Nuovo bonus 600 euro con ISEE alto o basso, fino a 50.000 euro, confermato dalle Regioni, dal Governo Draghi e dall’INPS. Sono in arrivo dei voucher per tutti i cittadini da richiedere e prenotare direttamente sul portale INPS: le domande partono nel mese di maggio.

Dopo i nuovi aiuti introdotto dal Governo Draghi nell’ultimo provvedimento – bonus 200 euro per lavoratori e pensionati, bonus bollette retroattivo, proroga del Superbonus, incentivi per le rinnovabili – torna alla ribalta il contributo per la salute mentale, che permette a tutti i cittadini di ottenere un bonus fino a 600 euro per prenotare sedute di terapia gratis.

Grazie al bonus psicologo si potranno svolgere almeno 12 sedute di psico terapia gratuitamente, con spese a carico dell’INPS, senza anticipo e con poche condizioni. 

Come funziona il bonus 600 euro, quali sono i limiti ISEE, gli importi e da quando si potrà presentare la domanda? Ecco le ultime notizie!

Bonus 600 euro ISEE alto o basso: al via i voucher psicologo. Ok INPS!

La conferenza Stato-Regioni ha approvato il decreto attuativo del nuovo bonus 600 euro con ISEE alto o basso, fino a 50.000 euro: INPS prepara il portale per la prenotazione dei voucher per la salute mentale. Nessuno dovrà anticipare nemmeno un centesimo, in quanto sarà l’Istituto a pagare i professionisti iscritti all’Albo.

Non solo: sono previsti importi differenti in base all’ISEE. Si parte di un bonus 600 euro con ISEE basso, per arrivare a un voucher psicologo da 200 euro con ISEE alto. Tutti lo potranno ottenere senza la prescrizione medica, entro un limite di 10 milioni di euro di risorse a disposizione.

Ma manca ancora uno step prima dell’apertura della piattaforma del bonus psicologo: dopo il via libera della conferenza Stato-Regioni, infatti, occorre la firma del Ministero della Salute e di quello dell’Economia, oltre alla pubblicazione del decreto attuativo in Gazzetta Ufficiale. 

Le domande del bonus 600 euro con ISEE fino a 50.000 euro partono a maggio, ma come funziona? Ecco un breve video che riassume tutto quello che c’è da sapere sul bonus psicologo in attesa dell’apertura del portale INPS per le prenotazioni.

Bonus 600 euro con ISEE fino a 50.000 euro: a chi spetta?

Il nuovo bonus 600 euro con ISEE alto o basso, fino a 50.000 euro, spetta a tutti i cittadini a prescindere dalla nazionalità, dal genere, dalla residenza e da altre discriminanti sociali. Il bonus psicologo (o voucher salute mentale) viene erogato dall’INPS ai bambini, ai giovani, agli adulti e agli anziani, uomini e donne, a prescindere da qualsiasi altro fattore.

L’unica condizione che limita la platea di beneficiari è il reddito: il bonus salute mentale, infatti, spetta alle famiglie che possiedono un ISEE sotto i 50.000 euro, in quanto la prenotazione delle sedute di terapia può costituire un costo oneroso per diversi nuclei familiari.

Basti pensare che, nel periodo di pandemia, a causa della crisi e del dilagare dell’infezione, moltissime famiglie che avevano bisogno di cure e di sostegno a livello psicologico hanno deciso di rinunciare alle prenotazioni non solo per la paura di essere contagiati dal Covid-19, ma anche per risparmiare denaro da impiegare per altri fini.

Il Governo, quindi, ha ritenuto opportuno introdurre un voucher psicologo in sostegno di tutte quelle famiglie che ne hanno più bisogno: qualcuno ipotizza che si possa arrivare a un bonus psicologo fino a 1.800 euro a famiglia, ma nel decreto attuativo è stata sottolineata la regola che prevede una sola erogazione per ciascun nucleo familiare.

Il bonus psicologo, quindi, potrà arrivare al massimo a 600 euro per ogni famiglia che possiede un ISEE basso. Ma quali sono gli importi?

Bonus psicologo fino a 600 euro con ISEE basso: tutti gli importi!

A differenza di quanto ipotizzato nelle ultime settimane, il bonus psicologo fino a 600 euro prevede precisi importi associali a determinate soglie di reddito.

Basti pensare che, nella sua proposta iniziale, il bonus salute mentale era strettamente legato al reddito e prevedeva un importo minimo uguale per tutti, al quale aggiungere una somma variabile in base all’ISEE familiare.

Nel decreto attuativo approvato dalla conferenza Stato-Regioni è stato raggiunto un accordo: il bonus psicologo può arrivare fino a un massimo di 600 euro, ma solo per le famiglie che possiedono un ISEE basso. In caso di reddito elevato, non oltre 50.000 euro, invece, l’importo del voucher scende al minimo.

Quali sono gli importi del voucher salute mentale, ovvero del bonus psicologo?

  • 600 euro, una tantum, alle famiglie con ISEE sotto i 15.000 euro;
  • 400 euro, una tantum, alle famiglie con ISEE compreso tra 15.000 euro e 30.000 euro;
  • 200 euro, una tantum, alle famiglie con ISEE compreso tra 30.000 euro e 50.000 euro.

Il bonus psicologo, come abbiamo precisato, verrà erogato per una sola volta a ciascuna famiglia: ciò significa che l’importo massimo che si potrà ottenere saranno 600 euro per la fascia di reddito inferiore.

Bonus psicologo, 600 euro ISEE alto o basso: come utilizzare il voucher?

I cittadini che intendono prenotare il bonus psicologo fino a 600 euro con ISEE basso non dovranno anticipare nulla: sarà direttamente l’INPS a pagare gli esperti iscritti all’Albo.

Il voucher salute mentale, infatti, consente a tutti coloro che lo ottengono di prenotare fino a un massimo di dodici sedute di terapia gratis, a carico dell’INPS. Infatti, i 600 euro andranno utilizzati unicamente per la prenotazione di appuntamenti con esperti specializzati nella cura e nel sostegno contro la depressione, lo stress, l’ansia, e tutte quelle emozioni e sensazioni suscitate e inasprite dalla pandemia di Covid-19.

Un’apposita lista contenente i nominativi di tutti gli esperti che hanno aderito all’iniziativa verrà resa disponibile dall’INPS, grazie alla collaborazione del Consiglio Nazionale dell’ordine degli Psicologi. In questo modo, i cittadini potranno scegliere un nominativo dall’elenco e spendere il bonus 600 euro presso lo specialista preferito.

Ciascun professionista, invece, potrà inserire nella propria area personale INPS il suo IBAN, in modo da ottenere il rimborso dall’Istituto una volta contattato dai clienti. Il rimborso, in ogni caso, potrà avvenire solo nel mese successivo a quello di prenotazione.

A differenza di quanto riferito da alcune agenzie nelle ultime settimane, per il bonus psicologo non servirà alcuna prescrizione medica, ma semplicemente una domanda sul portale INPS per le prenotazioni dei voucher.

Bonus psicologo, 600 euro ISEE alto o basso: domanda a maggio 

Dovrebbe essere attivo dal mese di maggio il nuovo portale INPS per le prenotazioni del voucher psicologo: la domanda si può effettuare esclusivamente online con SPID, CIE o CNS; oppure rivolgendosi al Contact Center INPS. Come fare?

La data di apertura della piattaforma dovrà essere comunicata dall’INPS entro 30 giorni dalla pubblicazione del decreto attuativo in Gazzetta Ufficiale. Dall’apertura, invece, trascorreranno ulteriori 60 giorni nel corso dei quali tutti i cittadini interessati potranno presentare la propria domanda sul portale INPS.

Una volta ottenuto il voucher, associato a un codice univoco, ci sarà tempo per i successivi 180 giorni per utilizzare il bonus fino a 600 euro. Ogni cittadino dovrà comunicare allo specialista prescelto il codice univoco, con il quale prenotare le sedute di terapia. Ogni seduta deve essere documentata da una fattura riportante il codice fiscale del beneficiario e il codice univoco.

Scaduti i termini, il voucher verrà annullato e le risorse torneranno nel fondo per essere redistribuite.