C’è ancora poco tempo per richiedere il bonus 100 euro senza ISEE per comprare un nuovo televisore: le risorse stanno per terminare! I due incentivi a disposizione per risparmiare sull’acquisto della televisione, introdotti lo scorso anno dal Ministero per lo Sviluppo Economico, stanno riscontrando grande successo.

Il pacchetto comprende due bonus tv destinati sia alle famiglie con reddito basso sia a quelle con maggiori disponibilità economiche:

  • Bonus tv per le famiglie con ISEE sotto i 20 mila euro;
  • Bonus tv 100 euro senza ISEE per tutti.

Mentre il primo incentivo comprende solo una piccola parte di nuclei familiari, che si trovano in difficoltà economica; il bonus 100 euro senza ISEE spetta a tutti, a prescindere dal reddito o da altre variabili economiche. I due bonus si possono ottenere insieme, ma solo a specifiche condizioni.

Ma come si possono ottenere e quali sono i requisiti? Ecco tutto quello che c’è da sapere sul bonus 100 euro senza ISEE e sul bonus tv fino a 30 euro per le famiglie a basso reddito. Non c’è tempo da perdere: richiedili subito, prima che i fondi siano esauriti!

Bonus 100 euro senza ISEE per la televisione: i dettagli!

Il Ministero per lo Sviluppo Economico, congiuntamnte al Ministero dell’Economia, ha introdotto – a partire da agosto 2021 – un nuovo bonus tv da 100 euro senza ISEE che tutti i cittadini possono richiedere e sfruttare per ottenere uno sconto sull’acquisto di un nuovo televisore.

Il passaggio al nuovo digitale continua, non senza intoppi, anche se i principali canali si possono ancora vedere sui canali attorno al 500, con codifica MPEG2. Il vero cambiamento potrebbe arrivare presto: tutti i canali in chiaro passeranno alla codifica MPEG4 e non si potranno più vedere sui televisori acquistati prima del 2018.

Ma c’è ancora una possibilità per continuare a godersi i propri programmi preferiti, le serie tv e i film in famiglia: se possiedi un televisore obsoleto, non in grado di ricevere il nuovo segnale del digitale terrestre, sei ancora in tempo per cambiarlo e risparmiare!

Grazie al nuovo bonus 100 euro senza ISEE puoi decidere di acquistare un nuovo televisore a un prezzo scontato fino al 20%, per un massimo di 100 euro. Per poter godere del prezzo vantaggioso, però, dovrai soddisfare alcuni requisiti, tra i quali la rottamazione del vecchio televisore. 

Ma scendiamo più nel dettaglio e vediamo come sfruttare i bonus tv per ottenere fino a 130 euro di sconto da subito. Non c’è tempo da perdere: i fondi stanno per terminare!

Bonus tv 100 euro senza ISEE + 30 euro extra: a chi spettano?

Il pacchetto dei bonus televisione comprende due agevolazioni che si rivolgono ai nuclei familiari: la prima misura (nell’ordine temporale di introduzione) è destinata alle famiglie con ISEE basso, sotto i 20 mila euro; la seconda misura, invece, è per tutti i cittadini e permette di ottenere uno sconto fino a 100 euro senza ISEE.

I due incentivi per l’acquisto di un nuovo televisore sono tra loro cumulabili: ciò significa che sommando il primo e il secondo bonus tv si possono ottenere ben 130 euro di sconto sull’acquisto di un nuovo dispositivo, oltre a tutti i vantaggi di poter vedere la televisione in chiaro con codifica MPEG4.

Ma come si possono ottenere entrambi i bonus tv? Sicuramente è essenziale soddisfare tutti i requisiti richiesti sia per il bonus tv da 30 euro, sia per il bonus tv fino a 100 euro senza ISEE.

E se ciò non bastasse, a questi incentivi si aggiunge anche un ulteriore possibilità, dedicata agli over 70: Poste Italiane consegna a casa di tutti i richiedenti un nuovo decoder (dal valore massimo di 30 euro) per vedere la televisione anche dopo il passaggio al nuovo digitale terrestre. 

L’iniziativa di consegna gratis del decoder è in corso: tutti gli interessati riceveranno una lettera di Poste Italiane a casa, nella quale sono specificate tutte le procedure e le informazioni necessarie per ottenere il decoder e l’assistenza nell’installazione.

Bonus tv 100 euro senza ISEE: i requisiti!

Ma torniamo al nostro bonus 100 euro senza ISEE per cambiare televisore: chi può ottenerlo? La nuova misura, che rientra tra i bonus senza ISEE, è assolutamente appetibile per tutti, ma solo chi soddisfa tutti i requisiti fissati dal Mise può sperare di ottenere i 100 euro di sconto.

Il bonus rottamazione tv è stato introdotto la scorsa estate per permettere anche alle famiglie con redditi più alti di ottenere uno sconto sull’acquisto di un nuovo dispositivo, in vista del passaggio alla nuova codifica MPEG4. In che cosa consiste? A prescindere dall'indicatore ISEE, ogni cittadino può ottenere uno sconto del 20% sull’acquisto di un nuovo televisore. Si può richiedere un solo incentivo per ogni nucleo familiare.

Per ottenere questo incentivo, però, occorre soddisfare due requisiti:

  • Rottamare il vecchio televisore, acquistato prima del 2018;

Per rottamare il televisore obsoleto è possibile recarsi autonomamente presso un’isola ecologica e seguire la procedura per la rottamazione, ricordando di conservare (e consegnare in negozio) il documento di rottamazione. Mentre se non c’è questa possibilità, è possibile consegnare direttamente in negozio il vecchio televisore, e compilare l’apposito modulo per la richiesta dell’incentivo. Il rivenditore provvederà allo smaltimento del vecchio dispositivo.

Bonus tv fino a 130 euro: come ottenerlo?

Oltr al bonsu appena descritto, i cittadini possono ottenere anche un'altra agevolazione con ISEE basso, che spetta solo alle famiglie con reddito al di sotto dei 20 mila euro. Per poter ottenere entrambi i bonus occorre soddisfare i requisiti di ambedue le misure.

Dunque, per quanto riguarda il bonus senza ISEE, occorre procedere alla rottamazione del vecchio televisore per l’acquisto di un nuovo dispositivo; mentre per ottenere il bonus tv da 30 euro occorre possedere un reddito inferiore a 20 mila euro. Per entrambi gli incentivi, infine, occorre aver pagato regolarmente il Canone Rai nel corso degli anni.

Non tutti, quindi, possono ottenere un doppio bonus tv fino a 130 euro: bisogna essere in regola con i pagamenti del canone, rientrare entro i limiti reddituali e rottamare la vecchia televisione. 

Bonus tv 100 euro senza ISEE: ancora per poco!

I fondi stanziati per entrambe le misure confluiscono in un’unica somma: inizialmente erano previsti 251 milioni di euro in totale, ma un successivo finanziamento inserito nella Manovra 2022 ha incrementato le risorse con ulteriori 63 milioni. I fondi complessivamente a disposizione per i bonus tv, quindi, sono saliti a 314 milioni di euro.

La cattiva notizia è che le risorse sono in esaurimento, e dunque chi intende beneficiare dei due incentivi deve affrettarsi a richiedere il bonus tv, nonostante la data di scadenza sia ancora lontana.

Basti pensare che, secondo le indiscrezioni riportate su un articolo di DDay, sono stati già esauriti 225 milioni di euro, dei quali un terzo per il bonus tv destinato alle famiglie a basso reddito, e due terzi per il bonus rottamazione tv da 100 euro senza ISEE. In totale, quindi, sono stati erogati 3.600.000 bonus tv che hanno permesso di acquistare almeno 3.128.948 televisori. Di questi dispositivi, la maggior parte ha beneficiato dello sconto senza ISEE (1.197.000 in totale) con un importo medio di sconto (per quanto riguarda il bonus 100 euro senza ISEE) pari a 73 euro.

Ma la domanda che tutti si staranno facendo, arrivati a questo punto, è la seguente: quanti fondi sono rimasti a disposizione? E quali sono le scadenze per poter beneficiare dei contributi? Scopriamolo nel successivo paragrafo!

Bonus tv senza ISEE: fino a quando? La scadenza!

Nonostante la maggior parte dei fondi disponibili per i due bonus tv sia stata esaurita, c’è ancora tempo – e ci sono le risorse – per richiedere ulteriori incentivi, solo per i cittadini che non ne hanno già beneficiato. Ricordiamo che è possibile inoltrare una sola domanda per ogni nucleo familiare.

I fondi attualmente disponibili – stando ai dati del 1° aprile scorso – ammontano a 90 milioni di euro, o poco meno. Se si dovesse mantenere un ritmo come quello attuale, le risorse potrebbero esaurirsi nel giro di circa 100-120 giorni, ovvero nel mese di agosto.

Ma qual è la naturale scadenza dei due bonus tv? Il Governo e i ministeri competenti hanno fissato un orizzonte temporale molto ampio per beneficiare dei due incentivi: la scadenza ultima per ottenere i bonus è fissata al 31 dicembre 2022. Se le risorse dovessero esaurirsi prima di tale data, però, non si potrebbero più ottenere gli sconti.

Meglio affrettarsi: gli incentivi stanno andando a ruba! Come si invia la domanda per il bonus tv?

Bonus tv senza ISEE: come presentare la domanda?

A differenza di moltissimi altri incentivi, come per esempio i bonus auto 2022 o il bonus idrico 2022, non esiste nessuna piattaforma che permette di inviare la propria domanda per i bonus tv. Come si richiedono?

Per poter beneficiare degli sconti previsti per l’acquisto di un nuovo televisore e per continuare a vedere i canali in chiaro anche dopo il passaggio al nuovo digitale terrestre, occorre compilare l’apposito modulo bonus tv disponibile sul sito web dell’Agenzia delle Entrate.

In alternativa, si può recarsi direttamente in negozio e scegliere il televisore da acquistare: una volta effettuata tale scelta, il rivenditore proporrà di aderire al bonus ed eventualmente di compilare l’apposito modulo. Se richiesto, è necessario consegnare il vecchio televisore per la rottamazione (requisito necessario per ottenere il bonus fino a 100 euro).

Bonus decoder gratis per gli over 70

Nel corso dell’articolo abbiamo accennato anche a un bonus decoder gratis per tutti gli over 70: in che cosa consiste la misura?

Diversamente da quanto previsto per gli incentivi sin qui descritti, il decoder gratis di Poste Italiane può essere consigliato unicamente ai cittadini che hanno compiuto almeno 70 anni e che si trovano in difficoltà economica. 

Questi cittadini riceveranno una lettera da Poste Italiane, nella quale viene spiegata l’iniziativa, e potranno prenotare l’appuntamento per la consegna e l’installazione nella giornata e nell’orario preferito. Tutti i dettagli nei nostri articoli di approfondimento.