Bonus affitto fino a 12.000€ da Comuni e Regioni. Ultime!

Vivi in affitto? Lo sai che esistono tantissimi bonus affitto 2022 erogati dai Comuni e dalle Regioni? Si possono ottenere contributi fino a 12.000 euro, ma solo con un ISEE basso. Come? Ecco quali sono tutti i bandi di bonus affitto attivi, quali sono i requisiti e come si presenta la domanda. Novità.

Image

Casa in affitto? Lo sapevi che puoi risparmiare sul canone di locazione grazie ai numerosi bonus affitto 2022 confermati da Comuni e Regioni? Se la tua città ha indetto un bando affitto, puoi richiedere lo sconto sul canone di locazione, oppure la detrazione in dichiarazione dei redditi.

Se, invece, sei un giovane con meno di 31 anni hai diritto al bonus affitto fino a 2.000 euro previsto dal Governo e confermato dalla Legge di Bilancio. Per gli studenti universitari, invece, è attivo un bonus affitto 2022 fino a oltre 2.600 euro.

Anche le famiglie in difficoltà economica hanno diritto a uno sconto sul canone di locazione fino a 300 euro massimi, da ottenere come detrazione nella dichiarazione dei redditi annuale.

Ma andiamo a scoprire quali sono i bonus affitto 2022 confermati da Regioni e Comuni: nella tua città esiste un bando attivo? Scoprilo subito!

Bonus affitto da Comuni e Regioni: elenco dei bandi attivi

Quali sono i bonus affitto 2022 attivi e da richiedere subito? Dalle Regioni e dai Comuni esistono moltissime agevolazioni destinate alle famiglie, ai giovani, agli studenti e a coloro che vivono da soli. Quali sono le misure in vigore?

Partendo dalle Regioni, segnaliamo il bonus affitto 2022 previsto dalla Regione Lombardia e valido fino al 31 dicembre 2022. 

Ulteriori agevolazioni spettano ai cittadini residenti in Liguria, dove il bonus affitto è purtroppo scaduto al 3 giugno 2022; mentre nella Regione Campania e in Sicilia il bonus affitto non è attualmente disponibile, ma potrebbe presto essere rifinanziato.

Passando invece alle città che prevedono la possibilità di ottenere dei bonus affitto, la lista si fa piuttosto lunga: Firenze, Milano, Roma, Rimini, Lucca. Genova, Brescia, Bergamo, Pistoia.

 Anche numerosi Comuni a sud est di Milano prevedono la possibilità di richiedere il bonus affitto per le famiglie in difficoltà economica.

Bonus affitto - Lombardia: fino a 3.000 euro di sconto sul canone

Scendiamo più nel dettaglio e cerchiamo di capire quali sono i requisiti che permettono di accedere al bonus affitto fino a 3.000 euro previsto dalla Regione Lombardia per le famiglie che soffrono di difficoltà economica.

A introdurre questa agevolazione è stata la deliberazione numero 5324 della Giunta regionale, che ha previsto un bonus affitto fino al 31 dicembre 2022, con una dotazione di 34 milioni di euro, utili per l’erogazione di contributi per coprire fino a un massimo di 8 mensilità, ovvero fino a 3.000 euro a famiglia.

I requisiti da soddisfare per ottenere il contributo sono i seguenti:

  • stipula di un contratto di affitto di un immobile sul territorio regionale, di durata non inferiore a 6 mesi;
  • possesso di un ISEE non superiore a 35.000 euro all’anno;
  • non essere proprietari dell’immobile in questione.

Nell’erogazione dei contributi saranno presi in considerazione, con corsia preferenziale, i richiedenti che hanno cessato, ridotto o terminato il proprio lavoro; oppure coloro che hanno subito una grave perdita in famiglia.

Per inviare la propria richiesta è necessario fare riferimento ai bandi di ciascun singolo Comune: per esempio, Milano per i milanesi, Brescia per i bresciani, Bergamo per i bergamaschi, e così via.

Bonus affitto dalle Regioni: gli altri bandi disponibili

Oltre alla Lombardia, esistono anche altre tre Regioni che hanno indetto dei bandi per l’accesso al bonus affitto, ma attualmente la scadenza per la presentazione dei termini è decorsa. Li presentiamo a titolo informativo, qualora vengano riaperti i termini.

In Liguria è possibile ottenere un bonus affitto da un minimo di 500 euro e fino a un massimo di 2.400 euro a famiglia. Per avere il contributo, però, occorre possedere un ISEE inferiore a 16.700 euro; possedere la cittadinanza italiana, europea o il permesso di soggiorno; ed essere titolare di un contratto di affitto di un’abitazione adibita a prima casa.

In Campania, invece, il bonus affitto permetteva di ottenere fino a 2.000 euro alle famiglie che si trovano in difficoltà economica. Per ottenere il contributo e risparmiare sul canone di locazione era necessario possedere un ISEE inferiore a 22.500 euro e non aver fruito del reddito di cittadinanza.

Infine, anche in Sicilia era disponibile un bonus affitto 2022 che ha permesso di ottenere fino a 3.000 euro alle famiglie in difficoltà. Tra i requisiti richiesti c’era anche il possesso di un ISEE inferiore a 15.000 euro, o comunque non superiore a 35.000 euro qualora siano dimostrabili le perdite subite nel periodo di pandemia.

Bonus affitto a Firenze fino a 12.000 euro: a chi spetta?

Passiamo ora in rassegna tutti i bandi di bonus affitto 2022 confermati dai Comuni e dalle città italiane. Partiamo dalla Toscana, dove numerose città hanno indetto il bonus affitto per le famiglie che si trovano in difficoltà economica e soddisfano alcuni requisiti.

Per esempio, a Firenze è possibile ottenere un contributo fino a 12.000 euro, ma solo per gli inquilini in morosità incolpevole. Che cosa significa? 

Qualora vi siano dei locatari che si trovano in difficoltà con il pagamento del canone di locazione al proprietario e questi ultimi risultassero in difficoltà con le mensilità a causa di riduzione, cessazione o perdita del reddito per almeno il 25%, in loro aiuto verrebbe il nuovo bonus affitto della città di Firenze.

La richiesta del bonus affitto va presentata direttamente online, mentre i pagamenti vengono erogati in un’unica soluzione previa verifica della soddisfazione di tutti i requisiti richiesti.

Bonus affitto a Milano e Roma: nuovi bandi in arrivo

Le due grandi città metropolitane di Milano e Roma hanno messo a disposizione dei cittadini dei bonus affitto destinati alle famiglie che soffrono di difficoltà economica: a chi spettano?

Generalmente i requisiti richiesti per accedere ai contributi sull’affitto riguardano un limite di reddito (ISEE basso), ed eventualmente la composizione del nucleo familiare, oppure le disponibilità economiche e i sussidi percepiti.

Siamo ancora in attesa della pubblicazione dei bandi ufficiali delle due città per poter definire quali siano esattamente i requisiti richiesti per ottenere i contributi affitto: non appena disponibili verranno pubblicati sui siti web delle relative amministrazioni.

Bonus affitto a Rimini: novità in arrivo per le famiglie in difficoltà

Anche la città di Rimini ha comunicato l’arrivo di un nuovo bonus affitto nel mese di luglio 2022: a breve dovrebbero arrivare nuove indicazioni dal Comune.

Bonus affitto dai Comuni: la tua città lo prevede?

Dopo aver elencato le principali città italiane, arriviamo a concludere il nostro articolo sul bonus affitto 2022 riportando altri Comuni nei quali è possibile tuttora presentare la domanda per ottenere i contributi.

A Lucca è stato stabilito un bonus affitto a due velocità: in base alle proprie disponibilità economica, ogni famiglia potrebbe aver diritto a un contributo sull’affitto.

I residenti nel Comune di Bergamo, invece, possono richiedere il bonus affitto 2022 fino al 30 novembre prossimo: il contributo spettante ad ogni beneficiario è pari a un massimo di 3.000 euro. Per ottenere il bonus affitto è necessario ossedere un ISEE inferiore a 26.000 euro.

Anche numerosi piccoli Comuni a sud est di Milano hanno introdotto dei bonus affitto 2022 che si possono richiedere subito: Carpiano, Cerro al Lambro, Colturano, Dresano, Melegnano, San Donato Milanese, San Giuliano Milanese, San Zenone al Lambro e Vizzolo Predabissi. Il contributo prevede la possibilità di ottenere un bonus affitto per tutti coloro che possiedono un ISEE inferiore a 26.000 euro, e sono residenti nella zona da almeno 6 mesi.