Wembley, teatro soltanto meno di un anno fa dell'incredibile e inaspettato trionfo dell'Italia nella finalissima degli Europei contro l'Inghilterra, sembra ormai lontanissima. Mesi dopo, la nazionale di Roberto Mancini si ritrova improvvisamente smarrita e con pochissime certezze, con l'ultima umiliante sconfitta contro la Germania in Nations League che ha contribuito a complicare ulteriormente la situazione. Il cammino degli azzurri nel girone non è però compromesso: ecco quando la nostra selezione gioca le prossime gare.

Il cammino dell'Italia in Nations League: un inizio che aveva fatto ben sperare

Mesi dopo la straordinaria vittoria degli Europei, che aveva fatto prematuramente pensare ad una pronta rinascita di tutto il movimento calcistico italiano, tutto è cambiato. Dopo la clamorosa mancata qualificazione ai Mondiali di Russia 2018 con Ventura, evento che sembrava almeno per l'immediato di difficile ripetizione, l'Italia si è ritrovata a fare i conti con il secondo fallimento consecutivo, con la sconfitta contro la Macedonia del Nord costata la partecipazione a Qatar 2022.

Un vero e proprio dramma sportivo, che rende necessario un nuovo, ennesimo, processo di ricostruzione. Un percorso difficilissimo affidato ancora a Roberto Mancini, con la squadra del ct campione d'Europa che è però poi incappata in un'altra figuraccia con lo 0-3 senza storia nella Finalissima contro l'Argentina di Messi, Lautaro e Di Maria.

L'inizio nella Nations League 2021-2022, terza edizione di questa ancora giovanissima competizione che vede l'Italia inserita in un girone complicatissimo con Inghilterra, Germania e Ungheria, aveva lasciato ben sperare. Nella prima giornata gli azzurri ottengono un più che positivo 1-1 casalingo contro i tedeschi, mentre nel secondo turno Barella e Pellegrini regalano i tre punti nella sfida contro la selezione ungherese.

Un avvio incoraggiante, con il terzo indizio positivo arrivato dalla partita in casa dell'Inghilterra battuta ai rigori nella finale di Wembley dell'estate scorsa: la squadra di Mancini, superiore per alcuni tratti della gara agli uomini di Southgate, meriterebbe la vittoria anche se non riesce ad andare oltre uno 0-0.

L'umiliazione in terra tedesca

La quarta e per ora ultima giornata del Gruppo 3 della Lega A di Nations League segna però uno stop fragoroso e doloroso allo stesso tempo. L'Italia sperimentale di Mancini, che punta in attacco sulla freschezza dei vari Politano, Raspadori e Gnonto, nulla può contro la forte ed esperta formazione di Flick, che conta tra le proprie fila elementi del calibro di Neuer, Kimmich, Müller e Werner.

Il risultato finale è un pesantissimo 5-2 a favore dei tedeschi che dilagano grazie a Kimmich, Gündogan, Müller e alla doppietta di Werner, con le reti nel finale di Gnonto e di Bastoni che servono solo a rendere meno pesante il passivo. Una sconfitta che fa perdere il primato nel girone all'Italia, e che complica leggermente le cose in vista dei due prossimi impegni ufficiali.

I prossimi impegni dell'Italia nel girone di Nations League

La batosta contro la Germania rischia quindi di complicare il percorso nell'attuale Nations League dell'Italia, che dovrà fare di tutto per evitare di scivolare nella Lega B del torneo e di perdere di conseguenza altri punti per quanto riguarda il ranking.

Prima di questa sconfitta, gli azzurri erano primi nel girone con 5 punti, ma la situazione è ora ovviamente cambiata. Al primo posto del Gruppo C c'è adesso con 7 punti la sorprendente Ungheria di Marco Rossi, che ha battuto per due volte l'Inghilterra e che ha fermato sull'1-1 la Germania, mentre in seconda posizione c'è invece la Germania con 6 punti. In condizioni peggiori dell'Italia si trova dunque solo la nazionale inglese, al momento quarta e ultima con due soli punti.

A due lunghezze di distanza dal primo posto ungherese, nulla è ancora perduto, anche se fondamentali saranno ovviamente le ultime due giornate del girone che avranno luogo sul finire del mese di settembre. Il 23 settembre, nella cornice di San Siro, andrà in scena Italia-Inghilterra, mentre il 26 si gioca a Budapest Ungheria-Italia. Due appuntamenti assolutamente da non fallire.