitare chiamato Psicopolizia (cioè polizia della psiche).

Il povero malcapitato ha due possibilità: o si pente dell'errore commesso (chiaramente non scampa alle torture e alle violenze psicologiche) e viene risparmiato, oppure viene eliminato direttamente dalla faccia della Terra.

Nel nostro caso i fuorilegge sono coloro che evadono il fisco e la "Psicopolizia" del mondo reale è la Guardia di Finanza.

Ovviamente non ci sono torture e pene di morte, ma c'è una punizione molto severa nei confronti del sanzionato, che nel peggiore dei casi rischia anche la carcerazione.

Quando l'Agenzia delle Entrate non riesce a risolvere la faccenda col contribuente nel corso del controllo formale, interviene la Guardia di Finanza che effettua il controllo sostanziale

Questo vuol dire che gli agenti si recano personalmente presso il domicilio del contribuente (che sia l'abitazione o l'attività, se si tratta di un imprenditore) e fa una serie di controlli per scovare eventuali irregolarità.

A quel punto se si trovano delle prove, gli agenti procedono con la compilazione dell'avviso di accertamento

Agenzia delle Entrate: come richiedere assistenza al servizio clienti

Adesso passiamo alla guida vera e propria. 

C'è la possibilità di creare un proprio account all'interno del sito. Bisogna solamente cliccare sul lucchetto vicino al quale c'è scritto "area riservata".

Una volta che hai cliccato lì, devi procedere con la registrazione, che viene svolta o tramite il sistema di riconoscimento Fisconline, con Entratel o con SPID.

Per prima cosa devi guardare in alto a destra mentre sei nella home dell'Agenzia delle Entrate e devi cliccare su "contatti e assistenza".

Questa voce è posizionata in mezzo a "accesso ai servizi" e "trova l'ufficio".

Una volta che hai cliccato su quel tasto troverai un menù e noterai che ci sono parecchie voci. La prima si chiama "emergenza Coronavirus: richiesta servizi essenziali in modalità semplificata".

Questa finestra è stata inserita a partire dall'inizio della pandemia del Covid-19 e ha lo scopo di offrire agli utenti la fruizione di servizi, che in precedenza venivano solitamente svolti in presenza, presso i relativi uffici di competenza.

Fai attenzione ad aggiornare sempre il numero di cellulare, perché se ti dimentichi di segnarlo (nel caso in cui cambiassi SIM o cellulare ovviamente), potrebbe succedere che l'Agenzia delle Entrate non riesca a entrare in comunicazione con te.

I servizi presenti nella sezione d'emergenza Coronavirus sono:

  • Richiesta di certificati
  • Richiesta di codice fiscale e tessera sanitaria
  • Dichiarazione di successione
  • Registrazione d'atti privati
  • Rimborsi fiscali
  • Abilitazione dei servizi telematici
  • Assistenza clienti

Il secondo link disponibile all'interno della pagina di assistenza clienti, dopo la sezione emergenza Coronavirus, si denomina "prenota appuntamento".

A questo punto avrai due opzioni disponibili: la prima è l'assistenza fiscale, mentre la seconda è l'assistenza catastale e ipotecaria.

L'assistenza fiscale prevede un'ulteriore suddivisione in tre possibili passaggi d'assistenza che si possono svolgere. 

Il primo è il canale telematico, mentre il secondo è il canale dell'applicazione, scaricabile su Google Playstore o su Apple store.

Il terzo e ultimo canale è quello telefonico. In sostanza hai la possibilità di telefonare vari numeri in base ai dispositivi di cui sei in possesso. Il numero verde 800.90.96.96 si può chiamare da un telefono fisso, invece il numero 06-9666-8907 si può chiamare da un telefono cellulare.

Per quanto concerne l'assistenza catastale o ipotecaria non è prevista la presenza di diversi canale, ma si può procedere solo alla prenotazione di un appuntamento online.

Tieni conto del fatto che puoi prenotare solo ed esclusivamente tre appuntamenti al giorno, non puoi superare questo limite numerico.

Puoi anche inviare un messaggio tramite il tuo cellulare al numero 339.994.26.45 per richiedere informazioni. Tieni conto che c'è una piccola tariffa da pagare (come sicuramente avrai immaginato, dato che la messaggistica tradizionale è sempre stata a pagamento).

Ti consiglio di sfruttare questo servizio solo se hai intenzione di porre domande a carattere generale e che siano abbastanza semplici da rispondere in maniera comprensibile tramite un messaggio.

Se la tua domanda contiene degli aspetti specifici (sulla tua situazione personale o su un qualsiasi argomento trattato dall'Agenzia delle Entrate), non sarà soddisfatta la tua richiesta. Al contrario, ti sarà nuovamente rinviato un messaggio in cui ti vengono indicati i canali competenti per la tua esigenza.

Hai la possibilità d'inviare un messaggio in posta elettronica, ma puoi scriverlo a quest'indirizzo (assistenzaweb@agenziaentrate.it), solo se riscontri dei problemi di fruizione tecnica nella sezione dei servizi catastali e ipotecari.

Passiamo al terzo servizio disponibile nel menù. Ricapitolando, il primo è quello sull'emergenza del Coronavirus, il secondo è la pianificazione degli appuntamenti (con relativo supporto fiscale, catastale o ipotecario) e poi troviamo la sezione "reclami, elogi e suggerimenti".

Diciamo che questa sezione serve a lasciare dei feedback, sia positivi che negativi, al fine di permettere all'Agenzia di migliorare il servizio di assistenza ai contribuenti.

Hai praticamente due possibilità: se scegli di lasciare un feedback online, devi essere in possesso del codice fiscale e dell'indirizzo di posta elettronica. Inoltre devi indicare il giorno e infine lasciare il tuo feedback. Entro tre settimane riceverai la risposta da parte dell'Agenzia delle Entrate.