SPID Poste ID diventa a pagamento! Come ottenerlo gratis?

Attivare SPID con Poste ID è diventato a pagamento! Come posso richiedere SPID gratis? Ecco l'alternativa più conveniente per attivare l'identità digitale!

A partire dal 1° ottobre 2021 SPID è diventato obbligatorio per accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione, per accedere al sito dell’INPS, dell’Agenzia delle Entrate, dell’INAIL. Grazie a Poste ID è possibile attivare la coppia di credenziali SPID (username e password), ma il servizio di riconoscimento è diventato a pagamento.

Che cosa significa? Tutti i cittadini maggiorenni che intendono dotarsi di SPID tramite Poste ID dovranno sostenere un costo per la sua attivazione. Esiste un modo per ottenere SPID gratuitamente? Sì, vedremo come fare nel corso dell’articolo.

Ricordiamo, nel frattempo, che SPID, come scrive il sito ufficiale del Governo:

rappresenta l’identità digitale e personale di ogni cittadino, con cui è riconosciuto dalla Pubblica Amministrazione per utilizzare in maniera personalizzata e sicura i servizi digitali.

Come si può attivare SPID gratis? Qual è il costo di attivazione di SPID con Poste ID e chi non dovrà pagare? Ecco tutto quello che c’è da sapere su SPID: dall’attivazione all’utilizzo.

SPID Poste ID: riconoscimento a pagamento, ma non per tutti!

Purtroppo, l’attivazione di SPID con Poste ID è diventata a pagamento, ma non per tutti. Ricordiamo che grazie a Poste ID, tutti i cittadini hanno potuto attivare SPID gratuitamente. Ma la brutta sorpresa è arrivata senza una comunicazione ufficiale.

Per coloro che sceglieranno di adottare il metodo di riconoscimento direttamente presso gli uffici postali è previsto l’addebito, mentre per tutti coloro che attiveranno le credenziali sfruttando il riconoscimento tramite webcam o altri canali online, non verranno applicati costi aggiuntivi.

Trattasi di un costo pressoché irrisorio, ma che comunque occorre sostenere per poter attivare SPID sfruttando il riconoscimento in ufficio postale. L’attivazione rimane gratuita per tutte le altre tipologie di riconoscimento scelto.

SPID Poste ID: quanto costa?

La conferma del servizio SPID Poste ID a pagamento la possiamo ritrovare sul sito di Poste Italiane, nelle FAQ sull’attivazione d SPID. Non è stato emesso alcun comunicato ufficiale, ma le FAQ sono state prontamente aggiornate (solo per i più attenti osservatori).

Alla domanda “Il servizio SPID è a pagamento?”, Poste Italiane risponde così:

L’utilizzo del servizio SPID è sempre gratuito. (…) È possibile, inoltre, richiedere il servizio anche tramite identificazione in presenza presso un ufficio postale al costo di 12 euro Iva inclusa. 

Dunque, se deciderai di attivare SPID con Poste ID, dovrai sostenere un costo di 12 euro per il riconoscimento presso l’ufficio postale territoriale più vicino a te. Altrimenti, potrai scegliere qualsiasi altra modalità (via webcam, con CIE, CNS o con SMS), a titolo gratuito.

Una novità, quella di SPID a pagamento, che metterà in difficoltà i cittadini più anziani, che speravano di poter attivare la coppia di credenziali in modo totalmente gratuito pur non essendo avvezzi alla tecnologia. 

Ricordiamo comunque che è possibile richiedere una figura a sostegno delle persone anziane che si faccia carico di controllare la pensione e tutti i trattamenti previdenziali del cittadino privo di SPID. Per avere tutte le informazioni su come funziona la delega SPID puoi leggere il nostro approfondimento dedicato.

SPID obbligatorio dal 1° ottobre 2021! Per chi?

Ricordiamo, infatti, che la coppia di credenziali SPID è diventata obbligatoria per tutti coloro che intendono accedere ai servizi della Pubblica Amministrazione dal 1° ottobre 2021.

Non solo. Le credenziali SPID (ovvero nome utente e password) sono necessarie anche per accedere al sito dell’INPS dal 1° ottobre 2021, così come per l’accesso al sito dell’Agenza delle Entrate o dell’INAIL. È sempre possibile – per tutti questi portali – effettuare l’accesso tramite Carta di Identità Elettronica (CIE), oppure Carta Nazionale dei Servizi (CNS).

Per quanto riguarda INPS, invece, i PIN dispositivo sono stati dismessi. Lo stesso dicasi per le credenziali Entratel/Fisconline dell’Agenzia delle Entrate.

Per visualizzare il cedolino della pensione o per verificare alcuni dati o pagamenti sul sito dell’INPS, dal 1° ottobre occorre dotarsi di SPID, CIE o CNS.

Attivare SPID gratis: come fare?

Ma attenzione. È ancora possibile richiedere SPID gratis! Come fare? Semplice! Esistono moltissimi “Identity provider” che possono attivare SPID con diversi livelli di sicurezza: sta a te scegliere quale sfruttare per soddisfare le tue esigenze.

Se sei ancora indeciso, posso ricordarti che Poste Italiane ti permette di attivare SPID gratis senza sfruttare il riconoscimento facciale direttamente presso gli uffici postali territoriali. 

Infatti, se vuoi ottenere SPID gratuitamente puoi decidere di effettuare il riconoscimento da remoto. Per esempio, puoi utilizzare l’applicazione di Poste ID, oppure sfruttare la webcam. E ancora: se sei titolare di un conto Bancoposta o Postepay, puoi utilizzare il riconoscimento tramite SMS.

Molti altri Identity Provider permettono di attivare SPID gratis in qualsiasi momento: per scoprire quali scegliere, puoi andare sul sito web dedicato (https://www.spid.gov.it/cos-e-spid/come-scegliere-tra-gli-idp/).

Attivare SPID: quali documenti servono?

Una volta scelto quale Identity provider sfruttare per attivare SPID, puoi procedere con il recupero dei documenti da tenere a portata di mano per l’attivazione delle credenziali di identità digitale. La cosa importante è che tu abbia almeno 18 anni: i minorenni non possono richiedere SPID.

A prescindere da quale provider sceglierai, ti verranno richiesti i medesimi documenti, ovvero: un documento di identità valido (che può essere la carta di identità o anche la patente), la tessera sanitaria (o il tesserino fiscale), un indirizzo e-mail e un numero di cellulare.

Con i documenti a portata di mano puoi iniziare a compilare l’apposito modulo sul sito web del provider che hai selezionato. A questo punto ti verrà richiesta la modalità di riconoscimento che preferisci, che può essere di persona o da remoto. Infine, dovrai scegliere quale livello di sicurezza scegliere (in una scala da 1 a 3).

Una volta completato il procedimento, avrai a disposizione una coppia di credenziali (ovvero nome utente e password) che potrai utilizzare per accedere ai servizi pubblici con rapidità ed efficienza.

Al 24 ottobre 2021 risultavano attive 26 milioni di identità digitali, simbolo del fatto che anche i cittadini hanno compreso l’importanza di SPID.

SPID anche al supermercato: come ottenerlo?

Oltre agli Identity provider di cui abbiamo parlato nei precedenti paragrafi, esiste anche un altro metodo molto semplice e veloce che ti permette di attivare SPID gratis

Alcuni supermercati hanno dato la possibilità ai propri clienti di richiedere SPID: grazie alla collaborazione con Identity provider specializzati, potrai ottenere SPID direttamente al supermercato. Come funziona?

Per poter attivare SPID al supermercato occorre prenotare un appuntamento seguendo il calendario e gli orari prestabiliti (dal lunedì al sabato dalle ore 9 alle ore 12.30, e dalle ore 15.30 alle ore 19).

Si può sfruttare anche il servizio web gratuito, oppure contattare il numero verde 800 050 760 (attivo dal lunedì al venerdì, dalle ore 8.30 alle 18.30).

Attualmente soltanto alcuni supermercati di poche città italiane permettono di attivare SPID: per esempio, grazie alla partnership tra Coop e l’Identity provider Namirial, si può attivare SPID nei punti vendita Coop Reno e UniCoop, che si trovano in tutta la Toscana, nell’Emilia Romagna e nel Veneto.

Qual è il migliore ID per ottenere SPID?

Non esiste un migliore Identity provider presso il quale attivare SPID: puoi scegliere quello che ritieni più efficiente nel fornire i servizi che a te servono di più. 

Se sei alla ricerca di maggiore sicurezza o di un livello di SPID basilare, sceglierai l’uno o l’altro Identity provider in base alle tue esigenze. 

Quello che ci dicono i dati, è semplicemente il fatto che Poste ID è stato il provider maggiormente utilizzato dai cittadini per l’attivazione di SPID. Infatti, nel 2021 sono state attivate 17,1 milioni di Spid (l’anno scorso erano 5,3 milioni), stando ai dati aggiornati il 24 ottobre scorso.

In totale le identità digitali attivare – alla data del 24 ottobre 2021 – sono 26 milioni, da parte di tutti i provider disponibili.

A cosa serve SPID: pensione, cashback, bonus cultura, bonus docenti…

Non abbiamo ancora ricordato l’importanza di avere SPID, ovvero l’identità digitale che identifica il cittadino e che avvicina lui stesso ai servizi della Pubblica Amministrazione. Grazie a SPID è molto più semplice accedere ai servizi pubblici, accedere al sito dell’INPS, dell’INAIL o dell’Agenzia delle Entrate.

Non solo: SPID ti permette di controllare il cedolino Noipa, la pensione e qualsiasi altro trattamento previdenziale o assistenziale erogato dall’INPS. 

Con SPID puoi accedere anche all’applicazione IO, che ha permesso a milioni di italiani di sfruttare il cashback di Stato e che in futuro potrebbe tornare utile anche per la lotteria degli scontrini. Con l’applicazione IO puoi anche effettuare il pagamento del bollo auto o di altre tasse regionali. Infine, IO ti permette di ricevere il Green pass in modo più semplice e veloce: una notifica sul cellulare ti avviserà quando il tuo QR Code sarà stato generato.

Ma SPID ti permette anche di richiedere moltissimi bonus che il Governo ha introdotto per quest’anno: fra gli altri, nominiamo soltanto i più noti, ovvero il bonus cultura e il bonus docenti.

Di recente, proprio il bonus cultura è stato reso strutturale per gli anni a venire: la certezza è che i diciottenni potranno ottenere 500 euro dallo Stato da spendere in musica, cinema, teatro, concerti, libri, e molto altro. L’unico requisito, oltre ai 18 anni di età, è il possesso di SPID.

Allo stesso modo anche il bonus docenti, ovvero 500 euro per tutti gli insegnanti di ruolo da spendere in materiale utile alla didattica o percorsi di formazione professionale, si può ottenere solo con SPID.

Che cosa aspetti? Attiva subito la tua identità digitale SPID e inizia a sfruttare tutti i servizi che ti offre questa coppia di credenziali!

Laura Pellegrini
Laura Pellegrini
Redattore, classe 1998.Sono veronese di nascita e milanese d'adozione. Mi sono Laureata in Comunicazione e Società presso l'Università degli Studi di Milano e sono da sempre appassionata di giornalismo e attualità. Entrata nel mondo dell'informazione grazie a uno stage curricolare, ho svolto per due anni l'attività di redattore e social media manager. Attualmente collaboro da remoto con Trend-online, la testata grazie alla quale ho lanciato il mio primo e-book, e con altre testate per la sezione di attualità. La mia ambizione principale è quella di costruire una carriera internazionale.
Seguici
161,688FansLike
5,188FollowersFollow
779FollowersFollow
10,800FollowersFollow

Mailing list

Registrati alla nostra newsletter

Leggi anche
News Correlate