Il bonus cultura è uno degli strumenti che maggiormente ha consentito di avvicinare le nuove generazione alla cultura, consentendo, al contempo, di poter dedicare tempo, e soprattutto risorse, a passioni personali.

Il bonus, infatti, non è impiegato esclusivamente per l’acquisto di libri, ma anche per spettacoli teatrali e concerti. Soprattutto al termine di questa pandemia, i ragazzi potranno approfittare per partecipare a qualche concerto. Molti infatti riprenderanno proprio questa estate, il bonus cultura consentirà quindi di partecipare a festival e molto altro ancora.

Se sei appassionato di lettura o di teatro, il bonus sarà altrettanto utilizzabile.

Tale incentivo utilizza il metodo dei codici, un po’ come avviene per il bonus docenti. E’ necessario scaricare dei codici che poi verranno inseriti al momento dell’acquisto del libro o dei biglietti.

Tale strumento presuppone tuttavia la previa iscrizione sulla piattaforma online di 18app. Per riceve il predetto bonus dovrà allora procedere alla registrazione, che presuppone l’impiego dello SPID. Orami l’identità digitale è uno strumento necessario per qualsiasi operazione che implichi un contatto con la pubblica amministrazione. 

Allora, potrebbe essere necessario, prima di effettuare l’accesso, di dotarti di questo strumento. Ad oggi tra i più noti sistemi di SPID è quello offerto da Poste italiane ID. 

Cos’è il bonus cultura?

Il Bonus Cultura 2022 è uno dei molti incentivi che oramai pullulano nel nostro ordinamento. Tale agevolazione è stata introdotta su iniziativa del Ministero per i Beni e le Attività Culturali e della Presidenza del Consiglio dei Ministri a partire dal 2016.

Tuttavia è proprio del recente periodo che la disciplina ha subito un piccolo ritocco. Con il Decreto attuativo del Mibact del 22 Dicembre 2020 n. 192 pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 17 marzo 2021 sono state apportate  le modifiche al Decreto del 24 dicembre 2019, n. 177, che disciplina i requisiti e le modalità di attribuzione per ottenere l’incentivo, le quali, invero, sono molto semplice.

Inoltre, anche la Legge di Bilancio 2022 ha prorogato ulteriormente l’incentivo, di seguito indichiamo quali sono i termini per poterne beneficiare.

L’incentivo è rivolto i ragazzi maggiorenni, ai quali viene erogato un buono di 500 euro. Lo Stato, quindi, eroga tale incentivo al fine di consentire la diffusione della cultura tra i giovani.Il buono può essere impiegato al fine di acquistare prodotti o attività a carattere culturale di vario genere. Il buono può essere ottenuto mediante la carta elettronica, accedendo il portale app18, che consente appunto di scaricare la tessera elettronica. 

Questa potrà esser scaricata solo dai diciottenni .

Le ultime novità della Legge di Bilancio 2022

La Legge di Bilancio 2022 è intervenuta sulla disciplina del predetto bonus cultura. In particolare, all’articolo 108 è stata introdotta una norma che stabilizza l’incentivo, rendendo la misura permanente. L’incentivo, noto anche come 18app, dal nome dell’applicazione con cui fare richiesta,  sarà a disposizione per il 2022.

I noediciottenni dunque potranno accedere alla carta elettronica del valore di 500 per procedere ad acquisti di libri, biglietti per mostre d’arte e molto altro

Tale buono potrà esser speso nei prossimi dodici mesi. Sicuramente saranno in molti ad usufruirne, potendo esser impiegato per vari eventi, anche musica concerti, teatri, corsi di danza, acquisto di musica anche online, corsi di lingua straniera, abbonamenti a riviste.

Ma l’elenco delle spese che sono finanziate con questo strumento non finisce qui. Anche per quest’anno sono stati stanziati oltre 230 milioni di euro. Tuttavia, le nuove modifiche apportate dalla Legge di Bilancio 2022 hanno previsto delle ulteriori modalità di controllo, che consentono di utilizzare l’incentivo in modo tale da prevenire truffe di vario genere. 

Tali misure saranno rese attuative con un successivo provvedimento. Questo dovrà essere adottato dai ministeri competenti, quali Ministro della cultura di concerto con il Ministro dell’economia e delle finanze.

Il decreto attuativo dovrà disciplinare le eventuali altre regole e le date di fruizione del bonus.

Come accedere a 18 app?

Per ricevere il bonus dovrai accedere a 18app, che è un applicazione con la quale potrai provvedere a scaricare l’incentivo. Per accedere a 18app hai bisogno di uno SPID, quindi dovrai preliminarmente ottenere le credenziali SPID per effettuare l’accesso.

Il sistema più noto per ottenere lo SPID è mediante PosteItaliane ID. 

Dopo che avrai ottenuto tali credenziali dovrai collegarti alla pagina iniziale del servizio, dove ti verrà richiesto di inserire le credenziali SPID, cliccando sul bottone Entra in alto a destra.

Nel meno a tendina che si aprirà, dovrai indicare l’Identità Provider che ti ha erogato le credenziali SPID, potendo scegliere tra i seguenti: InfoCert, Poste Italiane, Sielte, TIM o Aruba.

Si aprirà una nuova schermata, in cui dovrai inserire le credenziali SPID, quindi nome utente e password, nei relativi campi. Dopodiché devi provvedere a cliccare sul bottone Entra con lo SPID. Di seguito provvederai a registrarti e accedere su 18 app, dove potrai scaricar il Bonus cultura.

Il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali, in genere prevedono delle tempistiche per scaricare il Bonus, stabilendo anche un termine entro il quale potrai spendere i 500 euro, in genere entro l’anno.

Che succede dopo esserti registrato?

Dopo aver effettuato la registrazione su 18 app, potrai generare i tuoi buoni spesa elettronici. Ogni buono prevede un codice identificativo, che potrai associare all’acquisto di beni e servizi.

Tale buono ha carattere nominativo e può essere speso solo dal beneficiario che si è registrato su 18app. Puoi decidere sia di conservarlo in formato elettronico, in pdf o come immagine sul tuo smartphone, oppure puoi anche stamparlo e conservarlo cartaceo.

Laddove tu decida di usufruire di un servizio, o acquistare un bene, vanno decurtate le somme impiegate. In tal modo si va a ridurre il credito che hai a disposizione per ulteriori acquisti.

A parte il limite massimo di 500 euro, non vi sono ulteriori limiti sull’acquisto o di spesa, salvo la previsione per cui non è possibile procedere all’acquisto di più unità dello stesso bene o servizio, per evitare elusioni alla violazione alla regola della personalità dell’incentivo.

I soggetti beneficiari de Bonus Cultura 2022 sono i ragazzi che alla data del 31 Dicembre 2021 hanno raggiunto la maggiore età. 

Inoltre, i beneficiari dovranno essere residenti sul territorio nazionale. Laddove non siano cittadini italiani devono essere in possesso del permesso di soggiorno, che sia in corso di validità.

Il buono può esser utilizzato esclusivamente sul territorio italiano.

Chi sono coloro che possono richiedere il bonus cultura?

Come affermato nel paragrafo precedente, possono chiedere il bonus cultura tutti i ragazzi che hanno compiuto diciotto anni entro il 31 dicembre 2021. Dunque, possono fare richiesta gli studenti nati nel 2002. 

I nati nel 2002 dunque hanno già fatto richiesta del bonus cultura. Il termine per presentare domanda per il Bonus Cultura 2021 è scaduto al 31 Agosto 2021.

Potranno usufruire dell’incentivo e spendere 500 Euro entro il 28 Febbraio 2022. Allo scadere dell’iniziativa il portafoglio si azzererà automaticamente, quindi affrettati a comprare qualche libro e perché no, anche un biglietto per un concerto, d’altronde l’estate è vicina  e breve riprenderanno i concerti all’aperto!

Mentre per quanto riguarda il bonus cultura per il 2022 ancora devono essere aperti i termini per presentare la domanda.

Molto probabilmente, infatti, non saranno aperte le nuove iscrizioni fino a quando sarà possibile usufruire del bonus 2021. Quindi ancora qualche giorno di tempo per usufruire per i maggiorenni dello scorso anno, e poi avremo notizie per i nuovi beneficiari del bonus.

Quando si attiva il bonus cultura per i nati nel 2003?

Come dicevamo nel precedente paragrafo presuntivamente il bonus cultura non si attività prima della scadenza per usufruire del precedente bonus per l’anno 2021. Per fa attenzione che la scadenza è a breve. E’ infatti datata al 28 febbraio il termine ultimo per usufruire del bonus in questione.

Generalmente, guardando alle tempistiche dell’anno scorso, il bonus sarà attivato a partire da fine marzo, e potrai presentare domanda entro agosto 2022.

Per i nati nel 2003, quindi, si presenterà bene presto l’occasione. Quindi, potrai presentare la tua domanda sul portale www.18app.italia.it, inserendo le tue credenziali SPID.

Come utilizzare il buono?

Come dicevamo il buono può essere impiegato sia presso esercenti fisici che sugli e-commerce, in generale online. In genere le imprese o esercizi commerciali, nonché ogni altra struttura associata, espongono il logo specifico di 18app per segnalare la possibilità di utilizzare il bonus  cultura.

In queste sede potrai utilizzare la tua carta elettronica. Invero, è possibile consultare sulla piattaforma online di 18 app tutti i siti e gli esercenti presso i quali spendere il tuo incentivo cultura. Ogni anno l’elenco viene aggiornato, per inserire le nuove imprese che vogliono partecipare all’iniziative. Quindi ti consigliamo prima di consultare il predetto elenco per poi provvedere al tuo acquisto.

Coloro che invece siano interessati a partecipare, i titolari o i legarli di esercenti esercizi commerciali o di strutture interessate, possono chiedere l’iscrizione all’elenco. A tal fine dovranno registrarsi entro un apposito termine accedendo sul portale, inserendo le credenziali dello Spid o dell’Agenzia delle entrate. 

Tra le spese per le quali potrai  effettuare ci sono:  biglietti per rappresentazioni teatrali e cinematografiche e spettacoli dal vivo; corsi di musica; prodotti dell’editoria audiovisiva; corsi di lingua straniera; abbonamenti a quotidiani anche in formato digitale, musica registrata; corsi di teatro; titoli di accesso a musei, mostre ed eventi culturali, monumenti, gallerie, aree archeologiche, parchi naturali.

Se vuoi approfondire l'argomento ti invitiamo a prendere visione del seguente video di ScuolaZOO: