Quest'anno non c'è solo un Cashback 2022!

Si parla di almeno quattro Cashback 2022, di cui uno governativo. Sono tutti servizi di sconto online che insieme possono garantire fino a 300 euro di risparmio. O anche di più, viste le ultime novità da parte del Governo Draghi per quanto riguarda il Cashback di Stato.

Sono servizi che possono fare la differenza per tutte quelle famiglie che non arrivano alla fine del mese, e che possono trovare in 300 euro di risparmio una boccata di ossigeno.

Va detto però che ognuno di questi Cashback 2022 prevedono requisiti e limiti specifici, anche perché ognuno di questi fa riferimento ad una specifica azienda o provider di servizi. Parliamo infatti del Cashback di Postepay, Autostrade per l'Italia e di Satispay.

Ma vedremo meglio nel corso dell'articolo tutte le ultime novità per questi bonus.

Cashback 2022: ecco le ultime novità dal Governo Draghi! Ecco come si fa a riscuoterlo

Tra i principali Cashback 2022 abbiamo quello dello Stato, cioè quello disponibile tramite app IO.

Sì, per certi versi è ripartito il Cashback che c'eravamo lasciati nel 2021, quando venne sospeso da luglio. Il premier Draghi aveva lasciato intendere che per i mesi successivi il Governo si sarebbe limitato solo a pagare tutti i beneficiari, senza provvedere ad alcun rinnovo per i trimestri successivi.

Infatti da novembre, col pagamento delle vincite della Lotteria degli Scontrini, si era temuto che il Cashback fosse ormai finito. Invece il Governo ha deciso di farlo ripartire, anche se con le dovute modifiche.

Per tutti quanti ora è previsto sì un Cashback 2022 di Stato, ma al posto del famoso 10% di rimborso su una spesa massima di 150 euro, con tanto di vincita finale di 1.500 euro, ora si potrà ricevere solo 300 euro di rimborso annuo, disposti in due rate semestrali da 150 euro.

E solo se verranno effettuate 50 transazioni, via POS o bancomat. Basterà agganciare il proprio IBAN all'app IO e provvedere alla selezione dei pagamenti effettuabili.

Rispetto al Cashback del Governo Conte II non è moltissimo, anche se per lo Stato si tratterebbe di un notevole risparmio, visto che la precedente misura è costata quasi 900 milioni di euro.

Per questo da inizi 2022 diverse aziende hanno voluto proporre il proprio Cashback, anche se con le dovute percentuali e importi spettanti.

Cashback 2022: Postepay garantisce un rimborso da 300 al mese! Ecco come funziona

Il Cashback 2022 di Poste Italiane è in realtà un servizio previsto solo per i clienti di Postepay, la sua principale azienda spin-off.

Ti permette di avere un rimborso del 10% per ogni 10 euro di spesa, fino ad un massimo giornaliero di 10 euro. In pratica, se la usi tutti i giorni, ottieni 300 euro al mese.

In questo caso però non si potrà avere questo rimborso su tutti gli acquisti, anche se via POS o Bancomat. Potrai riceverlo soltanto se acquisterai presso:

  • aziende o co-associate (Carrefour, COOP, Despair),
  • franchising (Liu Jo, servizi di taxi urbano).

Se vuoi avere la lista completa basta solo andare sul sito ufficiale del Cashback 2022 Postepay.

Per accedere al servizio basterà essere possessori di una carta Postepay, oppure di una carta Banco Poste, purché non prepagata senza IBAN.

Tramite app Postepay dovrai richiedere l'abilitazione al servizio. Una volta che ne hai l'occasione, prima di procedere al pagamento dovrai farti scansionare il codice QR del tuo Cashback, così il tuo acquisto potrà venire rimborsato.

Ricordiamo che questo servizio sarà valido fino al 31 maggio 2022: non rimane molto tempo, purtroppo. 

C'è da dire che, nella fase precedente, Poste garantiva addirittura l'accesso ad altri rimborsi, se non veri e propri sconti per l'acquisto, anche del 20%!

Si spera che dopo maggio il servizio possa essere rinnovato, anche con le attuali percentuali.

Cashback 2022: Autostrade per l'Italia garantisce il rimborso della tratta! Ecco le ultime novità

Il Cashback 2022 di Autostrade per l'Italia non è in realtà un classico rimborso sull'acquisto effettuato, ma una "copertura" in caso di ritardi.

Qualora tu dovessi entrare nel casello autostradale, e ti ritrovassi a dover aspettare in mezzo alla corsia per via di un ritardo, non rischierai di pagare di più la tratta. Anzi, potrai avere un rimborso pari al 100%!

Ma questo sarà possibile solo se hai sul tuo smartphone l'app Free to X, un'applicazione che ti permetterà di avere un rimborso sulla tratta autostradale percorsa in caso di ritardo,

Basta solo registrare la targa della tua auto e il tuo account bancario, o meglio il tuo codice IBAN.

Ma questo rimborso sarà concesso soltanto se il ritardo viene effettuato dagli addetti del servizio autostradale, e non per questioni personali o legate al traffico. 

Ma avrai il rimborso integrale della tratta solo se il tratto percorso è inferiore a 29 km, e se hai superato i 15 minuti di ritardo. Altrimenti, se superi i 500 km, o se il ritardo è inferiore a 30 minuti, riceverai un rimborso minimo del 5%.

Sfortunatamente non abbiamo tra le ultime novità eventuali aggiornamenti sulle tratte in cui è possibile beneficiare di questo rimborso, a parte l'attuale tratto autostradale in Liguria.

Cashback 2022: Satispay garantisce un super sconto con la sua piattaforma! Ecco le ultime novità

Anche Satispay ha reso disponibile per tutti un proprio Cashback 2022. Per certi versi si assomiglia alle precedenti, perché:

  • prevede un rimborso minimo, a volte progressivo;
  • richiede l'accesso ad una piattaforma specifica.

In questo caso, per tutti coloro che effettuano i propri pagamenti tramite l'omonima piattaforma di transizioni digitali, sono previsti due rimborsi.

Il primo prevede un rientro economico del 10-20% massimo, ma solo presso esercenti anch'essi titolari del sistema Satispay.

Il secondo prevede un rimborso progressivo che parte dal 5% sul primo acquisto per poi aumentare di cinque punti percentuali ad ogni acquisto successivo.

Tra tutti quelli al momento presentati sembra il migliore. In realtà, come già ha raccontato Laura Pellegrini nel suo precedente articolo, il rimborso è previsto solo:

  • per gli acquisti effettuati il martedì nel caso di supermercati,
  • per gli acquisti effettuati il venerdì nel caso di esercenti generici (farmacie, negozi, librerie...).

Ti consiglio di leggere il suo approfondimento per avere ulteriori dettagli in merito.

Cashback 2022 di Stato: in futuro sarà al 19% e con accredito immediato! Ecco le ultime da Draghi!

Ci sarebbe in teoria un altro Cashback 2022, ma è ancora in sede di discussione, e difficilmente vedrà la luce nei prossimi giorni.

Come abbiamo riportato a inizio articolo, tra le ultime novità ci sarebbe già un Cashback 2022 dello Stato, che permette di avere fino a 300 euro di rimborso annuo.

In realtà il Governo vorrebbe puntare ad un rimborso molto più ricco, anche se di natura "fiscale".

In genere il cosiddetto "rimborso fiscale" non è altri che la "detrazione fiscale", cioè quella che ottieni nel caso in cui acquisti beni o richiedi servizi scaricabili sul tuo modello 730/Redditi.

Stando a quanto riportato da Today, la viceministra del MEF, Laura Castelli, ha proposto un Cashback 2022 fiscale, con il quale tutte queste detrazioni diventano non più crediti d'imposta, ma veri e propri rimborsi pari al 19%, versati automaticamente sul conto corrente.

Così facendo, invece di avere uno sconto sulle tasse da pagare, avrai invece soldi "liquidi" sul tuo conto corrente. Così facendo, chi è incapiente e non ha obbligo di compilare alcuna Dichiarazione dei Redditi, potrà beneficiare di questa misura.

Però, ricordiamo, bisognerà vedere se questa proposta avrà un seguito, e se dalle spese sanitarie si potrà passare anche ad altro, tipo agli acquisti commerciali.