Nuovo bonus famiglia senza ISEE da 80 euro al mese per sempre: il Governo Draghi ha confermato l’agevolazione che permette alle famiglie di ottenere una detrazione sulla dichiarazione dei redditi per le spese sostenute per i propri amici a quattro zampe. Non solo: il bonus famiglia da 80 euro al mese spetta a prescindere dal reddito o dalla condizione patrimoniale.

Di che cosa si tratta e chi può ottenere fino a 550 euro al mese senza ISEE? L’importo potrebbe essere addirittura superiore, ma effettivamente la detrazione massima che si potrà ottenere è del 19%, entro un margine di 80 euro al mese circa.

Il bonus animali domestici consente di detrarre una parte delle spese sostenute per le cure veterinarie e per i medicinali acquistati – con metodi tracciabili – dalle famiglie per i piccoli amici pelosi. Queste sono le voci di spesa che maggiormente incidono sul portafogli dei nuclei familiari.

Come funziona il nuovo bonus famiglia per gli animali domestici da 80 euro al mese? Ecco una guida completa con tutto quello che c’è da sapere: a chi spetta, importi, domanda e scadenza.

Bonus famiglia: nuovi 80 euro al mese senza ISEE per tutti!

Il Governo Draghi ha confermato un nuovo bonus famiglia da 80 euro al mese per sempre e senza ISEE: come funziona e chi può richiederlo? 

Più che di un bonus famiglia, potremmo parlare di una detrazione per gli animali domestici che spetta a tutti i nuclei familiari che possiedono un amico a quattro zampe e non solo. Per ottenere 80 euro al mese è necessario annotare tutte le spese sostenute con pagamenti tracciabili e inserire gli importi nel Modello 730/2022.

In realtà questa agevolazione era già disponibile anche negli anni precedenti e, grazie alla conferma del Governo Draghi, si può richiedere per tutto il 2022. Di che cosa si tratta?

Grazie al bonus animali domestici la tua famiglia può ottenere 80 euro al mese – effettivi sui 550 euro previsti inizialmente – purché rispetti alcune condizioni e soddisfi opportuni requisiti. Non è richiesto l’ISEE: il bonus animali domestici spetta a tutti a prescindere dalle condizioni reddituali e/o patrimoniali.

Vediamo nel dettaglio come funziona la detrazione e chi può richiedere il bonus famiglia per gli animali domestici da 80 euro al mese.

Bonus famiglia, 80 euro al mese senza ISEE: a chi spettano?

Grazie al bonus animali domestici la tua famiglia può ottenere una detrazione del 19% sulle spese sostenute per due tipologie di animali:

  • Animali domestici detenuti legalmente a scopo di compagnia;
  • Animali domestici detenuti legalmente per pratica sportiva.

Sono ammessi, quindi, i cani o i gatti, i conigli, i criceti, i furetti, e qualsiasi altra tipologia di animale domestico che rientra nelle due classificazioni sopra riportate. Restano esclusi, invece, tutti gi animali da allevamento (come per esempio mucche e pecore), quelli detenute da aziende agricole o commerciali, e tutti gli animali detenuti illegalmente.

È importante ricordare che il tuo animale domestico dovrà possedere alcuni requisiti per poter essere incluso nelle detrazioni fino a 80 euro a famiglia. Avrai bisogno di alcuni documenti, quali l’iscrizione presso l’anagrafe comunale, e le relative certificazioni di registrazione (rilasciate dal veterinario o dalla Asl competente).

Inoltre, mentre per i cani è obbligatorio possedere il microchip, per altri animali (per esempio i furetti o i gatti) è sufficiente il pet passport.

Bonus animali domestici, 80 euro al mese senza ISEE: come funziona la detrazione? Gli importi!

Come funziona la detrazione e quanto spetta ad ogni famiglia? Il bonus animali domestici viene spesso presentato come un’agevolazione che permette di ottenere fino a 550 euro a famiglia, ma in realtà si possono ottenere detrazioni effettive nel limite di circa 80 euro. Per quale motivo?

Facciamo un rapido calcolo. La detrazione spettante grazie al bonus animali domestici è pari al 19% sulla spesa che supera i 129,11 euro. Ciò significa che ai 550 euro iniziali è necessario sottrarre la franchigia e successivamente calcolare la detrazione.

Ne deriva un bonus animali domestici da circa 80 euro (79,96 euro per la precisione) a famiglia.

Bonus animali domestici, 80 euro al mese a famiglia: le spese ammesse

Quali sono le spese che rientrano nella lista di quelle agevolabili grazie al bonus animali domestici? Dopo aver chiarito gli importi e i beneficiari, vediamo quali sono le spese ammesse che si possono inglobare nella detrazione.

Tutte le spese agevolabili vanno inserite nella dichiarazione dei redditi e devono essere opportunamente documentate, nonché saldate con metodi di pagamento tracciabili.

Dunque, tra le spese agevolabili rientrano: tutte le cure e le prestazioni che vengono eseguite dal veterinario, i medicinali che vengono eventualmente prescritti per l’amico a quattro zampe, le analisi di laboratorio o altri eventuali interventi necessari.

Bonus animali domestici, 80 euro al mese a famiglia: come ottenerli?

Per ottenere il bonus animali domestici non dovrai presentare alcuna domanda: a differenza di altri bonus famiglia, infatti, quest’agevolazione consiste in una detrazione fiscale nella dichiarazione dei redditi. Che cosa significa? Per ottenere gli 80 euro al mese (circa), avrai bisogno di conservare tutta la documentazione attestante i pagamenti effettuati.

Per ottenere la detrazione, quindi basta conservare la fattura o lo scontrino fiscale degli acquisti effettuati – pagamenti ammessi solo con metodi tracciabili – purché sia riportato su di essi il codice fiscale del richiedente, la natura e la quantità dei beni acquistati.

Si possono agevolare anche tutte le spese sostenute presso le farmacie, conservando opportunamente gli scontrini che permettono di ottenere un ritorno del 19%.

Bonus famiglia 2022: quali richiedere con o senza ISEE

Quali sono i bonus famiglia 2022 da richiedere con o senza ISEE?

Nonostante le novità e le cancellazioni apportate dall’arrivo dell’assegno unico e universale, esistono ancora moltissime agevolazioni che le famiglie possono richiedere. Vediamo nel dettaglio le principali misure che il Governo Draghi ha confermato per il 2022.

In primi, il bonus asilo nido 2022, un beneficio che permette alle famiglie con figli a carico di età inferiore a tre anni di ottenere un sussidio annuale fino a 3.000 euro per sostenere le spese di pagamento delle rette dell’asilo nido appunto. Il bonus nido si può richiedere con o senza ISEE.

Confermato anche per quest’anno è il bonus centri estivi, a discapito della cancellazione del bonus baby sitter. Il bando centri estivi 2022 dell’Emilia Romagna è uscito nelle ultime settimane e permette alle famiglie di ottenere fino a 334 euro per i propri figli dai 3 ai 13 anni, oppure fino a 17 anni se affetti da disabilità accertata.

Sul tavolo ci sono 6 milioni di euro, ma le richieste potranno pervenire soltanto dai genitori disoccupati (almeno uno dei due) o in cassa integrazione, oppure dalle famiglie composte da un solo genitori (monoparentali).

E sempre per i propri figli è attivo il bonus 1.000 euro senza ISEE che permette ai genitori dei ragazzi dai 5 ai 18 anni di ottenere una detrazione per le spese sostenute per l’iscrizione a corsi di musica, conservatori, istituti di alta formazione artistica, cori, bande musicali, ecc.

Infine, sempre attivi anche i bonus studenti dalle Regioni, ovvero quei bandi che permettono di accedere a borse di studio per merito o per reddito fino a 1.500 euro. Ogni Regione ha fissato requisiti e importi differenti: meglio consultare il sito web ufficiale per avere informazioni più dettagliate.